giovedì 12 maggio 2016

E SARÀ BELLO MORIRE INSIEME DI MANUELA SALVI

Ciao a tutti come state?
Io sono disperata perché è stata una giornata orribile :(

TITOLO: E sarà bello morire insieme
AUTORE: Manuela Salvi 
EDITORE: Mondadori
Pagine: 246
Costo: 10€
Valutazione: 5/5
TRAMA:Bianca è la figlia di un giudice antimafia. Il padre di Manuel era un boss ucciso da un clan rivale. Nello zaino di Bianca c'è un album da disegno. Dai jeans di Manuel sbuca una pistola. Quando si incontrano all'ultimo anno del Liceo Artistico, Bianca e Manuel hanno una sola cosa in comune: la passione per l'arte. Qualcosa in quel ragazzo scostante e bellissimo risveglia i sentimenti di Bianca, soffocati da tempo a causa di una tragedia familiare. Ma anche se Manuel prova lo stesso per lei, non può lasciarsi andare: i suoi doveri all'interno del clan prevedono che vendichi la morte di suo padre e segua un destino che è stato scritto per lui da tempo. Ma la passione, l'amore e la voglia di una vita diversa li uniscono sempre di più, finché Bianca metterà Manuel davanti alla scelta più difficile: tradire la sua famiglia o la ragazza che ama?
COMMENTO: 
Una storia d'amore e di mafia.
Appena ho iniziato a leggerlo mi sono innamorata di Bianca e Manuel.  Manuela Salvi ha un modo di scrivere veramente scorrevole e molto bello.
Ho divorato questo libro, l'ho iniziato ieri alle 17 e l'ho finito esattamente un quarto d'ora fa.
Come si capisce dalla storia Manuel è un mafioso però non è esattamente il figlio del boss, ma questi sono dettagli. Oltre ad essere un criminale è anche un amante dell'arte proprio come Bianca, la ragazza nuova arrivata a scuola. 
Ma come potrebbe mai funzionare una relazione tra un mafioso e la figlia di un giudice antimafia?
Tra alti e bassi Bianca e Manuel alla fine riescono a far funzionare la loro storia, però dovranno abbandonare la loro vecchia vita.
Quello che non capisco è come nel giro di pochi giorni passino dall'odio all'amore, quell'amore che fa commettere stupidaggini. Voglio dire io sarei fuggita subito se avessi scoperto che il ragazzo che amo è un mafioso, non solo perché lui è pericoloso ma perché avrebbe avuto amici peggiori di lui, come Angelo, anche se lui e Manuel non sono amici, anzi angelo prova in tutti i modi a far scoprire la storia tra Bianca e Manuel. 
La fine mi è piaciuta moltissimo, non mi sarei aspettata una cosa così però che dovessero fuggire sì.
Quelli che non sopporto sono Teresa, una ragazzina viziata che pensa che i soldi possano comprare qualunque cosa; non sopporto nemmeno Paolo e Valeria, non so nemmeno precisamente perché, dato che non fanno nulla di particolare.
AUTRICE: Manuela Salvi è nata nel 1975 e ha conseguito la laurea all'ISIA di Urbino, una delle più prestigiose scuole di grafica e comunicazione.
Ha spedito il suo primo romanzo per ragazzi, di ben ventuno pagine, a un'importante casa editrice quando aveva solo dodici anni e conserva ancora la lettera incoraggiante che le inviarono come risposta.
Nella vita adulta (ma non troppo) fa la scrittrice, la traduttrice, la copyeditor, insegna scrittura creativa e ha fondato la ICWA, l'associazione italiana di scrittori per ragazzi, insieme ad altri colleghi.

Nessun commento:

Posta un commento