lunedì 14 maggio 2018

IL SIGILLO DI LUCIFERO DI VALENTINA MARCONE (recensione)

Ciao a tutti come state?
Ho appena finito il quinto capitolo di questa saga e non vedo l’ora che esca il nuovo, non posso aspettare per scoprire cosa succederà.
Avete letto questa saga? Che ne pensate?
TITOLO: Il sigillo di Lucifero
AUTORE: Valentina Marcone
EDITORE: Nativi Digitali Edizioni
Pagine: 151
Costo: 10,70€ (cartaceo) 2,99€ (eBook)
Valutazione: 4/5
TRAMA: Quando ero piccola mia nonna mi diceva che i soldi non fanno la felicità, che le cose importanti non si possono comprare e io ci credevo. Poi sono cresciuta e mi sono accorta che è una grande scemenza: 'a chi tant e a chi nient’! Scusate se parlo una schifezza, mi sto impegnando a parlare come si deve, ma non è facile, povera Deva, prima o poi mi manda a quel paese, non solo mi ha invitato a casa sua, ma ha evitato pure che il fidanzato mi facesse la pelle. Pare tutto sistemato no? Nonna me lo diceva sempre che avevo il diavolo in corpo, ma io non gli credevo; ero sfrenata, ma ero brava, mica potevo avere a che fare con Lucifero in persona? Peccato che Nonna aveva sempre ragione.”

Quinta parte della saga Paranormal Romance “La Croce della Vita”, in “Il Sigillo di Lucifero” una nuova inquietante ombra incombe su Deva e i Vampiri Sincore. A fare luce sul mistero sarà proprio la nuova ospite della famiglia: la bizzarra ma affascinante vampira Paine.

COMMENTO: Questo 5° libro mi ha un po lasciato lamaro in bocca, perché anche se non vedo di leggere il prossimo perché adoro la saga questo mi ha delusa un po.
Come avevo detto nella recensione di Il tridente di Shiva il capitolo raccontato da Paine non mi era piaciuto molto a causa dello stile sgrammaticato usato e purtroppo questo libro è stata tutto raccontato da Paine quindi anche se più corto ho impiegato molto più tempo a leggerlo.
Anche se ho apprezzato che fosse Paine a raccontare la sua storia e mi è piaciuto molto leggere tutto quello che pensava di Michele. La loro storia non è stata una storia travagliata stile Deva e Gabriel ma ha avuto i suoi alti e bassi causati soprattutto dallinsicurezza di Paine e dai troppi ragionamenti di Michele.
L’autrice facendo parlare Paine è riuscita ad immedesimarsi molto bene in lei ed è riuscita a farci conoscere questo nuovo personaggio perfettamente in un solo libro e riuscendo a farci capire del perché dei suoi modi così rozzi.
Spero però che nei prossimi libri torni Deva a raccontare primo perché mi piace di più e poi perché adoro la coppia Deva-Gabriel e quindi vorrei sapere di più.
Capisco che non in tutti i libri della saga ci possa sempre essere azione però questo libro l’ho trovato un po’ morto, forse perché si è concentrato troppo in Paine. 
Però la rivelazione finale sul perché tutto stia succedendo e su come Paine e Deva siano collegate mi ha lasciata senza parole. Ho apprezzato particolarmente come l’autrice abbia reinterpretato a modo suo la Bibbia e sia riuscita ad utilizzare le parti che le interessavano per creare una grande guerra tra Furie e ... (Mi spiace ma già questo è stato un grande Spoiler quindi non vorrei mai rovinare il momento in cui scoprirete contro chi dovrà confrontarsi la “famiglia" Sincore).
Non vedo l’ora di scoprire nel prossimo capitolo le nuove avventure dei protagonisti e di sapere come andrà tra Paine e Michele.

Nessun commento:

Posta un commento