venerdì 26 giugno 2020

Recensione App Boundlessbook

Buongiorno, oggi vi parlo di una fantastica applicazione creata da Flora A. Gallert.
Ho avuto il piacere di provarla e vedere che è davvero fatta bene, ma soprattutto è semplice e questo fa si che la possano usare tutti.

Nuova App per lettori!
Ciao a tutti, oggi vi parlo di della nuova App creata da Flora A. Gallert, una lettrice, autrice e direttrice editoriale. 

Ha creato una parte gratuita per tutti, dove si può condividere e partecipare nella sezione Social Wall, è una bacheca dove gli utenti possono parlare delle loro letture, dare le loro opinioni e chiedere consigli.
Poi c’è una parte a pagamento, dove si possono scaricare fino a 20 titoli al mese in Pdf.


Come si può vedere dalle foto, anche se un po’ sfuocate, l’app è molto intuitiva e semplice.
La prima immagine mostra la schermata iniziale, con le 5 sezioni.
  • Social Wall: sezione totalmente gratuita, dove interagire con altri utenti, leggere le loro recensioni e chiede consigli. (Questa sezione si vede nella seconda foto)
  • Abbonati: è la sezione che serve per potersi abbonare, il costo è di 0,99€ al mese, c’è anche la possibilità di pagare immediatamente 11,88€ per tutto l’anno.
  • Books: è la sezione dove scaricare i libri. Si divide in 4 generi, Romance, Erotico, Fantasy e Giallo/Thriller. (Questa sezione si vede nella terza foto). I libri cambiano ogni mese, così da avere sempre un amplia scelta di titoli. 
  • Soon: è la sezione dove si può vedere i prossimi libri in arrivo.
  • Account: è la sezione, come si può intuire, dove creare e modificare il proprio account.
Mi è piaciuto molto utilizzarla e per questo continuerò a farlo e ve la consiglio.
Come abbiamo visto è un’App semplice che porterà i lettori ad amarla grazie alla sua semplicità e alle possibilità di scelta che da nei libri. Mi piace molto il fatto che la parte Social Wall sia gratuita a tutti, perché anche coloro che non vogliono abbonarsi hanno la possibilità di conoscere persone e chiedere consigli ad altri lettori.

LINK UTILI E CONTATTI:

Play Store:

App Store:


Visita il sito:


Per info contattare:

giovedì 25 giugno 2020

SEGNALAZIONE: Monstrum di Kat Ross

Titolo: Monstrum (Il Quarto Talismano – Vol. III)
Autrice: Kat Ross
Editore: Dunwich Edizioni
Genere: Epic Fantasy/Fantasy storico
Pagine: 340
Prezzo: ebook € 4,99 (offerta lancio a € 1,99 fino al 5 luglio 2020)
Data di Uscita: 26 giugno 2020
Link d’acquisto: 
Kobo: https://bit.ly/2A066fM

TRAMA:
Nel terzo volume della serie Il Quarto Talismano, la caccia è iniziata per i tre daeva i cui poteri hanno già salvato il mondo una volta…

Sul Mar Bianco, dominio di tempeste e mostri marini, una nave trasporta Nazafareen e Darius alle Isole dei Marakai, dove la saggia Sakhet-ra-katme custodisce da secoli il segreto dei talismani. Ma c’è anche qualcun altro che la sta cercando, un daeva nato nella brutale prigione della Fornace, che ha intenzione di usare i talismani per liberare i Vatra e il loro re folle. Quando le loro strade si incrociano nel sontuoso palazzo dell’imperatore di Tjanjin, Nazafareen e Darius affronteranno il loro nemico più mortale e astuto di sempre.

Nella roccaforte montana di Val Moraine, i seguaci della Pizia fiutano la presenza di un altro talismano, quello del clan Danai. Dietro la spessa parete di ghiaccio, il nervosismo continua a crescere, il perfetto calderone di sospetto e tradimento per Thena, che vede la possibilità di riscattarsi dopo il suo fallimento, riportando il talismano a Delfi. Allora sarà libera di dare sfogo alla sua perversa ossessione per Darius e fargliela pagare.

A Samarcanda, Javid rimane invischiato nelle insidiose trame di una successione reale. Quando il vecchio re muore e suo figlio ascende al trono, le profondità della depravazione del principe si fanno più chiare. Un viaggio verso nord rivela la fonte della polvere d’incantesimo da cui è dipendente… e lascia Javid di fronte a una scelta impossibile.


Dicono di Monstrum:

La trama è ricca e complessa, ogni pagina è piena di azione, amore o bugie. Kat Ross scrive storie fantasy da leggere tutte d’un fiato. Prendete Nocturne, Solis e Monstrum, rinchiudetevi da qualche parte con un bel po’ di snack e leggeteli! (I Love a Good Book)

Un fantasy oscuro e potente… Monstrum è il suo miglior libro di sempre! Una storia ricca e tormentata, con una possente magia contenuta a malapena e un incredibile cast di personaggi indomabili e moralmente complessi. (FlyLef Reviews)

Monstrum è qualcosa di speciale. Questa volta Kat Ross ha davvero alzato la posta in gioco e i personaggi sono costretti a prendere tonnellate di decisioni difficili. È stato pieno di azione, divertente da leggere e logorante. Il mio cuore ha martellato per tutto il tempo! (Rattle the Stars)

Questo è il terzo libro di una serie epic fantasy che mi ha dato dipendenza. Dai corrotti ai perversi, dai nobili agli smarriti, tutti i personaggi hanno il loro posto e Kat Ross ti lascia con il desiderio di conoscere le loro storie. (Books2Blog)

L’AUTRICE
Kat Ross ha lavorato come giornalista delle Nazioni Unite per dieci anni prima di ritirarsi felicemente a fare ciò che le piace di più: inventare storie. È l’autrice del thriller distopico Some Fine Day, della serie Il Quarto Elemento, e della nuova serie Gaslamp Gothic. Adora la magia, i mostri e gli sce­nari apocalittici. Pre­feribilmente con i mutanti.

COVER REVEAL: Tutta colpa del tight di Silvia Calandra

Titolo: Tutta colpa del tight
Autrice: Silvia Calandra
Editore: Royal Books Edizioni
Data di pubblicazione: 13 luglio 2020 (su tutti gli store digitali)
Genere: Contemporary romance
Standalone


TRAMA: 
Christine, reduce da un passato non roseo dal punto di vista sentimentale, ha finalmente trovato la sua strada tra le vie e i grattacieli di Manhattan. La sua vita gira intorno a una cosa sola: il lavoro.
Solo l’amicizia con Sarah, l’unica collega con cui va davvero d’accordo, riesce a distrarla dalle lunghe giornate newyorkesi. Il suo carattere troppo spigoloso, infatti, non le ha consentito di circondarsi di amici nel corso del tempo... per non parlare degli uomini. Di loro è sempre meglio non fidarsi, non si dovrebbe mai abbassare la guardia.
Di certo Chris non è preparata, in una giornata come le altre, a imbattersi in Thomas, nuovo stagista alle sue dipendenze, tremendamente sexy e dannatamente disponibile a esserle amico.
Tra piccole bugie, viaggi intercontinentali e baci rubati... riuscirà Chris a trovare il suo nuovo equilibrio?


*** Il romanzo è la riedizione, rivista e corretta di “L’amore sa di fragola”, autopubblicato nel 
2017***

COMUNICATO STAMPA

Modena, Firenze, 25 giugno 2020 – Non c’è abito che si addica meglio di un tight a un contesto Royal e non c’è romanzo che si abbini meglio di “Tutta colpa del tight” al catalogo della Royal Books Edizioni. Era vintage, ma aveva ancora il cartellino attaccato all’etichetta: sono bastate delle forbici, un ago e un rocchetto di filo per trasformare quella di Chris e Thomas in una nuova storia tutta da scoprire. Il 13 luglio “Tutta colpa del tight” di Silvia Calandra arriva sugli store digitali: è tempo di esporlo in vetrina.

Tra la formalità e la fermezza passa una linea sottile, spessa quanto il filo imbastito attorno alla manica di un tight. È una cucitura indispensabile per adattare la stoffa alla circonferenza del polso, ma è provvisoria. Una volta tagliata via, lascia che formalità e fermezza fascino alla perfezione le braccia di Thomas Campbell. Che prima di essere uno stagista, è un british man di polso fatto apposta per l’abito inglese per eccellenza. E al fascino del tight, che gli calza a pennello, cede persino Chris Puccinelli, la sua responsabile.

Da brava italiana trapiantata a New York, Chris ha conservato il buon gusto in fatto di moda. Ecco perché a un capo di alta sartoria non resta indifferente. Ma oltre all’abito – anzi, dentro – c’è Thomas, che tra gli uomini sa distinguersi come il tessuto pregiato del suo vestito. Chris capisce subito che lo stagista ha la stoffa del seduttore e cerca di tenerlo a distanza. Impedire alle loro trame di intrecciarsi, però, è quasi impossibile.

Tra un tentativo e l’altro di sfuggire dalle mani del sarto più romantico di sempre, il destino di Chris si annoda attorno allo stesso spillo fissato sul tight di Thomas. E sebbene abbia trovato un appiglio, la ragazza non riesce a ignorare la paura di pungersi. D’altronde, è il rischio che correrà se sceglierà di buttarsi tra le braccia di un uomo dall’abito su misura.

C’è una linea sottile tra ingenuità e fiducia ed è spessa quanto il nodo che si aggroviglia attorno allo spillo fissato da un sarto sulla manica di un tight. Chris la teme, ma dovrà imparare a oltrepassarla saltando via dal passato. “Tutta colpa del tight” è un romanzo in cui ogni filo si snoda per poi intrecciarsi di nuovo in trame imprevedibili.

mercoledì 24 giugno 2020

FILM RECENSIONE: Code 8

Ciao a tutti lettori, come state?
Oggi più che una recensione è un po’ uno sfogo personale. Utilizzo questo film di fantascienza perché mostra esattamente una realtà in cui spero i miei figli, se mai ne avrò, non dovranno mai vivere. Spero che un giorno nessuno abbia paura di morire solo per il colore della sua pelle ma che saremo tutti uguali.
Mi spiace se vi aspettavate una recensione diversa, ma sento che questo fosse il posto e il momento giusto per esprimere il mio parere.

Titolo: Code 8
Genere: Thriller, fantascienza
Durata: 98 min
Anno: 2019
Paese: Stati Uniti d'America
Valutazione: ★★★
Trama: In un futuro prossimo, le persone dotate di superpoteri sono bandite. Un uomo dedito a lavori manuali, che nasconde i suoi poteri in pubblico, prova a usare le sue strabilianti capacità per associarsi con alcuni criminali e raccogliere il denaro necessario a curare la madre malata.
COMMENTO:
Questo film parla di persone con super poteri, quindi di fantascienza, ma parla di razzismo bello e buono. All’inizio le persone con i poteri sono utili ma poi quando non servono più vengono messe da parte e si inizia ad avere paura di loro.
Vengono lasciati nella povertà e poi ci si chiede perché si diano alla delinquenza. I poliziotti nei loro confronti hanno solo pregiudizi, ma soprattutto sono sempre pronti alla violenza, perché per loro le persone con poteri sono solo persone violente.

Questo film ci mostra come delle persone diverse da quelle che il mondo classifica normali, vengono completamente emarginate. In questo mondo un ragazzo che ha sempre seguito le regole ed ha sempre rispettato le leggi, anche se tutte contro di lui, si trova a dover fare una scelta. Deve scegliere se salvare sua madre facendo soldi rapidamente, o continuare a rispettare le regole e sperare in un miracolo divino. Ovviamente la scelta sarebbe ovvia per chiunque, ma questo non vuol dire che sia facile, anzi...
Connor sceglie il mondo della delinquenza solo perché non può e non vuole perdere anche sua madre. Per lui quel mondo è orribile, ma lo vede come la sua unica possibilità, anche se questo vuol anche dire mentire all’unica persona che conta davvero e rischiare di far del male ad altre persone.

Il film in se è carino ma non si può neanche dire che sia il più bello che abbia mai visto. Ci sono scene che sono abbastanza scontate, come certi caratteri e decisioni di alcuni personaggi sono dei cliché.
Però questofilm oltre ad avermi intrattenuta per un po’ mi ha anche portato a riflettere e a notare molte somiglianze tra il mondo del film e il nostro. Somiglianze che nell’ultimo periodo si stanno facendo notare. Bisogna che il mondo inizi ad aprire gli occhi e a vedere che siamo tutti uguali ma soprattutto dobbiamo dimostrarlo davvero e non solo a parole ma con fatti.

martedì 23 giugno 2020

RECENSIONE: Blackfriars - L’ordine della penna di Virginia De Winter

Ciao a tutti, come state?
Io ultimamente leggo meno, anche se con il fatto che ho poca voglia di studiare, cosa sbagliatissima visto che mercoledì prossimo inizieranno le mie due settimane di inferno, sto leggendo un po’ di più.
Chiedo scusa a tutti coloro che mi hanno mandato i loro libri e stanno ancora aspettando le recensioni, appena sarà finito questo periodo mi rimetterò in pari, grazie per la pazienza 😘
Voi cosa state leggendo di bello?

Se non avete letto il libro e nemmeno il primo volume della serie, non leggete questa recensione perché potrebbero esserci degli spoiler.

Titolo: Blackfriars - L’ordine della penna (vol.2)
Autore: Virginia De Winter
Editore: Fazi Editore (collana Lain)
Genere: Epic Fantasy
Pagine: 500
Prezzo: 16,60€ (cartaceo) 5,99€ (eBook) anche su KindleUnlimited
Valutazione: ★★★★★

TRAMA:
Altieres, l’antica dinastia regnante nel Vecchio Continente, si è estinta dopo la violenta morte di tutti i suoi eredi e a portare il nome dell’antica casata sono rimasti solo i vampiri Blackmore, creature immortali a cui regnare non è permesso. Ma qualcosa ora è cambiato: Sophia Blackmore, unica erede della dinastia, creduta morta da anni, è stata ritrovata, e la Vecchia Capitale non sarà più la stessa. Gli oscuri segreti degli Altieres stanno tornando a calare ombre sulla città e spettri senza volto si aggirano per le strade terrorizzando cittadini e studenti. Mentre Sophia sta invece imparando a conoscere la sua nuova vita e cosa significhi essere una Blackmore, Eloise Weiss, coraggiosa eroina protagonista dei due romanzi precendenti, deve affrontare forze che nemmeno i suoi poteri possono governare. I morti non possono infatti riposare in pace, disturbati nel loro eterno sonno da forze oscure e implacabili, forse collegate al ritorno dell’erede di Altieres e alle sconvolgenti verità che i vampiri Black-more nascondono da secoli e ora sono sfuggite al loro controllo.
COMMENTO:
Questo secondo volume inizia da dove viene lasciato il primo volume, cioè con la scoperta di chi è l’ultimo Blackmore sopravvissuto.
Come scopriamo proprio all’ultimo del primo volume l’ultimo Blackmore è Sophia, una ragazza di cui si accenna un po’ nel primo volume perché amica di Jordan Vandemberg, il più piccolo dei fratelli Vandemberg.
Sophia è cresciuta in un orfanotrofio di Aldenor e non conosce nessuna delle  tradizioni di Altieres e questo la porta a non essere accettata immediatamente dal suo “popolo”.
Per di più non ha mai avuto una famiglia, a parte Julian, e questo la porta a non saper bene comportarsi, sopratutto perché la prima parte della famiglia che conosce sono i Redivivi, che la fanno sentire a casa ma la mettono anche in soggezione.

Essere la ultima Blackmore porta però molte responsabilità ma soprattutto significa dover dimostrare alla sua Nazione che è adatta a governare, anche perché sono 16 anni che i Sinclair, soprattutto Gabriel, rivendicano il trono.

La stirpe Blackmore non è completamente umana, un terzo di loro ha una parte del presidio, un terzo è umano e uno è divino. Gabriel giocherà proprio sulla natura non completamente umana dei Blackmore per cercare di avere il trono.
Gabriel, da come lo conosciamo nel primo volume, è un ragazzo perfido che ama comandare ma soprattutto adora le risse.
In questo volume, però, conosciamo davvero Sophia e Gabriel, due persone completamente diverse ma che si trovano a fronteggiarsi per lo stesso obiettivo, il trono di Altieres.
Questo desiderio di essere i nuovi sovrani li porterà a scontrarsi ma anche a conoscersi in un modo davvero assurdo. 

In questo volume, finalmente iniziamo a conoscere un po’ meglio il personaggio di Clarissa Granville; si inizia a conoscere un po’ meglio il suo passato, ma soprattutto scopriamo che non tutto l’amore di Ashton nei suoi confronti era corretto come neanche tutto l’odio del comandante Lasiere.
Non vedo l’ora di parlarvi del terzo volume, dove finalmente i grandi segreti verrano allo scoperto ma soprattutto ognuno dei personaggi a cui ci siamo affezionati, dovranno affrontare grandi prove e soprattutto le loro paure.

lunedì 22 giugno 2020

TATTOO DAY: Triskelion

Ciao a tutti, come state?
Io mi sono resa conto di essere abbastanza nella merda con lo studio. Non mi ero resa conto che già settimana prossima inizia luglio e quindi anche i miei esami. 
Devo riuscire assolutamente a passarli quindi se questa settimana sarò ancora meno presente del solito perdonatemi per favore :)

L’immagine qua sotto con il tatuaggio, non è esatta al cento per cento ma trovarla esattamente come descrive il libro è praticamente impossibile, o almeno lo è stato per me.
Qualcuno di voi ha questo tatuaggio?

TRISKELION
(dal greco “dotato di tre gambe”), detto anche triskele, è un antichissimo simbolo che risale all’età del bronzo. Ce ne è giunta memoria della decorazione di uno scudo di guerra rinvenuto ad Atene, ma anche da alcune incisioni sui massi megalitici d’Irlanda. In senso stretto, lo si può intendere come tre gambe, collegate e unite fra loro da un ginocchio posto al centro del segno, disposte all’interno di un cerchio in una formazione a spirale che imprime al disegno un evidente senso di movimenti rotazionale. Facilmente, proprio per queste sue caratteristiche e per la matrice spiraliforme, questo simbolo può trasformarsi in altri affini come la spirale tripla oraria, il cui movimento segue, per l’appuntamento, il senso orario delle lancette dell’orologio. Al pari di tutti gli altri simboli che si fondano su una composizione a tre elementi, anche questo, una volta entrato a far parte della iconografia cristiana, è diventato emblema della Trinità.

Estratto preso da Terisa Green;Greg James. "L'arte del tatuaggio”

sabato 20 giugno 2020

SEGNALAZIONE: Zugzwang – Il dilemma del pistolero di Alessandra Pierandrei

Titolo: “Zugzwang – Il dilemma del pistolero”
Autrice: Alessandra Pierandrei
Editore: Nativi Digitali Edizioni
Sito web editore: www.natividigitaliedizioni.it
Data di uscita: 30 giugno 2020
Genere: Western, Romanzo storico
Collana: “Storie”
Prezzo: Ebook 3.99€ (offerta di lancio 2.99€), cartaceo 12€
Formato: ebook (epub, mobi, pdf) e cartaceo su Amazon
Pagine: 186

Link per acquisto e altre info: http://www.natividigitaliedizioni.it/prodotto/zugzwang-il-dilemma-del-pistolero
Blog autrice: https://magicnightfall.tumblr.com/
Pagina Instagram: https://www.instagram.com/ale_pierandrei_autrice/
Profilo Twitter: https://twitter.com/pierapi

TRAMA:
È il 1888, e Jasper Stevenson, considerato tra i migliori pistoleri del West, ha da tempo appeso le Colt al chiodo per trasferirsi nel pacifico Oregon. In una delle tante giornate trascorse tra le bottiglie e i fantasmi di antichi drammi, l’ex-pistolero viene disturbato da un’offerta di lavoro del ricco imprenditore Barnett, uno di quelli che non sanno accettare un “no” come risposta. Quando le carte vengono scoperte, un dilemma scuote l’indolenza di Jasper: tenere chiuse le porte del proprio scottante passato, con il rischio che venga fatto del male a persone a lui care, o aprirle, al costo di dover finalmente fare i conti con se stesso? Come spesso accade, vince il “male minore”, o almeno quello che è ritenuto tale…

Senza altra scelta che intraprendere un viaggio che lo condurrà fino in Oklahoma, a lui si unirà Katharine, una giovane donna smaniosa di vedere il mondo al di fuori del circo di Buffalo Bill, e che forse conosce la vita e le sue avversità più di quanto Jasper, all'inizio, sia disposto ad ammettere.

In “Zugzwang – Il dilemma del pistolero” Alessandra Pierandrei non ci racconta solo la storia di un viaggio avventuroso, ma anche uno scorcio sul passato e presente di un variegato e affascinante gruppo di personaggi, restituendoci un’accurata e appassionante rappresentazione di drammi e amenità ai tempi del Selvaggio West, dove non è tutto oro nero quel che luccica...


L'autrice:
Alessandra Pierandrei, anni trentuno all’anagrafe, ma niente di serio.
Con evidente sconsideratezza si è laureata in giurisprudenza e poi, con altrettanta, è diventata avvocato.
Scrive, oltre che per lavoro, anche per hobby: gestisce infatti un blog in cui blatera delle cose più disparate e per anni ha fatto parte dello staff di Parole Pelate, un sito che recensisce serie tv, libri e film.
Nel 2017 ha frequentato il corso di scrittura e sceneggiatura della Scuola Internazionale di Comics di Jesi (ora Acca Academy) tenuto da Marco Greganti e Giulio Antonio Gualtieri.
Passa il tempo a sognare a occhi aperti come Snoopy, ma in realtà è Charlie Brown.

venerdì 19 giugno 2020

SEGNALAZIONE: Felici basta esserlo di Christian Paglia

Titolo: Felici basta esserlo - La storia di nostra figlia Monica e della sua malattia
Autore: Christian Paglia
Editore: Casagrande
Genere: Salute e Benessere, Biografia
Pagine: 96
Prezzo: 11,40€ (cartaceo) 8,99€ (eBook)

TRAMA: 
Monica ha 13 anni e una bella famiglia: papà Christian, mamma Barbara e una sorella maggiore, Vanessa. Le piace correre, fare capriole nell'acqua, andare a scuola, viaggiare e stare con i suoi amici. Ma un giorno la vita si capovolge: a Monica viene diagnosticato un tumore osseo maligno. È una malattia rara e la strada da fare è lunga: operazioni, chemioterapie, esami, tante rinunce. Tra dolore, speranze e desideri Monica non perde mai il suo sorriso: è lei che infonde ottimismo nei suoi cari e li incoraggia a guardare «fino all'infinito e oltre». Ma questa non è soltanto la storia di Monica, è la storia di tutta la sua famiglia - qui raccontata dal papà -, la storia di relazioni fatte di amore e solidarietà, che nel momento più doloroso si rafforzano e fanno scudo per proteggere chi è più fragile. Al legame con i genitori e la sorella, si aggiunge quello con Sabrina (LaSabri di YouTube, tanto amata dai giovanissimi e che qui firma la nota a chiusura del libro), che diventa l'amica del cuore di Monica. Anche lei, con generosità e affetto, le resta accanto fino all'inevitabile epilogo, che giunge tre anni dopo la scoperta della malattia. Monica ci insegna a guardare le cose in un modo nuovo e lo fa attraverso le parole di chi l'ha amata moltissimo. Ci insegna l'amore per le piccole cose, la solidarietà incondizionata, la bellezza di saper guardare oltre le difficoltà, perché, in fondo, felici basta esserlo.

SEGNALAZIONE: Ambitum Surrexit - La rosa dei venti di Denis Valentini

Titolo: Ambitum Surrexit - La rosa dei venti
Autore: Denis Valentini
Editore: Gruppo Albatros Il Filo
Genere: Thriller
Pagine: 193
Prezzo: 14,90€ (cartaceo)

TRAMA: 
Una serie di inspiegabili omicidi sta disegnando negli Stati Uniti d'America una mappa del terrore. A cercare di mettere un freno alla scia di sangue che imbratta il Paese, una singolare squadra composta da quattro uomini: un poliziotto spagnolo, un agente della F.B.I., un pugile cubano, stella nascente della box mondiale e un ex baro, deciso più che mai a ricostruirsi una dignità. John, questo il suo nome, ha un intuito formidabile e una straordinaria capacità di cogliere particolari impercettibili, affinata in lunghi anni spesi sul tavolo da gioco; queste sue doti, unite alle indagini dei federali e al coraggio del campione olimpico del ring, costituiranno l'unico argine possibile al dilagare di un disegno criminale,un piano dietro al quale si nasconde la mano di un ordine antichissimo, nato per la difesa dei piccoli, i cui nobili principi sembrano soffocare nella sete di potere...

COVER REVEAL: Gigolò di Alma Rose

Titolo: Gigolò
Autore: Alma Rose
Editore: Ode edizioni
Genere: commedia romantica
Prezzo ebook: offerta #summerode solo il 23 giugno 0.99€ poi 2.99€
Prezzo cartaceo: 12.99€
Data pubblicazione: 23 giugno
Pagine: 240
Autoconclusivo

TRAMA:
Lorenzo e Adrian sono acqua e olio, luce e ombra. Lorenzo è il capo, sogno proibito. Adrian vende il suo corpo, è la passione reale. Venusia imparerà presto che l'avventura di una notte può avere un seguito, anche se in modo del tutto inaspettato.
Ironico, irriverente e sensuale, Gigolò è la storia d'amore fra un moderno e insospettabile Cenerentolo e una pragmatica e sagace donna in carriera.

Estratto: 
È come se nel tentativo di trovare un unicorno, io avessi la predestinazione a scovare l’unico somaro nascosto tra la mandria.

Biografia:
Laura Fiamenghi, classe 1985, appassionata di Romance e Fantasy per lei scrivere é regalare attimi di buon umore.
“La mia più grande soddisfazione è quando un lettore mi scrive e dice di essersi emozionato insieme ai miei personaggi, di aver pianto, di aver riso, immergendosi per qualche ora in un mondo che lo ha fatto sognare.”
Laureata in lingue e letterature straniere, abita a Brescia, insegna yoga e vende automobili. Ama l’Europa piena di leggende e tradizioni e visita costantemente castelli e dimore storiche che ispirino le location per i suoi libri.
Creatrice del sito Libreria Rosa: pubblica in self-publishing con il suo vero nome Romance Fantasy e Paranormal Romance tra cui la serie ‘Le Streghe di Villacorta’; mentre utilizza lo pseudonimo Alma Rose per i Contemporary Romance e Erotic Romance attualmente sotto contratto con la Ode Edizioni. (solo per recensione)

giovedì 18 giugno 2020

SEGNALAZIONE: Quello che non ti ho detto di Monique Vane

Titolo: Quello che non ti ho detto
Autore: Monique Vane
Serie: Purple Series vol.2
Editore: Self Publishing
Data pubblicazione: 18 giugno 2020
Genere: Romanzo Erotico
Prezzo: 10,99€ (cartaceo) 2,99€ (eBook)
Kindle Unilimited: disponibile

TRAMA:
Ho anch’io un segreto da rivelargli. È passato troppo tempo, ora è arrivato il momento di dirglielo, non posso più tenerlo per me. Il mio cuore è distrutto in diversi punti. L’ho messo nelle sue mani più volte e mi è stato restituito rotto, accartocciato, ferito. Sto per rifare lo stesso errore? Saprò resistere a tutti i sobbalzi, ferite e graffi sanguinanti che subirà?
Di una cosa sono certa: quando si tratta di Aston niente è prevedibile. A Detroit ci sarà la resa dei conti.


Estratto:
Non c’è perdono per il modo in cui l’ho trattata, ma posso avere solo una cosa con me: la speranza!


Biografia:
Monique Vane è uno pseudonimo, creato nel momento in cui Dorian Gray è entrato nella mia vita. Ho 26 anni e Sono nata e cresciuta a Milano diplomandomi in operatrice e tecnica dei servizi turistici, ora vivo in provincia di Bari. Amo profondamente la mia Milano e appena posso corro a trovare la mia famiglia. La voglia di scrivere è ar-rivata nel momento in cui ho sentito il bisogno di far uscire parti di me che mi stavano scomode. Un po’ per terapia, un po’ per sentirmi sempre meglio. Primo libro pubblicato è Legate per sempre scritto a quattro mani in-sieme a Claire Heart.


Social:
Instagram: moniquevaneauthor
Facebook: Monique Vane Author
www.moniquevane.com

SEGNALAZIONE: Manzoni è morto di Stefano Cortese

Titolo: Manzoni è morto
Autore: Stefano Cortese
Editore: Homo Scrivens
Genere: Narrativa Storica
Prezzo: 17€ (cartaceo)
Pagine: 382

TRAMA:
Stefano Turati, gentiluomo napoletano figlio dell'avvocato Roberto, amico di Alessandro Manzoni, osserva gli eventi del suo tempo con gli occhi del patriota scettico e del giovane ardimentoso. Ben presto decide di arruolarsi con l'intento di uccidere il rivale in amore di Francesco Falcone, tenente dei lancieri di Ferdinando di Borbone. Dal 1839 al 1873, il romanzo attraversa l'epopea e la caduta del Regno delle Due Sicilie: dalla nascita della prima ferrovia italiana, la Napoli-Portici, alla rivoluzione del '48; dai moti di Carlo Pisacane all'impresa dei Mille, fino all'avvento a Napoli dei garibaldini, nel settembre del 1860.

SEGNALAZIONE: Siamo fiori dello stesso giardino di Maria Ferrara

Titolo: Siamo fiori dello stesso giardino
Curatrice: Maria Ferrara
Editore: Fiori d'Asia
Genere: Racconti per bambini
Pagine: 104

TRAMA: 
"Siamo fiori dello stesso giardino" è una raccolta bilingue di dodici racconti scritti dai bambini della scuola elementare Shazi Tang Xiangtian della città di Changsha, nella provincia dello Hunan, e da due giovani provenienti da Pechino e da Harbin, che hanno vissuto un periodo di studi in Italia; attraverso dieci tematiche, gli autori di questo libro esprimono sentimenti di affetto, di solidarietà e di vicinanza ai bambini italiani che, a causa della pandemia da Covid-19, stanno vivendo lo stesso isolamento e le difficoltà già superati in parte dai coetanei in Cina. I loro racconti, ora tristi, ora allegri e fantasiosi, trasmettono un messaggio di speranza e di fiducia nel futuro. Età di lettura: da 7 anni.

SEGNALAZIONE: Diario di un cervello in fuga di Tiziana Lilò

Titolo: Diario di un cervello in fuga
Autore: Tiziana Lilò
Editore: Collana I Read It (pubme)
Pagine: 390
Prezzo: 18€ (cartaceo) 2,99€ (ebook)
Data di uscita: 18 Giugno


TRAMA: 
Un vero diario di viaggio scritto nel 2008 dalla protagonista: Tiziana.
Una volta li avremmo chiamati "migranti con la valigia di cartone", oggi invece i giovani che lasciano
il nostro Bel Paese sono dei "cervelli in fuga".
Tiziana e Damiano, stanchi di un paese che non offre loro nulla, decidono di tentare la
fortuna altrove, ma la troveranno?
È davvero così facile ricominciare in terra straniera?
Un diario sincero ed autentico, da leggere tutto d'un fiato!

mercoledì 17 giugno 2020

FILM RECENSIONE: Cena con delitto - Knives out

Ciao a tutti, come state?
Io bene anche se la pressione mi sta uccidendo. Non so più come gestire il mio tempo, vorrei essere più presente sul blog ma allo stesso tempo sono sommersa dallo studio. Vorrei davvero capire come facciano certe persone a organizzare perfettamente il proprio tempo.
Ma bando alle chance, avete visto questo film?
Io non ero convinta al 100% prima di vederlo ma mi sono dovuta ricredere 😉

Titolo: Cena con delitto - Knives out
Genere: giallo, commedia, thriller 
Durata: 130 min
Anno: 2019
Paese: Stati Uniti d'America
Valutazione: ★★★★
Trama: Harlan Thrombey, romanziere, editore e carismatico patriarca di una bizzarra famiglia allargata, è morto. Scoperto dalla giovane cameriera Marta la mattina dopo un'imponente festa di compleanno per i suoi 85 anni, il cadavere eccellente ha la gola tagliata ma sembra essere il frutto di un suicidio. La lussuosa villa di campagna di Thrombey vede l'arrivo di due ispettori di polizia, dell'investigatore privato Benoit Blanc, e dei familiari del ricco imprenditore, guidati dai figli Linda e Walter e dalla nuora Joni. Con un'eredità che fa gola a ognuno di loro, e con un'indagine che gratta sotto la superficie degli eventi, la costernazione lascia velocemente il posto al sotterfugio e al pregiudizio.
COMMENTO:
Da quando avevo visto il trailer di questo film, ne ero rimasta molto colpita e volevo assolutamente vederlo. Non sapevo esattamente cosa aspettarmi quindi ero pronta anche a una grande delusione. Per mia fortuna mi è piaciuto.
All’inizio ero un po’ perplessa, sembrava un film abbastanza stupido ma più andava avanti la storia più la trama si infittiva e diventava tutto più interessante.

I personaggi sono molto eccentrici, ma sopratutto tutti loro nascondono qualcosa.
Il fatto che abbiano caratteri così particolari e che cerchino in tutti i modi di nascondere i problemi con Harlan me li ha fatti adorare e allo stesso tempo odiare ma soprattutto mi ha fatto credere che ognuno di loro potesse essere colpevole.
Poi però a metà film, forse anche prima, viene in un certo modo scoperto il colpevole e questo mi ha portato a chiedermi, e ora che?
Ed è proprio qui che il film inizia a farsi interessante, iniziano ad esserci colpi di scena e suspense. Ma soprattutto non riuscivo a capire perché uno della famiglia stesse aiutando Marta.

Marta e l’ispettore Benoit Blanc sono i miei personaggi preferiti, anche perché sono i due personaggi più strani. Marta è una ragazza dolce che non sa mentire ma che si ritrova coinvolta in questo assurda situazione senza sapere esattamente cosa fare.
L’ispettore, invece, mi ha colpito fin da subito per essere molto eccentrico ma soprattutto perché anche se viene considerato uno dei migliori ispettori, sembra non capire nulla quando invece ha capito praticamente tutto fin dall’inizio. Come dice l’ispettore, il caso è una ciambella al quale manca la parte centrale, poi quando si pensa di aver trovato il pezzo mancante si scopre che in realtà è una ciambella più piccola e che quindi manca ancora il pezzo centrale, e così è anche il film. Si pensa che manchi un tassello e quando quel tassello viene trovato ci accorgiamo che ne manca uno più piccolo.

Normalmente i film così lunghi non mi piacciono particolarmente, ma questo mi è piaciuto perché è molto scorrevole e non ci si accorge che è così lungo.

martedì 16 giugno 2020

RECENSIONE: Blackfriars - L’ordine della spada di Virginia De Winter

Ciao a tutti, come state?
Una delle prime recensioni uscite su questo blog è di questa fantastica serie. Ho deciso però di farne una nuova dopo questa ultima rilettura.
Posso dire che questa è la mia serie trilogia preferita, voi l’avete mai letto? 
Se la risposta è no, io ve lo stra consiglio 😍

Titolo: Blackfriars: L’ordine delle spada (vol.1)
Autore: Virginia De Winter
Editore: Fazi Editore (collana Lain)
Genere: Epic Fantasy
Pagine: 682
Prezzo: 18,50€ (cartaceo) 5,99€ (eBook) disponibili anche in kindleUnlimited
Valutazione: ★★★★★

TRAMA:
Chi è Eloise Weiss? Perché il più antico vampiro della stirpe di Blackmore abbandona per lei l'eternità suscitando le ire di Axel Vandemberg, glaciale Princeps dello Studium e tormentato amore della giovane? La Vecchia Capitale si prepara alla Vigilia di Ognissanti e il coprifuoco è vicino perché il Presidio sta per aprire le sue porte. Il lento salmodiare delle orde di penitenti che si riversano per le vie, in cerca di anime da punire, è il segnale per gli abitanti di affrettarsi nelle proprie case, ma per Eloise Weiss è già troppo tardi. Scambiata per una vampira, cade vittima dell'irrazionalità di una fede che brucia ogni cosa al suo passaggio. In fin di vita esala una richiesta d'aiuto che giunge alle soglie della tomba dove Ashton Blackmore, un redivivo secolare, riposa protetto dalle ombre della Cattedrale di Black Friars. Il richiamo della ragazza è un sussurro che si trasforma in ordine, irrompe nella sua mente e lo riporta alla vita. Nobili vampiri di vecchie casate, spiriti reclusi e guerrieri, eroici umani e passioni che il tempo non è riuscito a cancellare: "Black Friars. L'ordine della spada" è un mondo nuovo che profuma di antico, un romanzo che si ammanta di gotico per condurre il lettore tra i vicoli della Vecchia Capitale o negli antri del Presidio, in un viaggio che continua oltre la carta e non finisce con l'ultima pagina.

COMMENTO:
In questo primo volume iniziamo a conoscere i personaggi e il fantastico mondo creato dall’autrice.

Il mondo creato dall’autrice è qualcosa di meraviglioso, dalla prima volta che ho letto questo libro, me ne sono follemente innamorata. Non ho mai pensato di vivere in tempi passati con carrozze e vestiti pomposi, ma vivrei volentieri nella veccia capitale e per farlo accetterà anche i vestiti e i tacchi ahahah.

La storia assorbe subito il lettore tra le pagine del libro, ogni volta che leggo questo libro non posso smettere di leggere, perché anche se conosco già la storia devo sapere, per poi passare immediatamente al seguito. Sono più di 600 pagine, che all’inizio potrebbero spaventare, ma che fluiscono velocemente e che vengono lette in poco tempo per sapere ciò che accadrà.
Lo stile di scrittura dell’autrice è molto ricercato e particolare, ma allo stesso tempo scorrevole e fluido, questo è quello che rende ancora più interessante la storia

Questo primo volume si incentra sopratutto in tre personaggi, Eloise Weiss, Axel Vandemberg e Ashton Blackmore.
Ashton è un redivivo che ha sofferto molto e che tutti credono morto durante la Rivolta, che ha sconvolto 16 anni prima la Vecchia Capitale. Per lui affezionarsi ad un umano vuol dire soffrire nel futuro per la sua perdita, ma l’affetto che lo unisce ad Eloise è inevitabile, questo lo porta più volte a scontrarsi con Axel.Per di più Eloise gli serve per poter capire e trovare l’ultimo Blackmore, la ricerca fin da subito è complicata e mette Eloise in pericolo più volte. Questo porta ancora più astio tra Ashton e Axel.
Axel, è l’erede al trono di Aldenor ed è anche uno degli studenti più influenti. Nella Vecchia Capitale non c’è cosa che succeda senza che lui in qualche modo la venga a sapere, ma soprattutto sa tutto ciò che riguarda Eloise. Lei e Axel sono cresciuti insieme e tutti hanno sempre pensato che prima o poi si sarebbero sposati, tutto però è cambiato quando al primo anno di College Axel ha avuto una relazione con la rediviva più famosa. Tutto ciò che riguarda quel periodo, e che se ne parla nel prequel, L’ordine della Chiave, è un segreto che lo sta distruggendo ma soprattutto che ha distrutto il rapporto tra lui e Eloise.
Eloise è una ragazza molto dolce e che ha sofferto molto a causa dei segreti di Axel, ma che davanti a lui, soprattutto per orgoglio, non glielo dimostrerà mai anzi… ha sempre una risposta pungente pronta. Questo volume si incentra soprattutto in lei, perché con il ritorno di Ashton vengono a galla segreti e rivelazioni che la riguardano in prima persona.
Eloise pensa di essere una ragazza qualunque ma già in questo primo libro, mostra una forza e un coraggio impressionanti, ma soprattutto dimostra come l’amore può tutto anche contro i segreti.



lunedì 15 giugno 2020

TATTOO DAY: Grifone

Ciao a tutti come state?
Settimana scorsa mi sono presa un paio di giorni di pausa dallo studio dato che avevo finito la sessione di giugno. Il problema è che invece di un paio di giorni mi sono presa una settimana e ora il mio cervello non vuole rimettersi in moto e io il 1° di luglio ho la sessione di recupero. Non ho nessuna voglia di studiare, ma devo per avere poi 2 mesi di vacanza senza sensi di colpa per non aver passato gli esami.
A voi come va questo giugno? State approfittando la nuova normalità per uscire e andare in spiaggia?
Io finché non finisco gli esami uscirò poco.
GRIFONE
era una bestia mitologica e favolosa composita, in quanto il suo corpo era la fusione di quelli di altri due animali  simbolicamente molto forti: L’aquila e il leone. Il corpo vero e proprio era leonino, mentre le ali e la testa aquiline.
Per gli antichi greci i grifoni erano custodi di grandi tesori. Nella loro veste di guardiani, simboleggiavano la forza unita alla vigile attenzione, ma anche tutti quegli ostacoli che si devono superare quando si intende raggiungere un obbiettivo o una meta.
Nell’antica Persia, l’immagine del grifone era molto diffusa ed era collegata alla religione di stato, lo Zoroastrismo (l’insegnamento dei Magi che si fondavano, in modo specifico, sui principi antitetici di Bene e Male). 
Più tardi, il cristianesimo fece uso dell’immagine del grifone per rappresentare la duplice natura del Cristo, umana e divina.

Estratto preso da Terisa Green;Greg James. "L'arte del tatuaggio”

giovedì 11 giugno 2020

SEGNALAZIONE: Waiting for you di Cristina Maggiotto

Titolo: Waiting for you
Autore: Cristina Maggiotto
Genere: Contemporary Romance
Pagine: 303
Volume: Autoconclusivo
Prezzo: 2,99€ (eBook)
Uscita prevista: 11 Giugno
Disponibile: Formato e-book su Amazon e Kindle Unlimited
Pubblicato da: Collana digitale Brightlove, (Pubme)


SINOSSI:
«Sarò la tua roccia» le sussurro. «Sarò il tuo salvagente quando il mare sarà in tempesta. Sarò il raggio di sole che ti scalderà quando arriverà l’inverno. Sarò la luce che spazzerà via le tenebre» le dico ancora. «Permettimi di essere questo e molto altro».
Se un giorno qualcuno bussasse alla tua porta con la notizia peggiore di tutte? Allora, probabilmente quel giorno, ti porterebbe via per sempre una parte di te. Per Abby Marshall ricominciare a respirare e a vivere richiederà tutto il coraggio possibile. Rimasta vedova, con due figli da crescere e una casa ormai troppo grande, sarà costretta ad affittare parte di quello che una volta era il suo posto felice. Robert Finn deve chiudere col suo passato, mettere un punto, voltare pagina e l’annuncio di Abby sembrerà l’unica soluzione ad una parte dei suoi problemi. Lavorando nello stesso ospedale e abitando nella stessa casa, inciampare l’uno nei casini dell’altra, sarà inevitabile, eppure poco a poco, il cuore di Abby riprenderà a battere solo per i passi leggeri di Robert e per il suo modo unico di camminare nella sua vita. Ma l’amore richiede tempo, fiducia, forza e quando il passato di Robert busserà prepotentemente alla loro porta, quell’amore avrà il coraggio di sopravvivere? Potrà essere l’unica àncora in mezzo a quel mare in tempesta?

Torna per la Collana Brightlove (Pubme) Cristina Maggiotto, con una storia che avrà bisogno di tutte le albe migliori per tornare a splendere. Perché, se è vero che dopo la tempesta, torna sempre il sole, allora forse un giorno Abby e Robert, si incontreranno da qualche parte proprio lì, dove nascono gli arcobaleni più belli. Proprio lì, oltre quelle nuvole. Perché, a volte, basta solo saper aspettare…


ESTRATTO:
«Sarò la tua roccia» le sussurro. «Sarò il tuo salvagente quando il mare sarà in tempesta. Sarò il raggio di sole che ti scalderà quando arriverà l’inverno. Sarò la luce che spazzerà via le tenebre» le dico ancora. «Permettermi di essere questo e molto altro».

SEGNALAZIONE: Olivia Newton - Il Risveglio dei Pianeti di Chiara Gentili

Titolo: "Olivia Newton – Il Risveglio dei Planiti”
Primo volume della saga “HORBIT”
Autrice: Chiara Gentili
Editore: autopubblicato
Data di uscita: maggio 2020
GENERE: Fantascienza, Young Adult, Viaggi nel tempo
Pubblico di riferimento: tra i 12 e i 18 anni
Prezzo: 2.99€ (ebook), 13,50€ (cartaceo)
Pagine: 243
Disponibile su Amazon

TRAMA:
L'idea di viaggiare attraverso il tempo ha sempre affascinato l'umanità, ma secondo le teorie della fisica moderna non è ancora possibile. O forse gli scienziati si sbagliano?
Non potendo spiegare con la teoria avvenimenti fuori da ogni logica comprensione, pensano che lo spostamento attraverso lo spazio e il tempo sia ancora solo un'idea futuristica.

Tu hai mai visto la foto di un viaggiatore del tempo?
Cercale, perché ci sono!
C'è una foto, ad esempio, nella quale si vede una donna che parla al cellulare durante le riprese di un film di Charlie Chaplin, girato nel 1928.
C'è un altro scatto, del 1940, che ritrae un gruppo di persone vestite come vuole la moda del momento, giacca e cappello, tutte tranne un ragazzo, che porta con disinvoltura una t-shirt stampata e occhiali da sole, tra le mani ha quella che potrebbe sembrare una macchina fotografica digitale.
Sono solo dei fotomontaggi? O prove documentate, che immortalano persone provenienti da un'altra epoca?
Secondo te è possibile che un anello della dinastia Ming, forgiato quattro secoli fa, sia identico a un orologio moderno? Il quadrante mostra le lancette ferme alle 10:06.
E se i viaggiatori del tempo esistessero davvero?
Persone che hanno la conoscenza, ignorata da altri; che possono modificare gli eventi futuri.
Se potessi ingrandire una di quelle immagini, vedresti che sono nati con un dono, un marchio tatuato sulla pelle che li rende straordinari.


OLIVIA NEWTON - Il Risveglio dei Planiti

È l’11 Settembre 2001, Olivia Newton è una ragazza di 17 anni che vive a New York, dopo aver sognato la caduta delle “Twin Towers”, si sveglia con un terribile presentimento.
Durante un provino a scuola, per entrare a far parte della squadra delle cheerleaders, scopre che l’incubo è divenuto realtà: c’è stato veramente un attentato terroristico alle torri gemelle.
Da quel momento tutto nella sua vita cambierà: Olivia conoscerà Adam Jones, un "saltatempo", che le chiederà di accompagnarlo nel suo viaggio. Insieme attraverseranno le porte temporali alla ricerca dei "planiti", delle piccole pietre colorate, che si nascondono nel tempo sotto le sembianze di oggetti comuni.
Anche i membri della setta dei “Seguaci della Rosa” vogliono i planiti per controllare le porte spazio-temporali.
Sarà una corsa contro il tempo, tra amore, gelosie, e tradimenti. E dove non mancheranno i colpi di scena.

mercoledì 10 giugno 2020

FILM RECENSIONE: Ocean’s 8

Ciao, eccomi con la recensione di un film che era molto che volevo vedere e finalmente è arrivato su Netflix :)
Voi lo avete visto? Sappiate che si può vedere tranquillamente senza aver visto i precedenti, anche se vi consiglio anche quelli ;)

Titolo: Ocean’s 8
Genere: thriller, giallo, azione, commedia
Durata: 110 min
Anno: 2018
Paese: Stati Uniti d'America
Valutazione: ★★★★,5
Trama: Debbie Ocean ha passato cinque anni in carcere a progettare un colpo del secolo degno delle imprese del fratello Danny, ormai dato per morto. Il piano di Debbie è ambizioso: rubare una collana di Cartier del valore di 150 milioni di dollari, e farlo durante il Gala annuale del Metropolitan Museum. Ma per portare a termine quel piano ha bisogno di alleate, tutte donne perché "un lui si nota e una lei si ignora". La prima componente della banda è la sua partner storica nel crimine, la biker Louise. Seguono un'esperta di gioielli, una hacker, una borseggiatrice, una stilista di moda e una ricettatrice. Riusciranno le nostre antieroine a mettere a segno la grande truffa?
COMMENTO:
Inizio col dire che non ho dato un 5 pieno per il semplice fatto che l’inizio mi è sembrato un po’ lento, ma parliamo di massimo la prima mezz'ora.
Devo anche dire che è uno dei miglior film che abbia visto che parli di ladri.
Mi piace moltissimo il fatto che la banda sia tutta femminile, perché normalmente i film di questo genere sono principalmente maschili con qualche personaggio femminile qui e là, mentre qui è tutto il contrario.

La banda non potrebbe essere più differente, ma è proprio questo che colpisce ancora di più del film. Troviamo una ex galeotta in cerca di vendetta e rivalsa, la sua migliore amica, se così si può definire, una hacker un po’ stramba, una stilista praticamente in disgrazia, una ladra un po’ svitata, una mamma di casa a cui piace rubare e una gioielliera che vuole scappare dalle grinfie di sua madre.
Come potete vedere all’inizio sono solo 7 ma poi avviene un colpo di scena e sono 8. L’ottava si scoprirà durante il colpo.
Il piano è uno dei piani più perfetti mai creati, ma anche se si sa che andrà a buon fine tiene lo spettatore con il fiato sospeso, anche perché non sa esattamente ciò che va a succedere.
La ciliegina sulla torta arriva alla fine con un colpo di scena che mostra che il piano pensato da Debbie era ancora più spettacolare di quello che potevamo immaginare.

Non sono una persona che si sofferma molto su vestiti soprattutto in un film, ma in questo caso sono rimasta davvero a bocca aperta. É vero che la maggior parte del film si svolge durante il la Gala del Met, ma sono davvero rimasta impressionata.
Avevo delle grandi aspettative per questo film e posso dire che le ha rispettate tutte 😍

COVER REVEAL: Appuntamento con il diavolo di Andie M. Long

Ciao a tutti, come state?
La rubrica Film Recensione uscirà stasera perché non sono riuscita a preparare il post :)
Quale bel film vi ha fatto compagnia in questi giorni? Qual’è il genere che preferite?

Titolo: Appuntamento con il diavolo
Serie: Supernatural Dating Agency Vol.2
Autore: Andie M. Long
Editore: Queen Edizioni
GENERE: Commedia romantica paranormale 
Pagine: 120
Prezzo: 2,99€ (eBook)
Data di pubblicazione: 26 Giugno 2020


TRAMA:
La mia migliore amica ha fatto un patto con il diavolo...
Gestisco io adesso l’agenzia di appuntamenti Supernatural Dating Agency, una discreta branca del miglior servizio di incontri di Withernsea. Già, farò un lavoro egregio, mentre Shelley sarà impegnata a sfornare bambini con il suo strafigo marito vampiro. Non è che avrei di meglio da fare, comunque. Il mio ex è ora un uomo appena trasformato in vampiro, che sta lottando per accettare l’idea di non poter più ammirare il suo riflesso in uno specchio. E non mi importa ciò che Ebony 'vede', Kim non uscirà con un lupo; ha il pelo più lucido dei mei capelli. Poi Lucy Fir, appena scappata dall’Inferno, decide che devo trovarle un fidanzato. Dovrà essere un cavaliere dotato di una brillante armatura, visto il suo caratterino. Riuscirò a organizzarle un appuntamento, oppure la mia nuova carriera andrà al diavolo, prima ancora di cominciare?

Autore:
Andie M. Long è l’autrice della famosa serie di libri “Supernatural Dating Agency”. Vive a Sheffield con suo figlio e il suo paziente compagno.
Quando non è impegnata a fare da partner, madre, scrittrice o editor, è facile trovarla su Facebook o a spasso con il suo levriero, Bella.
http://www.andiemlongwriter.com/

lunedì 8 giugno 2020

TATTO DAY: Ventaglio

Ciao a tutti, come state?
Io ho finito gli esami del secondo semestre sabato e ora sono un attimo in pausa prima di rimettermi a studiare per luglio, che sono gli esami di recuperaciones che non sono più a settembre. Da un lato preferisco che siano ora così poi ho l’estate libera, dall’altro vorrei non averli perché non ho più forze per studiare.
Voi siete persone studiose? Io per niente, sono la classica studentessa che studia poca e spera nei miracoli ahahaha. Anche se devo ammettere che in questa quarantena ho recuperato anni di poco studio ;)

Parlando di tatuaggi, oggi vi parlo di un tatuaggio che non si vede molto ma che mi è sempre piaciuto e che mi piacerebbe avere in un tatuaggio più grande, o farlo grande per poter mettere all’interno dei particolari come nella foto.
VENTAGLIO
Nella società dell’Estremo Oriente, il ventaglio pieghevole - che si diceria stato inventato in Giappone nel VII secolo - veniva utilizzato sia dalle donne sia dagli uomini. 
Esiste una vera moltitudine di tipi diversi di ventagli, ciascuno per un suo proprio particolare uso, come, per esempio, quelli dei Samurai oppure quelli utilizzati sulle scene teatrali. 
Chi tiene un ventaglio può esprimere e segnalare il proprio gusto personale grazie alle diverse decorazioni (tipico è il motivo del bocciolo di ciliegio) e per questo gli artigiani che li costruiscono dedicano molta attenzione e pazienza alla scelta dei motivi ornamentali e di abbellimento.
Occasionalmente, i Giapponesi ricorrono all’uso del ventaglio per proteggersi dai demoni, anche se questo piccolo, vezzoso oggetto è rinomato presso il mondo occidentale soprattutto perché è uno dei tipici elementi del corredo di una Geisha.

Estratto preso da Terisa Green;Greg James. "L'arte del tatuaggio”

giovedì 4 giugno 2020

SEGNALAZIONE: La falena e la lampadina di Giusy Laganà

Titolo: La falena e la lampadina
Autore: Giusy Laganà
Editore: Tulipani Edizioni (fuori collana).
Genere: Racconto breve illustrato da Sabrina Nobile.
Prezzo: 0.99€ (eBook)

Trama:
Una falena molto riflessiva e razionale, una sera d’estate, si trova, durante il suo volo, ad osservare una lampadina secondo una “luce” diversa. Lo sanno tutti che le falene rischiano di bruciarsi se si avvicinano troppo ad una fonte di calore. Eppure, tutte quante, corrono questo misterioso rischio. Ma cosa si nasconde dietro tutto questo?

Biografia:
Giusy Laganà è book blogger di www.viaggiletterari.com, uno spazio culturale nato cinque anni fa, dedicato ai libri e agli eventi letterari. Amante bohemien della letteratura, i libri sono i veri protagonisti della sua vita sin dall’infanzia. Non per lavoro, ma per passione, ripete sempre. Collabora con numerose case editrici e si occupa di comunicazione social su Instagram. Il suo sogno, confessa, è quello di riuscire a scrivere per un giornale o una rivista e continuare a scrivere storie.
Ha scritto questo libro perché…
Durante una calda estate di qualche anno fa, Giusy Laganà rimase colpita da una riflessione ricorrente nella sua quotidianità. Quanti momenti lasciamo indietro giusti o sbagliati? Come siamo capaci di reagire a noi stessi dinnanzi alle scelte da compiere? Cosa è giusto e cosa sbagliato? Come siamo capaci di cogliere e assaporare l’attimo?
Questa riflessione la spinse a prendere uno dei tanti quaderni e con una penna, di fronte al mare, decise di scrivere un brevissimo racconto.


Estratto:
“Avrebbe dovuto abbandonare tutto, solo per un attimo di amore? Ma perché rischiare di vivere senza tutto questo? Nel frattempo, continuò ad avvicinarsi. Iniziò a sentire le sue delicate e fragili ali sempre più calde e leggere. Ancora un attimo e tutto sarebbe finito”.

SEGNALAZIONE: L’altra anima della città di Francesca Cappelli

Titolo: L’altra anima della città
Autore: Francesca Cappelli
Editore: NPS edizioni
Genere: urban fantasy
Formato: cartaceo e digitale
Pagine: 322
Prezzo: 14€ (cartaceo), 2,99€ (digitale)

ISBN: 978-88-31910-293 (cartaceo)

Copertina a cura di Mala Spina.

Uscita: 1 giugno 2020 (digitale), 1 luglio 2020 (cartaceo).

Link Amazon: https://www.amazon.it/Laltra-anima-della-Francesca-Cappelli-ebook/dp/B089FMD4FY/

Sito NPS: www.npsedizioni.it


Quarta di copertina:
Nel giorno del suo diciannovesimo compleanno, Elia Chiari, un liceale fiorentino, viene aggredito da una vecchia in Piazza Santa Croce. Da quel momento, inizia ad avere visioni di versioni alternative della città e a incontrare bizzarri personaggi che nessun altro vede.
Il ragazzo cerca di ignorare le strane presenze sovrannaturali, concentrandosi sull’imminente esame di maturità, sugli amici e sulla sua sgangherata rock band, ma “l’altro mondo” continua a presentarsi con prepotenza, finché il Raduno dei Magici Fiorentini non lo mette al corrente del suo ruolo: egli è una Memoria, custode delle storie e dei ricordi di Firenze e delle vite che vi sono vissute, e come tale ha il potere di viaggiare tra tutti i mondi possibili.
Proprio quei mondi adesso sono in pericolo, minacciati da qualcuno che sta uccidendo tutte le Memorie, cancellando le storie e i ricordi dell’umanità. Davanti a Elia si apre una strada splendida e rischiosa, e percorrerla è l’unico modo per impedire il crollo dei mondi.

Estratto:
«Quindi io posso viaggiare liberamente tra le città?»
«Sì. Città che sembrano perse in epoche antichissime, ma che in realtà hanno avuto semplicemente una storia diversa da questa. Città magiche, città tecnologiche, città rumorose e città silenziose. Città guidate da uomini saggi e città nelle mani di tiranni. Città strabilianti, mediocri, all’avanguardia, degradate, invitanti, pericolose, piene di segreti, spaventose. Tante quante sono gli universi. E gli universi non finiscono mai».

Biografia:
Francesca Cappelli nasce in provincia di Firenze nel 1983. È insegnante di Lettere nella scuola media. Dal 2009 a oggi i racconti di Francesca, che esplorano il fantastico in tutte le sue declinazioni, sono apparsi su varie antologie.
Nel 2015 esce il suo primo romanzo, l’urban fantasy "Il Negoziato del Numero 47", per Lettere Animate. Si dedica anche alla musica folk, con il nome di Edlynn, e al teatro. Tra le sue passioni ci sono il gioco di ruolo e il cosplay.


SEGNALAZIONE: Nel cuore dell’essenza di Michaela Clinková

Rieccomi, con una nuova segnalazione😍
É il primo romanzo scritto da questa giovane autrice, spero di riuscire a leggerlo presto così da potervene anche parlare ;)

TITOLO: Nel cuore dell'essenza
AUTORE: Michaela Cinková
Editore: Susil Edizioni
GENERE: Romanzo rosa, autoconclusivo
Pagine: 280
DATA PUBBLICAZIONE: 20 maggio 2020
Prezzo: cartaceo 19,50€ (per tutta l'estate applicato su questo prezzo lo SCONTO del 5 %)

TRAMA:
Ria Soler è una ragazza dolce e sensibile. All’apparenza un’anima solitaria e pacata, dietro ai suoi occhioni color nebbia nasconde la propria tempesta. Sognatrice e romantica, ha vissuto le sue avventure soltanto tra le pagine dei libri.
Il suo equilibrio interiore vacilla dopo lo scontro sulla spiaggia con Denis De Marchi, un ragazzo dallo sguardo sicuro e sorriso affascinante.
La prima impressione?
Due mondi completamente diversi e incompatibili.
Ma se dietro al velo dell’apparenza ci fosse di più? E se per una volta Ria cogliesse l’attimo e assaporasse la vita vera, anziché l’inchiostro sulla carta?

LINK D'ACQUISTO:
https://susiledizioni.com/libri-ed-ebook/libri-pubblicati/anno-2020/nel_cuore_dell_essenza--552.html

https://www.ibs.it/nel-cuore-dell-essenza-libro-michaela-cinkova/e/9788855401135

NOTA BIOGRAFICA
Giovane studentessa e tennista di origini ceche, vive in Italia da quando aveva sei anni. La sua passione per il mondo della scrittura si estende anche alle poesie. “NEL CUORE DELL’ESSENZA” è il suo romanzo d’esordio.

SEGNALAZIONE: Il caso Baronov di Alessandro Zoppini

Ciao a tutti, come state?
Io sono abbastanza nervosa. Oggi ho un esame e ora sto ripassando, mi sento preparata e tutto, quindi ora vi chiederete com’è possibile che sia stressata? Sono stressata perché l’esame ce l’ho alle 19.15 e io questo lo odio. Vorrei avere l’esame ad un orario decente così da togliermi il peso, invece no lo devo avere la sera tardi, così da passare il giorno in ansia 😡
Voi a che ora preferite avere gli esami?

Parlando di libri, oggi è giovedì e ci saranno un po’ di segnalazioni molto interessanti 😉

Titolo: Il caso Baronov 
Autore: Alessandro Zoppini 
Editore: Collana I Read It
Genere: Giallo/Azione 
Pagine: 297
Prezzo: 16,50€ (cartaceo) 1,99€ (eBook)
Data di uscita: 8 giugno 2020


INCIPIT DEL LIBRO:
New York City è il cuore pulsante del mondo. Il jazz avvolge gli edifici di mattoni di Harlem fino alle due del mattino. Un sole caldo e ristoratore pennella di oro le acque che bagnano le isole newyorchesi; Central Park, innevato, si tinge di arancione. Little Italy si risveglia al profumo di pizza, mentre nel resto di Manhattan la foschia si innalza oltre i giganti di vetro e d’acciaio, per lasciare libero spazio agli instancabili tassisti mattinieri.
Le sirene della polizia in pattuglia e i clacson imperterriti accompagnano le sveglie altisonanti che da una finestra all'altra rompono quel breve istante di silenzio creatosi con l'aurora, ma nulla poteva, quella fredda mattina di Natale, distogliere la sua attenzione. Rinchiuso nel suo studio al riparo dal trambusto cittadino, sotto l'accompagnamento di un vecchio album di Frank Sinatra e avvolto dal fumo di una sigaretta, che non voleva spegnersi, era impegnato in una difficile lettura di tre pagine incartapecorite e lacerate.


QUARTA DI COPERTINA:
Una coppia è stata uccisa in un albergo di Chinatown, ma dei cadaveri non vi è traccia. Qual è il movente? Sembra un caso perfetto per un investigatore privato dall’oscuro passato e per la sua spigliata segretaria. Giovane ed esuberante, pasticciona e follemente innamorata del principale, lei non sa in che guaio si sia cacciata questa volta!
La malavita gestisce i bassifondi di New York City e pazzi criminali pianificano delitti su scala globale. Nemmeno la CIA sembra venirne a capo.
I testimoni non parlano, i complici svaniscono e gli amici? Qualcosa di occulto si cela dietro una serie di omicidi. Il colpevole è vittima e la vittima è il colpevole. Chi è l’artefice del misfatto? Il mistero si infittisce… 
“Il mondo è falso, benvenuti nella realtà!” 


BREVI CITAZIONI:
Jenny tornò a fissarlo e il principale, sentendosi osservato, incrociò il suo sguardo. Sembrò che fosse sul punto di dirle qualcosa, quando tutto il salone si riempì del fragoroso e rimbombante inizio di Sing, Sing, Sing di Benny Goodman. Il batterista sembrava imbevuto di un'energia arcana e gli strumenti a fiato lo seguirono in una melodica scia jazz mista allo swing. La musica pompava i cuori degli invitati e Jenny si ritrovò involontariamente a sbattere i tacchi sul pavimento seguendo quel ritmo frenetico, ruggente come lo aveva descritto Logan.
“Cara bambina… Esistono numerose definizioni di amore, filosofiche e letterarie. Una forza cosmica che tende all’armonia? Il completamento di se stessi? La mancanza di qualcosa di cui si ha bisogno per raggiungere la felicità? Chi ha ragione? Potrei risponderle tutti e nessuno. Non credo esista una definizione unica dell’amore, non è un assioma! Ha mai osservato come si guardano gli innamorati? Quello è amore…”

mercoledì 3 giugno 2020

FILM RECENSIONE: Dangerous Lies

Domenica ho visto questo film, era un po’ che volevo farlo. Purtroppo è stato un po’ una delusione. Non mi aspettavo chissà che, però nemmeno questo.
Qualcuno di voi l’ha visto? Che ne pensate?
Io devo ammettere che ho deciso di vederlo soprattutto perché c’è Camila Mendes:, Veronica di Riverdale ahaha

Titolo: Dangerous Lies
Genere: thriller, drammatico
Durata: 97 min
Anno: 2020
Paese: Stati Uniti d’America 
Valutazione: ★★★/5
Trama: Una giovane ragazza di nome Katy assiste assieme a suo marito ad una rapina nel bar in cui lei lavora. Poco dopo i due trovano un nuovo lavoro nella casa di un uomo anziano che alla sua morte lascerà loro tutta la sua fortuna. Ciò li porterà alla scoperta di oscuri segreti.
COMMENTO:
Quando ho iniziato a vedere questo film non mi aspettavo chissà che, ma nemmeno che mi deludesse tanto. All’inizio mi piaceva molto, perché non è da subito chiaro cosa stia succedendo e si inizia a pensare a chi è sembrato più sospettoso.
Però poi più a storia andava avanti più mi sembrava una storia già vista e rivista.
Infatti il finale, arrivati a metà film, era abbastanza scontato anche se di certo mi aspettavo un lieto fine migliore. Questo finale però almeno lo ha reso un po’ diverso dal solito, dato che nei film di questo stile hanno un lieto fine epico ahaha.

I personaggi non mi hanno convinto più di tanto.
Katie è sempre troppo sorridente, anche mentre litiga ha sempre un sorrisetto sulle labbra. Non dico che Camila Mendes non sappia recitare, ma in questo film o lo ha fatto molto male oppure il personaggio doveva essere così e a me non è piaciuto. Per di più quando si arrabbiava con Adam era super finta, sembrava che da un momento all’altro gli avrebbe detto, tranquillo sto scherzando.
Poi c’è Adam, che si vede fin da subito che è il capro espiatorio di tutto quello che sta succedendo. Per di più lo hanno messo come il ragazzo povero che pur di essere ricco farebbe qualsiasi cosa, anche sporcarsi le mani.
Come coppia lui e Katie non mi sono piaciuti per niente, sono davvero improbabili dal mio punto di vista, ma va beh.

Gli ho dato 3 stelle su 5 perché comunque mi ha intrattenuta e nella vita ho visto film  peggiori. Ma soprattutto l’ho fatto per la prima metà del film che sembrava portasse a una storia diversa.

AGGIORNAMENTO DI LETTURA (30-07-21)

 Buon venerdì leoncini.  Vi rendete conto che domenica sarà agosto? Io sinceramente non so come ci siamo arrivati. Mi sembra che il tempo st...