venerdì 11 marzo 2016

AUTORI ITALIANI

Ciao a tutti e buon sabato a tutti anche oggi vi parlo di una autrice italiani, e visto che questo libro l'ho letto magari vi dico anche due cose.

TITOLO: Damned
AUTORE: Claudia Palumbo
EDITORE: Sperling & kupfer
Pagine: 440
Costo: 10,90€
TRAMA: "Le canzoni non ti tradiscono", dice Ligabue. Ma le persone sì. Cathy, occhi blu e una ciocca viola che fa capolino tra i capelli nerissimi, lo ha scoperto quando Mirko, il suo primo amore, l'ha irrimediabilmente ferita. È per questo che ha messo in valigia la sua chitarra e i suoi diciott'anni, e ha lasciato la città dov'è nata, Napoli, per raggiungere la madre in Germania. E cercare, laggiù, di rimettere insieme i pezzi sparsi del suo cuore. Ma Cathy non sa che a Madenburg, cupa cittadina tedesca, l'aspetta il destino. Un destino che comincia quando, a un concerto nella nuova scuola, su di lei si posano gli occhi indagatori di Tristan e Konstantin Von Schaden, voce e basso della band del momento, i Damned. Due gemelli che non si assomigliano, se non per un particolare: la straordinaria bellezza. E il potere quasi ipnotico che i loro sguardi, e la loro musica, esercitano su Cathy. Tristan e Konstantin entrano così nella sua vita, sconvolgendo ogni certezza: perché custodiscono un antico segreto, e la loro è una storia maledetta, e maledettamente affascinante. Quando Cathy, attratta da entrambi, capirà di amare davvero uno solo dei due, scoprirà però che non sempre l'amore basta. A volte, s'intromette il destino, e quello di Cathy - anche se lei ancora non lo sa - è di lottare contro il Male. E contro le creature dell'ombra come i fratelli Von Schaden. Una scelta che solo il cuore può compiere, un duplice amore che sfida il tempo, una lotta epica tra Bene e Male.
COMMENTO: È tanto che non lo rileggo però è un libro che ti prende subito dalle prime pagine.
Claudia Palumbo ha un modo di scrivere davvero stupendo e in modo molto fluido.
La storia è narrata da Cathy, Tristan e Kostantin, quindi si capisce molto bene perché è cista da tre persone diverse con personalità e caratteri molto differenti.
Ovviamente io adoravo Kostantin, il gemello "cattivo" per così dire, in realtà era solo un po' più trasgressivo, ma questo lo rendeva ancora più figo.
L'unico problema della storia è il finale, quando ho finito il libro sono rimasta una settimana come un vegetale.
Non parlavo con nessuno ero troppo arrabbiata, non potevo tollerare un finale del genere.
Forse proprio per questo non ho ancora avuto il coraggio di rileggerlo, non voglio soffrire ancora.
Anche se il finale è triste io comunque lo consiglio perché è veramente stupendo, una storia diversa dalle altre. 

Nessun commento:

Posta un commento