venerdì 25 settembre 2020

SEGNALAZIONE (25-09-20)

Ciao a tutti, oggi alcune segnalazioni.
Questo è il mio ultimo venerdì in Italia, mi fa molto strana tornare in Spagna dopo più di due mesi. Se da una parte mi sembra strano tornare dall’altro mi mancano le mie coinquiline e la mia vita là.

Parlando di letture, voi cosa state leggendo?
C’è qualche nuova uscita che volete recuperare assolutamente o che state aspettando con ansia?
Io non vedo l’ora di recuperare i cartacei della Maniscalco perché sono delle opere d’arte. Le uscite della Oscarvault mi stanno piacendo moltissimo.

Titolo: Genesi
Sottotitolo: Lucifer e l’eterna oscurità degli angeli
Autore: Fabrizio De Palma
Editore: autopubblicato
Data di uscita: 23/09/2020
Genere: Thriller Fanta-religioso, Urban Fantasy
Prezzo: 0,99€ ebook (prezzo di lancio), 10€ cartaceo
Pagine: 277
Disponibile su Amazon: https://amzn.to/2Hb6BXA

TRAMA:
Belfast, 1990. Anna ha sedici anni e come tutti gli adolescenti non si riconosce nelle autorità, nelle istituzioni e nella religione, ma a differenza dei suoi coetanei porta inconsapevolmente dentro di sé un potere che aspetta solo di essere schiuso.
Dintorni di Londra. Nya, cresciuta tra le tribù di zingari irlandesi e finita in un giro di prostituzione, invece di rassegnarsi a un’esistenza da vittima scopre di avere le forze per farsi giustizia da sé.
In un mondo dove Angeli e Demoni abitano la Terra e tessono le stesse trame della Storia, le sorti delle due ragazze sono destinate a intrecciarsi, influenzate dalla leggendaria figura di Lucifer, che sconvolgerà le loro esistenze.
Affascinante come un Urban Fantasy, scorrevole come un Thriller, accattivante come un Noir, “Genesi – Lucifer e l’eterna oscurità degli angeli” reinventa il romanzo fanta-religioso, sfruttando anche folklore e cultura pop contemporanea, per presentarci una realtà alternativa cupa e misteriosa, e intrattenerci con una trama ricca di intrighi, colpi di scena e suspense!

Autore:
Fabrizio De Palma vive a Cremona con la sua famiglia.
Ama la musica, i viaggi e gli scacchi.
Ma più di ogni altra cosa, adora le storie.
“Genesi – Lucifer e l’eterna oscurità degli angeli” è il suo romanzo di esordio.

Titolo: US
Autore: Teresa D.G.
Genere: Sport Romance (New Adult)
Pagine: 360
Volume: Autoconclusivo
Prezzo: € 2,99 e Kindle Unlimited
Uscita prevista: 24 Settembre
Pubblicato da: Collana digitale Brightlove, (Pubme)

TRAMA:
Due gemelli. Un terribile segreto. Un passato da dimenticare.

Candice e suo fratello gemello Charles, sono costretti a scappare e a cambiare identità. Mantenere un profilo basso e separarsi, è l’unica chance che hanno per restare al sicuro. Candice ora è Ella Brown, anonima commessa di un supermarket e inquilina di uno stabile dove, però qualcuno, la noterà eccome. Cameron Weber, campione della squadra di calcio dell’università della Virgina, non riesce a smettere di pensare a quella ragazza incredibilmente schiva e solitaria. Anche se Ella proverà ripetutamente ad allontanarlo, Cam tenterà in tutti i modi di guadagnarsi la sua fiducia, ma nascondere la verità avrà la priorità su ogni possibile attrazione tra di loro.
Lei vorrebbe essere invisibile. Lui non glielo permetterà. Perché, ogni volta che Ella e Cam sono insieme, ogni muro viene abbattuto per lasciare entrare la luce più bella, quella di cui tutti abbiamo bisogno. Ma se per un’innocua rivelazione, passato e presente, rischiassero di mescolarsi, rovinando ogni cosa?
Ella non dovrebbe lasciare tracce, ma quando l’amore verrà a cercarla, sarà Cam a trovarle tutte.

Dopo i bestsellers “Never let me go” e “She will be loved”, torna per la collana Brightlove (Pubme) l’emozionante penna di Teresa D.G., con un New Adult dal sapore di Sport Romance e con un pizzico di suspanse, che promette di farvi credere nell’impossibile. Perché non c’è niente che lasci più tracce di un cuore che vuole tornare a battere e ad essere di nuovo felice.

ESTRATTO:
“Discutere con Ella è come baciarla, c’è passione, follia e stordimento, e soprattutto è inevitabile.”

giovedì 24 settembre 2020

REVIEW PARTY: Ti aspettavo di Karen Morgan

Ciao, oggi vi parlo del nuovo romanzo di Karen Morgan.
L’ho letto in un giorno, dato che oggi era il mio giorno ma anche perché la storia era super scorrevole.
Voi avete mai letto un libro di questa autrice? A me lei piace molto.

Titolo: Ti aspettavo
Autrice: Karen Morgan
Genere: Contemporary romance
Editore: Self Publishing
Romanzo autoconclusivo
Prezzo: 10,40€ (cartaceo) 0,99€ (eBook)
Disponibile in Kindle Unlimited
Valutazione: ★★★,5

TRAMA:
Un matrimonio.
Una famiglia.
L’amore.
Se si sommano questi tre elementi si pensa alla realizzazione di un sogno, finché non viene letteralmente spazzato via.
Ed è quello che è successo a me, Sarah Dudley.
Ho dovuto ricominciare da capo e quando pensavo di aver chiuso per sempre con l’amore, ho incontrato lui: Robert Garcia.
Trent’anni.
Sexy.
Affascinante e… scontroso.
I suoi occhi chiari rapiscono e nascondono molto di più.
Quel di più che mi ha cambiato la vita...
COMMENTO:
Ho iniziato a leggere questo libro e devo ammettere che non ero del tutto convinta dalla storia, ma poi mi sono innamorata.
Robert e Sarah hanno sofferto entrambi per amore. Ma mentre Sarah crede ancora nell’amore Robert si è chiuso e non crede di poter tornare ad amare.

La loro conoscenza avviene per caso o destino e senza l’insistenza di Sarah molto probabilmente, anzi sicuramente, non sarebbe mai successo nulla tra i due. Anche se è grazie a lei che tra loro succede qualcosa ci sono stati momenti in cui l’ho odiata profondamente. In alcuni casi l’ho trovata davvero invadente, anche se allo stesso tempo è stato questo comportamento a far sì che Robert iniziasse ad aprirsi.

Jessica è una pazza fuori di testa. 
La situazione che si crea alla fine mi ha un po’ ricordato Cinquanta sfumature quando Anastasia viene rapita.
Ma devo dire che il finale mi è piaciuto tantissimo, mi ha davvero commossa perché sì mi aspettavo un lieto fine ma non uno così bello.

Oltre alla storia d’amore l’autrice fa, in un certo senso, una critica alla società. Molte delle cose che succedono in questa storia vengono causate dai pettegolezzi. In pratica in questa città la gente non riesce proprio a farsi i cavoli suoi, anche se si dice che così si campa cent’anni. Anzi, adorano parlare senza sapere nulla e giudicano addirittura la gente dalle dicerie che vengono dette.

Mi piace molto lo stile di scrittura di Karen Morgan, perché è molto fluido e ti trasporta nella storia. Non importa quante pagine siano, io non riesco a smettere di leggere finché non arrivo alla fine.

mercoledì 23 settembre 2020

FILM RECENSIONE: Maximum Ride

Ciao a tutti come state?
Voi avete visto questo film? A me incuriosiva molto anche perché so che è tratto da una saga di libri, ne avete mai sentito parlare? Vi sono piaciuti?
Vorrei leggerli ma allo stesso tempo non sono convinta al 100%, soprattutto dopo il film, quindi vorrei sapere se a qualcuno sono piaciuti.


Titolo: Maximum Ride
Genere: Fantascienza, avventura 
Durata: 88 min
Anno: 2016
Paese: Stati Uniti d'America
Valutazione: ★★
Trama: Max, Fang, Iggy, Nudge, Gasman e Angel sono sei ragazzi abbastanza normali eccetto il fatto che sono per il 98% degli umani e per il 2% uccelli. Sono cresciuti in un laboratorio, vivendo come dei topi in gabbia, ma adesso sono liberi. Ma sono diventati le prime prede degli Erasers, delle creature malvagie simili a lupi create con il solo scopo di distruggere lo stormo.
COMMENTO:
La storia non è male ma ci sono scene davvero ridicole. Capisco che essendo un film di fantascienza ci siano cose difficili da rappresentare e che se si ha un budget basso sia ancora più difficile, però certe cose potevano risparmiarsele.
Sicuramente il film è un film per ragazzi, e si nota, però si poteva cercare di realizzarlo un po’ meglio.

La durata è molto breve e ci permette quindi di conoscere poco i personaggi ed è solo un capitolo introduttivo. Però capiamo fin da subito che Max è il capo ed è anche quella che mi sta meno simpatica. Mi è piaciuta molto Nudge perché le piace la moda e si fa i vestiti da sola. (A me diverte molto comprare vestiti e poi modificarli un po’ per renderli miei)

La storia è molto veloce e con molti pochi colpi di scena. Anche se dovrebbe essere una storia con molta azione io devo dire che l’ho trovata molto piatta.
Non dico che l’azione non ci sia ma che sia come molto insulsa e fa sì che la storia si ancora più scontata.

È stato un film carino in un momento in cui non sapevo cosa vedere, sicuramente non lo riguarderei.

martedì 22 settembre 2020

RECENSIONE: La rosa dei venti -II- La dispersione di Mirko Hilbrat

Ciao a tutti come state?
Speravo di riuscire a pubblicare la recensione stamattina ma non avevo pensato al fatto che andando dall’oculista mi avrebbe messo le gocce per dilatare le pupille quindi non sono riuscita a mettermi al computer.
Oggi mi sono anche accorta di essere arrivata a leggere 40 libri dall’inizio dell’anno, e credo che per me sia un record. Non ricordo di aver mai letto tanto e devo dire che a parte qualche libro tutti quelli che ho letto mi sono piaciuti moltissimo.

Qui trovate la recensione del primo volume:
https://libriunapassione.blogspot.com/2020/04/recensione-le-gocce-di-lazhull-di-mirko.html

Titolo: La rosa dei venti -II- La dispersione
Autore: Mirko Hilbrat
Editore: Youcanprint
Pagine: 376
Prezzo: 14,25€ (cartaceo) 1,99€ (eBook)
Valutazione: ★★★,5

TRAMA: Zaurel è cambiata. Il misterioso evento conosciuto come “Dispersione”, avvenuto durante la battaglia di Alexandria, ha stravolto e modificato in maniera significativa il mondo conosciuto, infrangendo ogni equilibrio legato al potere dello Stigma. Chi era già in grado di percepirlo, ora ne abusa. Chi ne conosceva i segreti, ne ha ora maggior comprensione. Chi ha saggiato per la prima volta il suo potere ancestrale, ora ne è schiavo. In un mondo sull’orlo del caos l’Organizzazione E.D.E.N. tenta con ogni mezzo di trovare il modo per rendere reversibile lo stato delle cose, supportata anche dai superstiti del Reame d’Ametista, salvi grazie al proprio operato. Diamanda parte alla ricerca della principessa di Nazela di cui si sono perse le tracce, imbattendosi in una misteriosa bambina ed una pericolosa creatura… Ravana Marduk, supportata dal Primo Arconte e dal principe Mortis, persegue una sanguinosa caccia alla ricerca di uno dei quattro Esarchi dei draghi… I “Frammenti” di un mosaico infranto iniziano a ricomporsi. Tra questi, un nome resta scolpito nella memoria di chi è sopravvissuto… il nome di qualcuno che sembra perduto per sempre: Rion.
COMMENTO:
La storia inizia esattamente da dove l’abbiamo lasciata nel primo volume. Per aiutarci, e di questo gli sono molto grata, l’autore all’inizio ha messo un piccolo riassunto e una sezione con i personaggi già incontrati.
Non  scopriamo subito cosa è successo hai personaggi durante lo scontro ad Alexandria, lo veniamo a sapere poco a poco, mentre allo stesso tempo scopriamo ciò che accade nel presente.

Devo ammettere che all’inizio il continuo cambio di personaggi mi ha un po’ destabilizzata, anche perché non mi ricordavo proprio di tutti. Ma più la storia andava avanti e anche grazie al riassunto iniziale sono riuscita a ricollegare tutti i pezzi.

In questo volume c’è molta più azione rispetto al precedente, dove nemmeno lì mancava, e questo mi è piaciuto molto perché lo ha reso molto dinamico. Non c’è un momento senza azione perché c’è sia nei capitoli che parlano del passato sia nei capitoli che parlano del presente.
Qui riusciamo a conoscere meglio l’organizzazione E.D.E.N e i cardinali dei quali nel precedente volume troviamo solo qualche riferimento. Ma anche se li conosciamo un po’ meglio comunque ci mancano ancora molte informazioni, che spero tanto avremo nel prossimo volume. Conosciamo meglio anche la strega, Ravana Marduk, che già odiavo e ora detesto completamente.

In questo volume il protagonista, Rion, viene in qualche modo eliminato, nel senso che di lui sappiamo solo alla fine. Da una parte mi è dispiaciuto perché Rion mi è piaciuto fin dal primo momento, ma capisco anche la scelta fatta dall’autore perché fa sorgere una domanda a cui possiamo dare una risposta solo alla fine.

Non vedo l’ora di come continuerà la storia anche perché le domande dopo questo volume sono molte. Parlando con l’autore ho scoperto che prima del terzo volume verrà pubblicato uno spin-off in cui si parlerà della principessa Syria, della quale viene solo accennato in questo volume.

lunedì 21 settembre 2020

GRISHAVERSE di Leigh Bardugo - Sfogo con Spoiler

Eccomi finalmente con il post in cui mi sfogo su questa duologia che ho amato.
So che molti di voi li hanno letti quando sono usciti, quindi è passato un po’ di tempo. Ma io avevo assolutamente bisogno di poter parlare con qualcuno. 
Se ancora non avete letto questa duologia o vi manca la lettura de Il Regno Corrotto, allora vi consiglio di non continuare a leggere questo post.

Ci sono due immagini perché entrambe le fanart mi piacevano tantissimo quindi non sapendo scegliere le ho usate entrambe.


Ho voluto scrivere questo post perché da quando ho iniziato a leggere Sei di corvi mi sono lasciata trasportare nel mondo creato dall’autrice. Il problema è che più andavo avanti e più mi affezionavo ai personaggi quindi sapevo che sarei arrivata ad un momento in cui avrei sofferto.

Kaz è uno dei personaggi che più mi ha colpito perché ha una mente davvero contorta. Crea dei piani che nessuno saprebbe nemmeno immaginare e a causa di quello che è successo a suo fratello non si fida di nessuno, o almeno è quello che crede lui. Più andavo avanti nella storia più si notava che anche se non voleva ammetterlo nemmeno a se stesso Kaz di Inej si fida, non solo prova qualcosa che ovviamente vuole nascondere. Il finale mi è piaciuto tantissimo perché il fatto che ritrovasse i genitori di lei, la possiamo definire, la dichiarazione d’amore più bella mai vista. 
Ma quello che davvero mi ha colpita è stato scoprire il motivo per il quale porta sempre i guanti. Anche dopo averlo saputo non potevo immaginarmi fino che punto fosse forte la sua fobia ma più andavo avanti con Il Regno Corrotto più si scopre e mi ha davvero colpito. Ecco perché all fine quando si convince a toccare Inej senza guanti già mi aveva colpito.

Quello che mi ha portato però a fare questo post è stato il destino che l’autrice ha riservato a Matthias.
So che molti lettori non l’hanno amato particolarmente ma io devo ammeterò che in un cero modo lo capisco. Per lui non è affatto facile cambiare completamente il suo pensiero soprattutto dopo anni di “lavaggio del cervello” fatto da Brum.  Capisco che abbia dei sentimenti per Nina, e alla fine lo dimostra molto bene tradendo i suoi stessi compagni, ma capisco anche che per lui lei è quello che gli hanno insegnato ad odiare.
Si vede che ha avuto un addestramento militare e che ritrovarsi in una banda di criminali non lo fa sentire a proprio agio ma giorno dopo giorno si impegna per sentirsi più a suo agio. 
Quando finalmente riesce a dimostrare a Nina quanto la ama e quando finalmente aveva trovato un posto in quello strambo gruppo l’autrice decide di farlo uccidere.
Io non potevo crederci, ho dovuto rileggere due volte quelle pagine ma soprattuto ho pianto come una fontana. È stato un momento terribile da cui ancora non sono riuscita a riprendermi, non so voi.

Se questa duologia mi ha dato tante gioie e risate e mi ha fatto innamorare dei personaggi come non mai mi ha anche distrutto.
Sono sei ragazzi, anche se alcune volte mi dimenticavo delle loro età, e a quattro di questi hanno dato un lieto fine mentre a due hanno distrutto quello che già avevano. 
Potevo aspettarmi che tra Inej e Kaz finisse molto male ma di certo non che a Nina le avrebbero portato via tutto.

Anche dopo tutta la tristezza però la felicità di Wylan e Jesper un po’ mi ha aiutata a superare il lutto, anche se non del tutto.
Devo dire che sono una coppia strana però mi piacciono perché l’esuberanza di Jes viene in un certo modo controllata dalla pacatezza di Wylan. 
E poi bisogna dirlo, Wylan è proprio un cucciolotto che si merita di essere un po’ felice dopo tutto quello che lo stronzo del padre gli ha fatto passare.

SEGNALAZIONE: Ti aspettavo di Karen Morgan


Buongiorno leoncini, oggi è il giorno dell’uscita del nuovo romanzo di Karen Morgan.
Voi avete letto qualche romanzo di questa autrice? Se sì quali? 
Partecipo al Review Party di questo nuovo romanzo, quindi giovedì 24 uscirà la mia recensione sul blog 😘

Titolo: Ti aspettavo
Autrice: Karen Morgan
Genere: Contemporary romance
Editore: Self Publishing
Data di pubblicazione: 21 settembre 2020
Romanzo autoconclusivo
Prezzo ebook: 0,99€
Disponibile in Kindle Unlimited
Prezzo cartaceo: da definire

TRAMA:
Un matrimonio.
Una famiglia.
L’amore.
Se si sommano questi tre elementi si pensa alla realizzazione di un sogno, finché non viene letteralmente spazzato via.
Ed è quello che è successo a me, Sarah Dudley.
Ho dovuto ricominciare da capo e quando pensavo di aver chiuso per sempre con l’amore, ho incontrato lui: Robert Garcia.
Trent’anni.
Sexy.
Affascinante e… scontroso.
I suoi occhi chiari rapiscono e nascondono molto di più.
Quel di più che mi ha cambiato la vita...


domenica 20 settembre 2020

COVER REVEAL: Shiva occhi belli di Monique Vane

Titolo: Shiva occhi belli
Autore: Monique Vane
Volume: autoconclusivo
Editore: Self Publishing
Genere: Romanzo Erotico, Romanzo rosa
Data pubblicazione: 23 settembre
Prezzo: 11,99€ (cartaceo) 2,99€ (eBook)
Kindle unlimited: disponibile

TRAMA:
Eva vive nel suo mondo fatto di sfumature di grigio. I suoi occhi vedono a tratti i colori, e la sua vita è un continuo mettere a fuoco per poter identificare volti, oggetti, persone.
Ector Collins è un uomo affascinante, ricco e sicuro di sé, i suoi occhi color oceano non lasciano indifferente nessuna donna.
Quando Ector Collins si presenta nel negozio di alta moda, dove Eva lavora da tre anni, l’incontro fra i due è quasi inevitabile e la profondità azzurra dei suoi occhi risalterà vividamente in quelli di
Eva. Il contatto con quell’uomo susciterà nella ragazza qualcosa di elettrizzante e profondo, di unico.
Se il caso vorrà che Eva si ritrovi senza lavoro, il destino invece deciderà che lei ed Ector incrocino ancora le loro strade. La magia che l’accompagna da quell’incontro con Ector, sembra non finire e un annuncio di lavoro le permetterà di rituffarsi in quegli occhi blu oceano e chissà, forse di poterci nuotare.
In giro per il mondo fra Londra, Milano, Norvegia e Grecia, Eva ed Ector si concederanno la possibilità di essere felici?
Che cosa succederà al mondo fatto di sfumature grigie di Eva?

SEGNALAZIONE (25-09-20)

Ciao a tutti, oggi alcune segnalazioni. Questo è il mio ultimo venerdì in Italia, mi fa molto strana tornare in Spagna dopo più di due me...