martedì 9 febbraio 2016

DARK HEROINE DI ABIGAIL GIBBS


TITOLO: A cena col vampiro 
AUTORE: Abigail Gibbs
EDITORE: Fabbri
Pagine: 334
Costo: 14,90€
Voto: 3/5

TRAMA:È un massacro quello a cui assiste Violet una notte nel cuore di Londra. Sei ragazzi pallidi e bellissimi uccidono in pochi minuti una trentina di uomini adulti, armati di bastoni d'argento, muovendosi con agilità incredibile e forza sovrumana. Quando viene presa in ostaggio da loro Violet scopre chi sono: vampiri. Anzi, la famiglia reale vampira -in guerra con quella umana guidata dallo spietato principe Kaspar. Violet ha davanti una sola scelta: farsi trasformare. Diventare una predatrice che si nutre di sangue umano, ma in grado di vivere per sempre. Violet però rifiuta, e solo il fatto di essere la figlia di un'alta personalità del governo inglese fa sì che non venga immediatamente uccisa. Rimarrà perciò prigioniera nel palazzo principesco e segreto dove vive la corte dei non morti, un mondo che si rivela al di là della sua più selvaggia immaginazione, dove avvengono feste sontuose, dove nulla è vietato e uno sbaglio può condurre alla morte. Ma è Kaspar il più grande pericolo, perché al di là della brutale violenza che è capace di esprimere, Violet vede in lui qualcosa di diverso, capace di scaldarle il cuore ed eccitarne i sensi, di attrarla come una fiamma attrae la falena. Ma come ci si può innamorare di un mostro?

TITOLO: Io amo un vampiro
AUTORE: Abigail Gibbs
EDITORE: Fabbri
Pagine:294
Costo: 14,90€
Voto: 2,5/5
TRAMA: Violet ha preso la decisione più difficile della sua giovane vita: rapita per aver assistito a una strage di umani compiuta dai vampiri, rimasta prigioniera perché figlia del ministro della difesa inglese, ha scelto di tradire la sua razza e rimanere con i nemici, con i non morti che nascondono la loro ferocia sotto l'apparenza di giovani bellissimi. Soprattutto uno: Raspar, il principe dei vampiri, bello da togliere il fiato, capace di atti di crudeltà e ferocia e di momenti di dolcezza e compassione. Ed è proprio il principe la causa della scelta di Violet, che si è perdutamente innamorata di lui. Ma come possono amarsi, se le loro razze sono in guerra e se il padre di Raspar, il re della corte vampira, ha deciso che i due dovranno stare lontani l'uno dall'altra per punire il figlio per la sua ribellione? Violet, divisa tra due mondi, ha una sola speranza, far cessare la guerra segreta che insaguina le strade di Londra. L'unica possibilità risiede nella profezia secondo la quale Nove Eroine porteranno la pace tra umani e vampiri. Che sia Violet una di esse?

TITOLO: Autumn Rose
AUTORE: Abigail Gibbs
EDITORE: Fabbri
Pagine: 380
Costo: 14,90€
Voto: 3/5
TRAMA: Autumn Rose ha quasi sedici anni e una vita sociale non proprio brillante. A scuola viene isolata e derisa dai compagni per la sua diversità: le strane,cicatrici che ha sul viso e sul corpo sono il segno della sua appartenenza al popolo dei Sage, creature dotate di grandi poteri magici che vivono tra gli umani nella prima dimensione. Come se non bastasse, è stata nominata guardiana e il suo compito è proteggere gli umani dagli attacchi degli Extermino, una fazione di Sage ribelli e malvagi. Quando a scuola compare all'improvviso un altro Sage - e non uno qualunque, ma Fallon, l'erede al trono di Athenea -, nella vita di Autumn sembra aggiungersi l'ennesimo ostacolo. Il principe si rivelerà invece un prezioso alleato... e forse qualcosa di più. Intanto dalla seconda dimensione arrivano notizie allarmanti: una ragazza, Violet Lee, è stata rapita dal principe dei vampiri, Kaspar Varn, un gesto che potrebbe scatenare una guerra tra umani e creature e che avrebbe ripercussioni su tutte le dimensioni. Potrebbe essere Violet la ragazza misteriosa che Autumn vede continuamente in sogno? È lei la chiave per salvare il mondo dal caos? E se l'antica Profezia delle Eroine stesse davvero per compiersi?

COMMENTO: 
Nei primi due si parla di Violet e Kaspar.
Nel primo Violet viene rapita dopo aver assistito ad una carneficina.
Lei non ha mai pensato che potessero esistere i vampiri ma proprio tra loro si trova a vivere per mesi.
Appena arrivata a casa Varn, la casa del re dei vampiri, li odia tutti, li ritiene dei mostri, degli assassini.
Piano piano però li conosce e, in certo senso, si affeziona a loro.
Fabian, un amico di Kaspar, è il motivo di questa simpatia che sta nascendo ma Kaspar non fa nulla per rendersi simpatico, anzi la tratta sempre malissimo come una stupida ragazzina.
Purtroppo quella che lei crede solo un’ amicizia tra lei e Fabian per lui è la speranza di qualcosa di molto di più. 
La scoperta dei desideri di Fabian le faranno rischiare la morte ( non voglio spolverare niente), Kaspar però riesce a salvarla. Questo salvataggio li fa avvicinare, si crea un attrazione molto pericolosa, soprattutto perché il re, il padre di Kaspar li vuole tenere separati.
Alla fine però non riescono più a resistere a questa attrazione.
Così finisce il primo libro, il quale ci fa sorgere molti dubbi ma che non ci fa ottenere molte risposte.
Io proprio non capisco come faccia Violet ad innamorarsi di Kaspar, la tratta malissimo in ogni occasione. Solo in alcune occasioni ha momenti di tenerezza, ma sono veramente pochi.
Per la maggior parte del tempo lui è veramente irritante, mentre Fabian è uno stronzo perché la costringe a fare una scelta, ma soprattutto smette di essere suo amico quando capisce che lei sceglierà Kaspar e non lui.
Nel secondo libro si inizia esattamente da dove ci si era lasciati nel primo. Troviamo Kaspar e Violet i quali dovranno affrontare tutta la corte dei vampiri ma soprattutto il re incazzato.
Il re decide di allontanare i due ragazzi, Violet viene,praticamente, rinchiusa nella sua stanza mentre Kaspar viene mandato in Romania.
Si rivedono solo dopo due settimane, ad una festa in cui Violet dovrà essere la “vittima”, ovviamente non può essere uccisa a causa di suo padre che è il ministro della difesa inglese, uno delle poche persone a sapere dei vampiri.
Anche se però il re fa di tutto per separarli loro continueranno sempre a combattere per stare insieme. Il vero problema è che non è solo il re a volerli tenere separati, ma ci sono anche forze maggiori, forze che scopriremo solo nel terzo libro.
Kaspar rischia di perdere per sempre Violet ma la sua testardaggine non gli permetteranno di capire l’amore che prova per lei finché qualcun altro non la salva.
Anche in questo libro proprio non capisco come Violet possa continuare a volere un tipo come Kaspar anche quando lui l’avrebbe lasciata morire per una colpa che non è sua ma di suo padre.
Nel terzo libro si parla di due ragazzi che incontriamo già nei primi due libri: Autumn e Fallon.
In questo libro non ci sono più solo i vampiri ma anche i Sage, perché come viene accennato nei primi libri esistono nove dimensioni dove in ognuna di esse risiedono umani ma anche un tipo diverso di “creature”. La seconda dimensione è quella abitata dai vampiri mentre la prima è abitata dai Sage.
Fallon è il principe mentre Autumn è la duchessa d’Inghilterra, lei è l’ultima discendete della famiglia Al-Summers la famiglia più importante dopo la famiglia reale.
Autumn ha perso sua nonna, la donna che l’ha cresciuta poiché suo padre è nato umano e ha sposato una umana.
Quando i due si rincontrano, poiché si conoscevano da bambini, lei non ne è molto felice, anzi lo tratta abbastanza  male.
Ovviamente lui è innamorato di lei e lei di lui anche se non vuole accettarlo poiché la sua famiglia le tiene nascosto chi ha ucciso sua nonna.
Insieme riescono ad affrontare grandi difficoltà anche se non con facilità, soprattutto a causa dei loro nemici gli extermino.
Gli extermino li attaccano non perché lui è il principe ma perché lei è la prima eroina; loro cercano in tutti i modi di farla crollare così che la profezia delle eroine non si avveri.
Quando ad Autumn viene detto che dovrà tornare dopo anni alla corte dei Sage ha praticamente un attacco di panico, am il fatto che Fallon le sia accanto la rassicura.
Verso la fine la corte dei vampiri arriva ad Athenea proprio come era stato detto nel secondo libro, ma troviamo una Violet completamente diversa, dopo essere trasformata è molto cambiata.
Anche in questo libro ci sorgono moltissimi dubbi ai quali non riceviamo una risposta.
Mi da anche molto fastidio come è finito, c’è non capisco proprio perché debba finire così,non voglio spoilerare ahaha, perché non ha un senso per me anche se anticipa il libro successivo,c he per di più non è ancora uscito e di cui non si sa nulla :(
La storia è molto particolare e mi piace però ha veramente tanti difetti.
Devo dire però che se uscisse il quarto libro lo prenderei perché voglio sapere come continua la storia.
Avete letto questa serie? Cosa ne pensate? Siete rimasti anche voi un po’, o molto, delusi come me?

Nessun commento:

Posta un commento