martedì 24 novembre 2015

RUBRICA DEL MERCOLEDÌ

Ciao a tutti spero che la settimana sia partita bene.
Oggi ho deciso di parlare di  WHITE COLLAR,   è una serie poliziesca.


Bisogna sottolineare che l'attore,Matt Bomer ( Neal Caffrey, nella serie), è davvero figo.

New York. Neal Caffrey è un giovane e affascinante mago della truffa, geniale e spavaldo. Peter Burke è invece un esperto agente del FBI che fa parte della sezione White Collar Crime Unit, una divisione dell'agenzia che si occupa di crimini non violenti, quali truffe, frodi, falsificazioni e furti d'arte, perpetrati per la massima parte da persone di stato sociale medio alto e spesso nell'ambito della loro professione.
I due sono agli antipodi, ma non potrebbero conoscersi meglio: infatti, dopo anni di indagini e inseguimenti, l'agente federale Burke è stato l'unico capace di catturare faticosamente Caffrey e consegnarlo alla giustizia. Pur di non rimanere in prigione, Neal si offre come consulente a Peter per aiutare l'FBI nei suoi casi irrisolti, chiedendo come ricompensa la libertà. Sulle prime l'agente rifiuta, poi però capisce che l'esperienza di Caffrey nel settore potrebbe rivelarsi molto preziosa per risolvere le indagini della sua divisione.
Neal ottiene così il rilascio sotto la custodia di Burke e, pur tra alti e bassi, la loro partnership funziona così bene che Neal viene presto confermato come consulente fisso del FBI. Il ragazzo trova però difficile adattarsi al suo nuovo ruolo dall'altra parte della barricata, rischiando spesso di ricadere nelle vecchie abitudini; allo stesso modo, pur concedendogli molto credito, Peter non riesce mai a nutrire piena fiducia nell'operato di Caffrey, mostrandosi spesso sospettoso e prevenuto nei suoi confronti. La semilibertà ottenuta è indispensabile a Neal per scoprire dove sia finita Kate, la donna di cui è innamorato, che dopo un ultimo colloquio in carcere è misteriosamente scomparsa.


Nessun commento:

Posta un commento