martedì 29 settembre 2020

RECENSIONE: Graceling di Kristin Cashore

Ciao leoncini, volevo far uscire ieri la recensione ma essendo appena tornata in Spagna ero stanchissima e ho anche passato il tempo con le mie coinquiline.
Anche oggi ho un po’ di cose da fare, tipo svuotare la valigia, fare la spesa e pulire ahahaha però 5 min per pubblicare sono riuscita a trovarli.
Avete rincominciato scuola/l’università? Che metodo avete?
Io faccio la teoria online mentre le pratiche con i compagni le faccio in università. Mia sorella Chiara, che va all’università, ancora non ha ben capito e mia sorella Greta, che va al liceo, fa un giorno a scuola e uno online ecc.

Parlando di libri, avete letto questo libro?
Io l’ho preso in uno scambio e non sapevo esattamente cosa aspettarmi, ma quando l’ho iniziato non ho smesso di leggerlo. É davvero bello e spero di riuscire a recuperare presto i seguiti, quindi se qualcuno li vende o li scambia, che sarebbe meglio, me lo faccia sapere 😘

Titolo: Graceling
Serie: Trilogia dei sette regni vol. 1
Autore: Kristin Cashore
Editore: De Agostini
Genere: Fantasy, Young Adult (autoconclusivo)
Pagine: 495
Prezzo: 12€ (cartaceo) 2,99€ (eBook)
Valutazione: ★★★★

TRAMA:
Tutti i Graceling hanno gli occhi di due colori diversi. Tutti i Graceling hanno un Dono. Difficile è però sapere quale Dono possiedono: a volte anche per loro stessi è duro capirlo e controllarlo. Ci sono Doni quasi inutili, come la capacità di ripetere le parole al contrario o di ricordare certi dettagli. Katje ha diciotto anni e il suo Dono è un'arma terribile nelle mani di suo zio, re Rand. Il futuro le può riservare un posto sicuro al fianco di quest'uomo vendicativo o infinite sorprese, come l'incontro con un Graceling dallo sguardo intenso che sembra conoscerla fin troppo bene. Età di lettura: da 12 anni.

COMMENTO:
Quando ho iniziato questo libro non sapevo cosa aspettarmi. L’ho iniziato a leggere e in un giorno l’ho finito, non potevo smettere di leggere dovevo assolutamente sapere.
Devo ammettere che anche se l’ho adorato sono rimasta male dal fatto che sia autoconclusivo dato che fa parte di una trilogia. Ho scoperto però che anche se i tre volumi parlano di personaggi diversi, nell’ultimo volume troveremo un senso a questa decisione e spero di poter leggere gli ultimi due il prima possibile.

I protagonisti di questo volume sono Katje e Po. 
I due ragazzi sono molto diversi, ma mi sono piaciuti fin da subito. Katje è una ragazza che ha un dono spettacolare ma che viene utilizzato però da suo zio per i suoi scopi. Lei non è affatto felice di questo, anzi vorrebbe fare del bene per questo crea il consiglio con suo cugino, con il quale aiuta delle vite. È proprio in uno di questi salvataggi che conosce Po e da cui nasce tutta l’avventura.
Po è molto diverso da lei, è un ragazzo estroverso e molto legato alla sua famiglia. Ma soprattutto non teme il suo potere come fa lei.

La storia è super scorrevole e ci permette di conoscere il mondo creato dall’autrice.
Un mondo di cui non conosciamo tutto ma solo una parte.
Iniziamo a conoscere questi temuti e richiesti Graceling, scopriamo che ci sono poteri molto inutili e poteri davvero straordinari.
È una storia avvincente e piena di colpi di scena e anche alla fine quando si pensa che tutto sia finito arriva sempre qualche sorpresa a sconvolgere la situazione.
Ovviamente il finale non me lo aspettavo però sono felice del lieto fine perché ci sono stati momenti in  cui ho proprio dubitato.
Spero di poter leggere il prima possibile i seguiti perché non vedo l’ora di saperne di più dei Sette Regni.

venerdì 25 settembre 2020

SEGNALAZIONE (25-09-20)

Ciao a tutti, oggi alcune segnalazioni.
Questo è il mio ultimo venerdì in Italia, mi fa molto strana tornare in Spagna dopo più di due mesi. Se da una parte mi sembra strano tornare dall’altro mi mancano le mie coinquiline e la mia vita là.

Parlando di letture, voi cosa state leggendo?
C’è qualche nuova uscita che volete recuperare assolutamente o che state aspettando con ansia?
Io non vedo l’ora di recuperare i cartacei della Maniscalco perché sono delle opere d’arte. Le uscite della Oscarvault mi stanno piacendo moltissimo.

Titolo: Genesi
Sottotitolo: Lucifer e l’eterna oscurità degli angeli
Autore: Fabrizio De Palma
Editore: autopubblicato
Data di uscita: 23/09/2020
Genere: Thriller Fanta-religioso, Urban Fantasy
Prezzo: 0,99€ ebook (prezzo di lancio), 10€ cartaceo
Pagine: 277
Disponibile su Amazon: https://amzn.to/2Hb6BXA

TRAMA:
Belfast, 1990. Anna ha sedici anni e come tutti gli adolescenti non si riconosce nelle autorità, nelle istituzioni e nella religione, ma a differenza dei suoi coetanei porta inconsapevolmente dentro di sé un potere che aspetta solo di essere schiuso.
Dintorni di Londra. Nya, cresciuta tra le tribù di zingari irlandesi e finita in un giro di prostituzione, invece di rassegnarsi a un’esistenza da vittima scopre di avere le forze per farsi giustizia da sé.
In un mondo dove Angeli e Demoni abitano la Terra e tessono le stesse trame della Storia, le sorti delle due ragazze sono destinate a intrecciarsi, influenzate dalla leggendaria figura di Lucifer, che sconvolgerà le loro esistenze.
Affascinante come un Urban Fantasy, scorrevole come un Thriller, accattivante come un Noir, “Genesi – Lucifer e l’eterna oscurità degli angeli” reinventa il romanzo fanta-religioso, sfruttando anche folklore e cultura pop contemporanea, per presentarci una realtà alternativa cupa e misteriosa, e intrattenerci con una trama ricca di intrighi, colpi di scena e suspense!

Autore:
Fabrizio De Palma vive a Cremona con la sua famiglia.
Ama la musica, i viaggi e gli scacchi.
Ma più di ogni altra cosa, adora le storie.
“Genesi – Lucifer e l’eterna oscurità degli angeli” è il suo romanzo di esordio.

Titolo: US
Autore: Teresa D.G.
Genere: Sport Romance (New Adult)
Pagine: 360
Volume: Autoconclusivo
Prezzo: € 2,99 e Kindle Unlimited
Uscita prevista: 24 Settembre
Pubblicato da: Collana digitale Brightlove, (Pubme)

TRAMA:
Due gemelli. Un terribile segreto. Un passato da dimenticare.

Candice e suo fratello gemello Charles, sono costretti a scappare e a cambiare identità. Mantenere un profilo basso e separarsi, è l’unica chance che hanno per restare al sicuro. Candice ora è Ella Brown, anonima commessa di un supermarket e inquilina di uno stabile dove, però qualcuno, la noterà eccome. Cameron Weber, campione della squadra di calcio dell’università della Virgina, non riesce a smettere di pensare a quella ragazza incredibilmente schiva e solitaria. Anche se Ella proverà ripetutamente ad allontanarlo, Cam tenterà in tutti i modi di guadagnarsi la sua fiducia, ma nascondere la verità avrà la priorità su ogni possibile attrazione tra di loro.
Lei vorrebbe essere invisibile. Lui non glielo permetterà. Perché, ogni volta che Ella e Cam sono insieme, ogni muro viene abbattuto per lasciare entrare la luce più bella, quella di cui tutti abbiamo bisogno. Ma se per un’innocua rivelazione, passato e presente, rischiassero di mescolarsi, rovinando ogni cosa?
Ella non dovrebbe lasciare tracce, ma quando l’amore verrà a cercarla, sarà Cam a trovarle tutte.

Dopo i bestsellers “Never let me go” e “She will be loved”, torna per la collana Brightlove (Pubme) l’emozionante penna di Teresa D.G., con un New Adult dal sapore di Sport Romance e con un pizzico di suspanse, che promette di farvi credere nell’impossibile. Perché non c’è niente che lasci più tracce di un cuore che vuole tornare a battere e ad essere di nuovo felice.

ESTRATTO:
“Discutere con Ella è come baciarla, c’è passione, follia e stordimento, e soprattutto è inevitabile.”

giovedì 24 settembre 2020

REVIEW PARTY: Ti aspettavo di Karen Morgan

Ciao, oggi vi parlo del nuovo romanzo di Karen Morgan.
L’ho letto in un giorno, dato che oggi era il mio giorno ma anche perché la storia era super scorrevole.
Voi avete mai letto un libro di questa autrice? A me lei piace molto.

Titolo: Ti aspettavo
Autrice: Karen Morgan
Genere: Contemporary romance
Editore: Self Publishing
Romanzo autoconclusivo
Prezzo: 10,40€ (cartaceo) 0,99€ (eBook)
Disponibile in Kindle Unlimited
Valutazione: ★★★,5

TRAMA:
Un matrimonio.
Una famiglia.
L’amore.
Se si sommano questi tre elementi si pensa alla realizzazione di un sogno, finché non viene letteralmente spazzato via.
Ed è quello che è successo a me, Sarah Dudley.
Ho dovuto ricominciare da capo e quando pensavo di aver chiuso per sempre con l’amore, ho incontrato lui: Robert Garcia.
Trent’anni.
Sexy.
Affascinante e… scontroso.
I suoi occhi chiari rapiscono e nascondono molto di più.
Quel di più che mi ha cambiato la vita...
COMMENTO:
Ho iniziato a leggere questo libro e devo ammettere che non ero del tutto convinta dalla storia, ma poi mi sono innamorata.
Robert e Sarah hanno sofferto entrambi per amore. Ma mentre Sarah crede ancora nell’amore Robert si è chiuso e non crede di poter tornare ad amare.

La loro conoscenza avviene per caso o destino e senza l’insistenza di Sarah molto probabilmente, anzi sicuramente, non sarebbe mai successo nulla tra i due. Anche se è grazie a lei che tra loro succede qualcosa ci sono stati momenti in cui l’ho odiata profondamente. In alcuni casi l’ho trovata davvero invadente, anche se allo stesso tempo è stato questo comportamento a far sì che Robert iniziasse ad aprirsi.

Jessica è una pazza fuori di testa. 
La situazione che si crea alla fine mi ha un po’ ricordato Cinquanta sfumature quando Anastasia viene rapita.
Ma devo dire che il finale mi è piaciuto tantissimo, mi ha davvero commossa perché sì mi aspettavo un lieto fine ma non uno così bello.

Oltre alla storia d’amore l’autrice fa, in un certo senso, una critica alla società. Molte delle cose che succedono in questa storia vengono causate dai pettegolezzi. In pratica in questa città la gente non riesce proprio a farsi i cavoli suoi, anche se si dice che così si campa cent’anni. Anzi, adorano parlare senza sapere nulla e giudicano addirittura la gente dalle dicerie che vengono dette.

Mi piace molto lo stile di scrittura di Karen Morgan, perché è molto fluido e ti trasporta nella storia. Non importa quante pagine siano, io non riesco a smettere di leggere finché non arrivo alla fine.

mercoledì 23 settembre 2020

FILM RECENSIONE: Maximum Ride

Ciao a tutti come state?
Voi avete visto questo film? A me incuriosiva molto anche perché so che è tratto da una saga di libri, ne avete mai sentito parlare? Vi sono piaciuti?
Vorrei leggerli ma allo stesso tempo non sono convinta al 100%, soprattutto dopo il film, quindi vorrei sapere se a qualcuno sono piaciuti.


Titolo: Maximum Ride
Genere: Fantascienza, avventura 
Durata: 88 min
Anno: 2016
Paese: Stati Uniti d'America
Valutazione: ★★
Trama: Max, Fang, Iggy, Nudge, Gasman e Angel sono sei ragazzi abbastanza normali eccetto il fatto che sono per il 98% degli umani e per il 2% uccelli. Sono cresciuti in un laboratorio, vivendo come dei topi in gabbia, ma adesso sono liberi. Ma sono diventati le prime prede degli Erasers, delle creature malvagie simili a lupi create con il solo scopo di distruggere lo stormo.
COMMENTO:
La storia non è male ma ci sono scene davvero ridicole. Capisco che essendo un film di fantascienza ci siano cose difficili da rappresentare e che se si ha un budget basso sia ancora più difficile, però certe cose potevano risparmiarsele.
Sicuramente il film è un film per ragazzi, e si nota, però si poteva cercare di realizzarlo un po’ meglio.

La durata è molto breve e ci permette quindi di conoscere poco i personaggi ed è solo un capitolo introduttivo. Però capiamo fin da subito che Max è il capo ed è anche quella che mi sta meno simpatica. Mi è piaciuta molto Nudge perché le piace la moda e si fa i vestiti da sola. (A me diverte molto comprare vestiti e poi modificarli un po’ per renderli miei)

La storia è molto veloce e con molti pochi colpi di scena. Anche se dovrebbe essere una storia con molta azione io devo dire che l’ho trovata molto piatta.
Non dico che l’azione non ci sia ma che sia come molto insulsa e fa sì che la storia si ancora più scontata.

È stato un film carino in un momento in cui non sapevo cosa vedere, sicuramente non lo riguarderei.

martedì 22 settembre 2020

RECENSIONE: La rosa dei venti -II- La dispersione di Mirko Hilbrat

Ciao a tutti come state?
Speravo di riuscire a pubblicare la recensione stamattina ma non avevo pensato al fatto che andando dall’oculista mi avrebbe messo le gocce per dilatare le pupille quindi non sono riuscita a mettermi al computer.
Oggi mi sono anche accorta di essere arrivata a leggere 40 libri dall’inizio dell’anno, e credo che per me sia un record. Non ricordo di aver mai letto tanto e devo dire che a parte qualche libro tutti quelli che ho letto mi sono piaciuti moltissimo.

Qui trovate la recensione del primo volume:
https://libriunapassione.blogspot.com/2020/04/recensione-le-gocce-di-lazhull-di-mirko.html

Titolo: La rosa dei venti -II- La dispersione
Autore: Mirko Hilbrat
Editore: Youcanprint
Pagine: 376
Prezzo: 14,25€ (cartaceo) 1,99€ (eBook)
Valutazione: ★★★,5

TRAMA: Zaurel è cambiata. Il misterioso evento conosciuto come “Dispersione”, avvenuto durante la battaglia di Alexandria, ha stravolto e modificato in maniera significativa il mondo conosciuto, infrangendo ogni equilibrio legato al potere dello Stigma. Chi era già in grado di percepirlo, ora ne abusa. Chi ne conosceva i segreti, ne ha ora maggior comprensione. Chi ha saggiato per la prima volta il suo potere ancestrale, ora ne è schiavo. In un mondo sull’orlo del caos l’Organizzazione E.D.E.N. tenta con ogni mezzo di trovare il modo per rendere reversibile lo stato delle cose, supportata anche dai superstiti del Reame d’Ametista, salvi grazie al proprio operato. Diamanda parte alla ricerca della principessa di Nazela di cui si sono perse le tracce, imbattendosi in una misteriosa bambina ed una pericolosa creatura… Ravana Marduk, supportata dal Primo Arconte e dal principe Mortis, persegue una sanguinosa caccia alla ricerca di uno dei quattro Esarchi dei draghi… I “Frammenti” di un mosaico infranto iniziano a ricomporsi. Tra questi, un nome resta scolpito nella memoria di chi è sopravvissuto… il nome di qualcuno che sembra perduto per sempre: Rion.
COMMENTO:
La storia inizia esattamente da dove l’abbiamo lasciata nel primo volume. Per aiutarci, e di questo gli sono molto grata, l’autore all’inizio ha messo un piccolo riassunto e una sezione con i personaggi già incontrati.
Non  scopriamo subito cosa è successo hai personaggi durante lo scontro ad Alexandria, lo veniamo a sapere poco a poco, mentre allo stesso tempo scopriamo ciò che accade nel presente.

Devo ammettere che all’inizio il continuo cambio di personaggi mi ha un po’ destabilizzata, anche perché non mi ricordavo proprio di tutti. Ma più la storia andava avanti e anche grazie al riassunto iniziale sono riuscita a ricollegare tutti i pezzi.

In questo volume c’è molta più azione rispetto al precedente, dove nemmeno lì mancava, e questo mi è piaciuto molto perché lo ha reso molto dinamico. Non c’è un momento senza azione perché c’è sia nei capitoli che parlano del passato sia nei capitoli che parlano del presente.
Qui riusciamo a conoscere meglio l’organizzazione E.D.E.N e i cardinali dei quali nel precedente volume troviamo solo qualche riferimento. Ma anche se li conosciamo un po’ meglio comunque ci mancano ancora molte informazioni, che spero tanto avremo nel prossimo volume. Conosciamo meglio anche la strega, Ravana Marduk, che già odiavo e ora detesto completamente.

In questo volume il protagonista, Rion, viene in qualche modo eliminato, nel senso che di lui sappiamo solo alla fine. Da una parte mi è dispiaciuto perché Rion mi è piaciuto fin dal primo momento, ma capisco anche la scelta fatta dall’autore perché fa sorgere una domanda a cui possiamo dare una risposta solo alla fine.

Non vedo l’ora di come continuerà la storia anche perché le domande dopo questo volume sono molte. Parlando con l’autore ho scoperto che prima del terzo volume verrà pubblicato uno spin-off in cui si parlerà della principessa Syria, della quale viene solo accennato in questo volume.

lunedì 21 settembre 2020

GRISHAVERSE di Leigh Bardugo - Sfogo con Spoiler

Eccomi finalmente con il post in cui mi sfogo su questa duologia che ho amato.
So che molti di voi li hanno letti quando sono usciti, quindi è passato un po’ di tempo. Ma io avevo assolutamente bisogno di poter parlare con qualcuno. 
Se ancora non avete letto questa duologia o vi manca la lettura de Il Regno Corrotto, allora vi consiglio di non continuare a leggere questo post.

Ci sono due immagini perché entrambe le fanart mi piacevano tantissimo quindi non sapendo scegliere le ho usate entrambe.


Ho voluto scrivere questo post perché da quando ho iniziato a leggere Sei di corvi mi sono lasciata trasportare nel mondo creato dall’autrice. Il problema è che più andavo avanti e più mi affezionavo ai personaggi quindi sapevo che sarei arrivata ad un momento in cui avrei sofferto.

Kaz è uno dei personaggi che più mi ha colpito perché ha una mente davvero contorta. Crea dei piani che nessuno saprebbe nemmeno immaginare e a causa di quello che è successo a suo fratello non si fida di nessuno, o almeno è quello che crede lui. Più andavo avanti nella storia più si notava che anche se non voleva ammetterlo nemmeno a se stesso Kaz di Inej si fida, non solo prova qualcosa che ovviamente vuole nascondere. Il finale mi è piaciuto tantissimo perché il fatto che ritrovasse i genitori di lei, la possiamo definire, la dichiarazione d’amore più bella mai vista. 
Ma quello che davvero mi ha colpita è stato scoprire il motivo per il quale porta sempre i guanti. Anche dopo averlo saputo non potevo immaginarmi fino che punto fosse forte la sua fobia ma più andavo avanti con Il Regno Corrotto più si scopre e mi ha davvero colpito. Ecco perché all fine quando si convince a toccare Inej senza guanti già mi aveva colpito.

Quello che mi ha portato però a fare questo post è stato il destino che l’autrice ha riservato a Matthias.
So che molti lettori non l’hanno amato particolarmente ma io devo ammeterò che in un cero modo lo capisco. Per lui non è affatto facile cambiare completamente il suo pensiero soprattutto dopo anni di “lavaggio del cervello” fatto da Brum.  Capisco che abbia dei sentimenti per Nina, e alla fine lo dimostra molto bene tradendo i suoi stessi compagni, ma capisco anche che per lui lei è quello che gli hanno insegnato ad odiare.
Si vede che ha avuto un addestramento militare e che ritrovarsi in una banda di criminali non lo fa sentire a proprio agio ma giorno dopo giorno si impegna per sentirsi più a suo agio. 
Quando finalmente riesce a dimostrare a Nina quanto la ama e quando finalmente aveva trovato un posto in quello strambo gruppo l’autrice decide di farlo uccidere.
Io non potevo crederci, ho dovuto rileggere due volte quelle pagine ma soprattuto ho pianto come una fontana. È stato un momento terribile da cui ancora non sono riuscita a riprendermi, non so voi.

Se questa duologia mi ha dato tante gioie e risate e mi ha fatto innamorare dei personaggi come non mai mi ha anche distrutto.
Sono sei ragazzi, anche se alcune volte mi dimenticavo delle loro età, e a quattro di questi hanno dato un lieto fine mentre a due hanno distrutto quello che già avevano. 
Potevo aspettarmi che tra Inej e Kaz finisse molto male ma di certo non che a Nina le avrebbero portato via tutto.

Anche dopo tutta la tristezza però la felicità di Wylan e Jesper un po’ mi ha aiutata a superare il lutto, anche se non del tutto.
Devo dire che sono una coppia strana però mi piacciono perché l’esuberanza di Jes viene in un certo modo controllata dalla pacatezza di Wylan. 
E poi bisogna dirlo, Wylan è proprio un cucciolotto che si merita di essere un po’ felice dopo tutto quello che lo stronzo del padre gli ha fatto passare.

SEGNALAZIONE: Ti aspettavo di Karen Morgan


Buongiorno leoncini, oggi è il giorno dell’uscita del nuovo romanzo di Karen Morgan.
Voi avete letto qualche romanzo di questa autrice? Se sì quali? 
Partecipo al Review Party di questo nuovo romanzo, quindi giovedì 24 uscirà la mia recensione sul blog 😘

Titolo: Ti aspettavo
Autrice: Karen Morgan
Genere: Contemporary romance
Editore: Self Publishing
Data di pubblicazione: 21 settembre 2020
Romanzo autoconclusivo
Prezzo ebook: 0,99€
Disponibile in Kindle Unlimited
Prezzo cartaceo: da definire

TRAMA:
Un matrimonio.
Una famiglia.
L’amore.
Se si sommano questi tre elementi si pensa alla realizzazione di un sogno, finché non viene letteralmente spazzato via.
Ed è quello che è successo a me, Sarah Dudley.
Ho dovuto ricominciare da capo e quando pensavo di aver chiuso per sempre con l’amore, ho incontrato lui: Robert Garcia.
Trent’anni.
Sexy.
Affascinante e… scontroso.
I suoi occhi chiari rapiscono e nascondono molto di più.
Quel di più che mi ha cambiato la vita...


domenica 20 settembre 2020

COVER REVEAL: Shiva occhi belli di Monique Vane

Titolo: Shiva occhi belli
Autore: Monique Vane
Volume: autoconclusivo
Editore: Self Publishing
Genere: Romanzo Erotico, Romanzo rosa
Data pubblicazione: 23 settembre
Prezzo: 11,99€ (cartaceo) 2,99€ (eBook)
Kindle unlimited: disponibile

TRAMA:
Eva vive nel suo mondo fatto di sfumature di grigio. I suoi occhi vedono a tratti i colori, e la sua vita è un continuo mettere a fuoco per poter identificare volti, oggetti, persone.
Ector Collins è un uomo affascinante, ricco e sicuro di sé, i suoi occhi color oceano non lasciano indifferente nessuna donna.
Quando Ector Collins si presenta nel negozio di alta moda, dove Eva lavora da tre anni, l’incontro fra i due è quasi inevitabile e la profondità azzurra dei suoi occhi risalterà vividamente in quelli di
Eva. Il contatto con quell’uomo susciterà nella ragazza qualcosa di elettrizzante e profondo, di unico.
Se il caso vorrà che Eva si ritrovi senza lavoro, il destino invece deciderà che lei ed Ector incrocino ancora le loro strade. La magia che l’accompagna da quell’incontro con Ector, sembra non finire e un annuncio di lavoro le permetterà di rituffarsi in quegli occhi blu oceano e chissà, forse di poterci nuotare.
In giro per il mondo fra Londra, Milano, Norvegia e Grecia, Eva ed Ector si concederanno la possibilità di essere felici?
Che cosa succederà al mondo fatto di sfumature grigie di Eva?

sabato 19 settembre 2020

ESTRATTI - Il regno Corrotto di Leigh Bardugo

Ciao leoncini e buon sabato.
Eccomi con un post su questo fantastico libro. Dato che la recensione mi sembrava già abbastanza lunga ho deciso di fare un post a parte in cui vi metto alcuni dei miei estratti preferiti.
Ovviamente se ancora non avete letto il libro e volete evitare spoiler, non vi consiglio di leggerli anche se è una scelta vostra.


«Sarei venuto a prenderti. E se non fossi stato in grado di camminare, sarei arrivato da te strisciando, e non importa se ci avrebbero ridotti a pezzi, noi ne saremmo usciti vivi battendoci insieme: con i pugnali sguainati e le pistole fumanti. Perché è così che funziona per quelli come noi. Noi non smettiamo mai di combattere.»


«Pensaci Wylan» disse Kaz mentre raddrizzava la cornice «È la vergogna che mi riempi le tasche, è la vergogna che fa sì che il Barile brulichi di pazzi pronti a infilarsi una maschera solo per poter avere quello che vogliono senza che nessuno ne sappia nulla. Possiamo sopportare ogni genere di tormento. Ma è la vergogna che divora gli uomini.»


«Io il rancore non lo serbo. Lo cullo. Lo coccolo. Lo nutro con i più pregiati tagli di carne e lo mando alle scuole migliori. Io i miei rancori li allevo, Rollins.»


«Nel Barile la sicurezza non è i vendita.» disse Kaz, e la sua voce rauca risuonò ardente sopra la folla. «Ci sono solamente forza e debolezza. Il rispetto non si chiede. Si ottiene.» Il perdono non lo chiedi. Te lo guadagni.  Le aveva rubato la battuta. Per poco Inej non sorrise. «Io non sono vostro amico. Non sono vostro padre Non vi offrirò del whisky, non ridarò pacche sulla schiena e non vi chiamerò figlioli. Ma riempirò le nostre casse di soldi. E riempirò i nostri nemici di così tanta paura che scapperanno a gambe levate quando vedranno quel tatuaggio sul vostro braccio.»


“Wylan richiamò alla memoria la spavalderia che aveva visto esibire da Nina, la determinazione che aveva imparato da Matthias, la concentrazione che aveva osservato in Kaz, il coraggiose aveva appreso da Inej, e la selvaggia, sconsiderata speranza che aveva assimilato da Jesper, la cieca convinzione che non importava quali fossero le probabilità, in qualche modo loro avrebbero vinto.” 

venerdì 18 settembre 2020

RECENSIONE: Il regno corrotto di Leigh Bardugo

Ciao leoncini 🦁
Oggi vi parlo del secondo volume della duologia di Grishaverse, che come il primo ho davvero amato. Avendo amato così tanto questi libri e volendomi sfogare, facendo anche qualche spoiler, settimana prossima uscirà un altro post in cui vi parlerò del finale. In più domani uscirà anche un post con degli estratti che non ho voluto mettere qui dato che la recensione mi sembrava già abbastanza lunga.
Ho anche scoperto, grazie alla comunità dei bookstagrammer,  che il 20 ottobre uscirà il primo volume della Grisha trilogy, anche se su Amazon danno l’uscita il 6 ottobre.

Titolo: Il regno corrotto
Autore: Leigh Bardugo
Editore: Mondadori
Genere: Fantasy
Pagine: 476
Prezzo: 19,90€ (cartaceo) 9,99€ (eBook)
Valutazione: ★★★★

TRAMA:
Jesper non smetteva un attimo di tamburellare le dita sulle cosce. «Qualcuno ha per caso notato che l'intera città ci cerca, ce l'ha con noi o vuole farci fuori?» «E allora?» disse Kaz. «Be', di solito è solo metà della città.»

Kaz Brekker e la sua banda di disperati hanno appena portato a termine una missione dalla quale sembrava impossibile tornare sani e salvi. Ne avevano dubitato persino loro, a dirla proprio tutta. Ma rientrati a Ketterdam, non hanno il tempo di annoiarsi nemmeno un istante perché sono costretti a rimettere di nuovo tutto in discussione, e a giocarsi ogni cosa, vita compresa. Questa volta, però, traditi e indeboliti, dovranno prendere parte a una vera e propria guerra per le buie e tortuose strade della città contro un nemico potente, insidioso e dalle tante facce. A Ketterdam, infatti, si sono radunate vecchie e nuove conoscenze di Kaz e dei suoi, pronte a sfidare l'abilità di Manisporche e la lealtà dei compagni. Ma se i sei fuorilegge hanno una certezza è questa: dopo tutte le fughe rocambolesche, gli scampati pericoli, le sofferenze e le inevitabili batoste che hanno dovuto affrontare insieme, troveranno comunque il modo di rimanere in piedi. E forse di vincerla, in qualche modo, questa guerra, grazie alle rivoltelle di Jesper, al cervellone di Kaz, alla verve di Nina, all'abilità di Inej, al genio di Wylan e alla forza di Matthias. Una guerra che per loro significa una possibilità di vendetta e redenzione e che sarà decisiva per il destino del mondo Grisha.

COMMENTO:
Già nel primo volume mi ero innamorata dei personaggi e in questo mi sono affezionata ancora di più.
Questo secondo volume è un degno seguito e una degna conclusione di questa fantastica duologia. 

In questo volume scopriamo anche cosa significhi esattamente il motto degli Scarti, oltre ad essere anche un modo per augurarsi buona fortuna. Significa anche che non essendo parte dei ricchi di Kerch per loro non ci sarebbe stato nessun bel funerale e nessuna sepoltura.

Dopo averli visti in una missione super segreta per entrare nella inespugnabile Corte di Ghiaccio, ritroviamo i nostri amici a Kerch dove tutto il mondo gli da la caccia. 
Se in Sei di Corvi avevo odiato Van Ech in questo volume avrei voluto strangolarlo con le mie mani. Scopriamo chi è davvero, e cioè un bastardo che si nasconde dietro la facciata del mercante. 

In questo libro ho amato ancora di più i personaggi, perché dopo averli conosciuti nel primo volume qui li conosciamo ancora meglio. Viene data la voce anche a Wylan che nel libro precedente avevamo solo conosciuto senza però sapere molto di lui.
Wylan è un ragazzo onesto che si trova immischiato con i Corvi a causa di suo padre. Anche se all’inizio è un ragazzino spaventato, e un po’ rimane così per tutta la storia, ma quello che mi è piaciuto di più è che alla fine riesce a riprendersi ciò che è suo ma soprattutto a distruggere il padre. C’è stato un momento in cui ero sconsolata pensando che non ce l’avesse fatta ma questo pensiero è stato come dubitare di Kaz, è questo non si deve mai fare. Kaz ha sempre un piano e ogni volta sorprendono sempre di più. Ma quello che più amo di lui è che anche se si crede un mostro in realtà, e molto molto in fondo, è una brava persona che tiene alle persone e che gli vuole bene, anche se a modo suo.
Inej è la mia preferita in assoluto perché riesce a mostrare sempre una forza e un coraggio impressionanti. Certo anche lei, essendo un essere umano, ha paura ma trova sempre il modo di affrontarla, esattamente come le diceva sempre suo padre. “Noi affrontiamo la paura. Noi salutiamo la visitatrice inaspettata e ascoltiamo quello che ha da dirci. Quando la paura arriva, qualcosa sta per succedere.”
Jesper qui dimostra di essere un ragazzo molto profondo e con un cuore d’oro. Ogni volta che qualcuno ha bisogno lui c’è ma soprattutto riesce sempre a far ridere la gente anche nei momenti peggiori. Certo ha fatto molti errori ma bisogna dire che non li ha mai fatti volontariamente, anche se in alcuni casi è anche peggio. In questo libro però dimostra e riesce a redimersi per tutti i suoi errori soprattutto perché riesce a dimostrare perfettamente quanto ci tiene alle persone che gli stanno accanto. 

Il finale non mi ha convinta del tutto, perché forse mi aspettavo qualcosa di diverso. Certo è un bel finale perché la mia ship preferita ha avuto, quello che si può definire, un lieto fine. Però non me lo aspettavo così aperto, o forse semplicemente non volevo arrivare alla fine perché mi sono affezionata troppo a questa banda di matti.

COVER REVEAL: Ti aspettavo di Karen Morgan

Ciao a tutti e buon venerdì, come state?
Ecco a voi il Cover Reveal del nuovo romanzo di Karen Morgan. 
Tutti i libri letti di questa autrice mi sono piaciuti, sia per la storia creata da lei sia per il suo stile di scrittura :)
Volevo anche dirvi che oggi pomeriggio verrà pubblicata la recensione di Il Regno Corrotto. E vi anticipo anche che farò un post in cui mi sfogherò su questa duologia con tanto di spoiler la prossima settimana, ovviamente avvertirò che sarà solo per chi ha letto Sei di Corvi e Il Regno Corrotto.

Titolo: Ti aspettavo
Autrice: Karen Morgan
Genere: Contemporary romance
Editore: Self Publishing
Data di pubblicazione: 21 settembre 2020
Romanzo autoconclusivo
Prezzo: 0,99€ (eBook), cartaceo da definire
Disponibile in Kindle Unlimited

TRAMA:
Un matrimonio.
Una famiglia.
L’amore.

Se si sommano questi tre elementi si pensa alla realizzazione di un sogno, finché non viene letteralmente spazzato via.
Ed è quello che è successo a me, Sarah Dudley.
Ho dovuto ricominciare da capo e quando pensavo di aver chiuso per sempre con l’amore, ho incontrato lui: Robert Garcia.
Trent’anni.
Sexy.
Affascinante e… scontroso.
I suoi occhi chiari rapiscono e nascondono molto di più.
Quel di più che mi ha cambiato la vita...

giovedì 17 settembre 2020

SEGNALAZIONE: Il giovane Achille di Alessandro Ricci

Titolo: Il giovane Achille
Autore: Alessandro Ricci
Editore: NPS Edizioni
Genere: Romanzo di formazione

Viareggio, 15 settembre 2020 – Arriva in libreria “Il giovane Achille”, nuovo libro di Alessandro Ricci, edito da NPS Edizioni (12 euro), il marchio editoriale dell’associazione “Nati per scrivere”: un romanzo di formazione, destinato alla fascia di lettori sui 10-15 anni, ma fruibile anche da genitori e adulti. Una storia in grado di offrire uno spaccato sul mondo della pre-adolescenza, con le sue gioie e i suoi dolori, i drammi quotidiani e le straordinarie potenzialità della fantasia.

Alessio, il protagonista del romanzo, è un dodicenne introverso e pieno di rabbia, a causa della perdita della madre e di una malformazione fisica che lo costringe a camminare zoppicando, attirando risatine e commenti di scherno dai compagni di scuola. Motivo per cui odia il mondo, e se stesso. Per stimolare la sua socialità, il padre lo iscrive, suo malgrado, a un campeggio estivo, dove conoscerà Claudio, Cristiano e altri ragazzi solitari come lui, vivendo mille avventure e scoprendo il piacere della compagnia e il valore dell’amicizia.

“Il giovane Achille” è una storia di delusione verso la vita, isolamento e difficoltà di comunicazione, difficoltà che viene superata quando il protagonista incontra persone in grado di condividere gli stessi sentimenti, gli stessi suoi silenzi, scoprendo di non essere più solo e imparando ad accettarsi, pur con i suoi difetti fisici.

Alessandro Ricci, scrittore garfagnino, adora scrivere storie per ragazzi, lasciandosi ispirare dalle atmosfere di Roald Dahl e Gianni Rodari.

«Mi sento vicino al linguaggio dei bambini, sono molto legato all’idea di fantasia che si trova nelle favole e nelle fiabe. Una fantasia semplice, non ancora corrotta dalla visione dei grandi, forse più sincera» dichiara l’autore. «Mi affascina la possibilità di poter immaginare una storia senza i vincoli e le zavorre che comporta il pensiero adulto, è più facile essere rapiti dalla magia quando non ci si pongono troppe domande».

Il libro è impreziosito da numerosi disegni a colori, realizzati dall’illustratrice Stefania Franchi, che accompagnano i ragazzi nella lettura.

“Il giovane Achille” è ordinabile sul sito NPS Edizioni, in libreria e sugli store di libri dal 15 settembre 2020. A breve inizierà anche il tour promozionale che porterà l’autore in giro per la regione a presentare il libro e incontrare i lettori: prima tappa il 27 settembre, a Gallicano (LU), in un evento patrocinato dal Comune.

Autore: 
Alessandro Ricci, vivo in Garfagnana e invento favole da quando sono piccolo, e anche da adulto metà della mia vita si svolge in mondi fantastici. Sono nato il 15 dicembre 1981, ricordo benissimo che era martedì: non che cambi qualcosa, ma è sempre meglio che nascere di lunedì. Il lunedì non piace a nessuno.
Sono stato uno studente pigro e indolente, ma sono un lettore appassionato, soprattutto di autori come Dahl e Rodari, i principali colpevoli del mio istinto a viaggiare per mondi fantastici e di raccontare alle persone quello che scopro. Più che uno scrittore, sono una guida turistica.
Ho pubblicato il romanzo “Il fabbricante di suoni” (Arpeggio Libero Edizioni) e ho partecipato con i miei racconti ai volumi 2 e 3 di “Bestie d’Italia” (NPS Edizioni).
Pagina Facebook: Guida turistica per sognatori

Illustratrice: 
Stefania Franchi ,sono nata il 23 dicembre del 1985, ma indipendentemente da quando leggerete la mia biografia sappiate che dimostro molti meno anni. In tutti i sensi.
Amo la musica, il cinema, la letteratura fantastica e il disegno, la mia più grande passione. Disegno fin da quando ho memoria, frequento corsi di pittura e grafica.
La mia passione per l’arte visiva ha avuto parecchie sfaccettature: dalla realizzazione di quadri e lavori artigianali, a caricature e disegni per partecipazioni matrimoniali, fino alle illustrazioni per libri.
Pagina Facebook: Stefania Franchi Art - Illustratrice

SEGNALAZIONE: Solo se mi baci Tu di Flora A. Gallert

Titolo: Solo se mi baci Tu
Autore: Flora A. Gallert
Genere: Romance Young Adult Autconclusivo
Disponibile su BoundlessBooks, sezione “Contenuti”, gratuitamente

I capitoli verranno caricati il martedì e il giovedì fino al termine della storia.

Link: https://linktr.ee/boundlessbooks

TRAMA:
Non sempre ciò che è giusto rende felice e questo Emy, da quando è stata baciata da Jack Hall, lo sa bene. Ma deve ancora decidere se l'amore per il bellissimo Michael e l'approvazione della sua agiata famiglia possano bastarle per dimenticare quel bacio. Quegli occhi. Quella voce.
Eppure, nonostante gli sforzi di entrambi, a legarli saranno sempre più segreti, sempre più promesse, sempre più baci. Baci rubati alla notte perché è di notte che si sogna ma anche perché, nel buio, le oscurità di Jack Hall, sono meno evidenti.
Perché Jack Hall, sotto un cielo nero e possibilmente senza stelle, è quello giusto mentre, alla luce del sole, appare tremendamente sbagliato. Soprattutto alla mamma di Emy che farà di tutto, forse anche troppo, per allontanarla da questo ragazzo difficile.
Riuscirà a separarli? E poi, perché ci tiene così tanto? Cosa la spinge?
E Jack, lotterà contro i suoi demoni per amore di Emy o si lascerà divorare da essi?
Prima di poter amare qualcuno, Jack dovrà imparare a perdonarsi e, ad Emy, non rimarrà altro sperare perché, in fondo, le oscurità di lui, sono anche un po’ le sue.

Estratto:
“Quello che c’è stato tra noi è un qualcosa che non si può replicare con qualcun altro” mi dice, accarezzandomi con i pollici il volto. Mi sto perdendo dentro i suoi occhi, ho le gambe molli. Sono affamata di lui, delle sue parole.
Lui deglutisce e continua. “È qualcosa che se non c’è a partire da uno sguardo, non ci potrà mai essere in nessun’altra azione, nemmeno arrivando a fare l’amore. Si chiama passione e la passione non è un sentimento che cresce. È un istinto primordiale innato e che non puoi domare o provare a controllare in nessun modo.”

mercoledì 16 settembre 2020

FILM RECENSIONE: Codice Unlocked

Ciao a tutti leoncini, come state? 
Vorrei chiedervi una mano per migliorare il mio blog. Vorrei tanto sapere se credete debba migliorare qualcosa. So perfettamente di non essere la migliore blogger, anzi… ma ci tengo moltissimo a questo mio piccolo mondo quindi mi piacerebbe capire se avete qualche spunto da darmi.

Essendo mercoledì oggi parliamo di film, voi avete visto questo film? Io l’ho appena rivisto e devo dire che mi ha intrattenuta ma non colpita completamente.


Titolo: Codice Unlocked
Genere: azione, thriller
Durata: 98 min
Anno: 2017
Paese: Regno Unito
Valutazione: ★★★
Trama: Alice Racine è un'agente della CIA che cerca di individuare potenziali terroristi utilizzando la copertura di assistente sociale. Richiesta di collaborare ad un interrogatorio riesce ad ottenere informazioni da un membro di una cellula terroristica su un imminente attacco a Londra e le riferisce ad uno dei suoi superiori. Da lì a poco capisce di essere stata ingannata e di aver fornito ad una talpa informazioni importanti che hanno agevolato i piani dei terroristi. Alice inizia una corsa contro il tempo per fermare l'imminente attacco biologico che minaccia Londra.
COMMENTO:
Ho rivisto questo film perché una serata non sapendo cosa vedere mi sono imbattuta in lui e non mi ricordavo di averlo già visto ahaha.
É una storia che intrattiene, ma da amante di film di spionaggio devo dire che l’ho trovato un po’ così.
Si può intuire abbastanza in fretta che qualcosa nell’intera storia puzza e che Alice non se ne rende conto, non perché è un pessimo agente, ma perché vuole fidarsi a tutti i costi delle persone che conosce. 
Voi direte, “certo che hai già capito, lo hai già visto”. Ma posso dirvi che è passato un po’ di tempo e non me lo ricordavo affatto e poi arrivata alla fine mi sono ricordata che anche la prima volta avevo già intuito molte cose.

Come ho detto la storia è interessante, anche se mi aspettavo qualcosa in più. Mi è mancato qualcosa che mi facesse dire che bello, ma soprattutto che mi facesse pensare che ne valesse davvero la pena.
Dopo 30 minuti che lo guardavo ho pensato di cambiare film ma essendoci Orlando Bloom, di cui sono follemente innamorata fin da piccola. 
L’ho amato da quando l’ho visto in Pirati dei Caraibi e poi quando l’ho visto nel Il signore degli anelli; ogni volta che lo vedo mi verrebbe solo voglia di entrare nel televisore e diventare sua ahaha.
Quindi per lui e praticamente solo per lui sono andata avanti.
Il finale aperto mi ha lasciata un po’ l’amaro in bocca perché speravo qualcosa di più, ma comunque non è il finale più brutto che abbia mai visto.

lunedì 14 settembre 2020

COVER REVEAL: Brute di SC Daiko

Ciao leoncini, come state?
Oggi pomeriggio uscirà un post su Instagram, in cui parlo dei libri ancora da leggere.
Ne ho molti e credo che sia così anche per la maggior parte dei lettori ma lo scopriremo oggi pomeriggio 😉

Titolo: Brute
Autore: SC Daiko
Editore: Queen Edizioni
Genere: Contemporary romance
Pagine: 290
Prezzo: 3,99 Ebook – 12,90 cartaceo
Data di pubblicazione: 24 settembre 2020


TRAMA:
Il mio vicino Daniel Collins è un papà single, ed è l'uomo più maleducato che abbia mai conosciuto. Freddo. Arrogante. Solitario. È così instabile che tutti lo chiamano il Bruto. Dovrei stare lontano da lui... ma riesco a vedere cosa sta cercando di nascondere... il dolore e il suo passato oscuro che minaccia di distruggerlo. Quando siamo insieme accade qualcosa di unico, ma giocare col fuoco è pericolo e rischio di bruciarmi. Un cuore fragile può facilmente essere spezzato di nuovo.

Autore:
S.C. Daiko,alias Siobhan, è un’autrice britannica pluripremiata di bestseller del genere Contemporary Romance e Suspence Romance.
Siobhan ama il mare e nuotare, viaggiare per l'Europa, assaggiare cibi diversi e gustare vino locale. Ha lavorato nella City di Londra e insegnato lingue in una scuola superiore del Galles prima di trasferirsi in Italia, dove tutt'ora vive con suo marito e due gatti. Niente la rende più felice che interagire con i suoi lettori e altri autori.
https://scdaiko.com/

sabato 12 settembre 2020

RECENSIONE: Sei di corvi di Leigh Bardugo

Rieccomi, oggi vi parlo del primo volume della duologia di Grishaverse.
Mi è piaciuto moltissimo questo primo volume e ho già iniziato il secondo. Voi avete letto questa duologia? Posso dirvi che se ancora non lo avete fatto non so cosa stiate aspettando, perché sicuramente ve ne innamorerete.
Io ho anche appena scoperto che esiste anche una trilogia di questa autrice che parla di questo mondo e che, dopo aver pubblicato solo il primo volume in italiano e poi abbandonato, ora verrà tradotta completamente, sempre da Mondadori, anche se non ho ancora non ho capito la data d’uscita.

Titolo: Sei di corvi
Autore: Leigh Bardugo
Editore: Mondadori
Genere: Fantasy
Pagine: 404
Prezzo: 17€ (cartaceo) 9,99€ (eBook)
Valutazione: ★★★★

TRAMA:
A Ketterdam, vivace centro di scambi commerciali internazionali, non c'è niente che non possa essere comprato e nessuno lo sa meglio di Kaz Brekker, cresciuto nei vicoli bui e dannati del Barile, la zona più malfamata della città, un ricettacolo di sporcizia, vizi e violenza. Kaz, detto anche Manisporche, è un ladro spietato, bugiardo e senza un grammo di coscienza che si muove con disinvoltura tra bische clandestine, traffici illeciti e bordelli, con indosso gli immancabili guanti di pelle nera e un bastone decorato con una testa di corvo. Uno che, nonostante la giovane età, tutti hanno imparato a temere e rispettare. Un giorno Brekker viene avvicinato da uno dei più ricchi e potenti mercanti della città e gli viene offerta una ricompensa esorbitante a patto che riesca a liberare lo scienziato Bo Yul-Bayur dalla leggendaria Corte di Ghiaccio, una fortezza considerata da tutti inespugnabile. Una missione impossibile che Kaz non è in grado di affrontare da solo. Assoldati i cinque compagni di avventura - un detenuto con sete di vendetta, un tiratore scelto col vizio del gioco, uno scappato di casa con un passato da privilegiato, una spia che tutti chiamano lo "Spettro", una ragazza dotata di poteri magici -, ladri e delinquenti con capacità fuori dal comune e così disperati da non tirarsi indietro nemmeno davanti alla possibilità concreta di non fare più ritorno a casa, Kaz è pronto a tentare l'ambizioso quanto azzardato colpo. Per riuscirci, però, lui e i suoi compagni dovranno imparare a lavorare in squadra e a fidarsi l'uno dell'altro, perché il loro potenziale può sì condurli a compiere grandi cose, ma anche provocare grossi danni...
COMMENTO:
Ho iniziato a leggere questo libro aspettando un po’ dall’uscita perché ne avevo sentito parlare molto e quindi le mie aspettative erano molto alte. Anche avendone sentito parlare molto non sapevo esattamente cosa aspettarmi e devo dire che me ne sono innamorata.
La storia mi è piaciuta ma quello che ho davvero amato sono i personaggi. Sono uno più interessante dell’altro ma soprattutto in da subito si vuol capire chi sono e cosa li ha portati ad essere quelli che sono. Nessuno di loro è nato criminale ma le strade del Barile, la zona più malfamata di Ketterdam, li hanno trasformati e portati a far parte della stessa banda.
Anche il mondo creato dall’autrice è molto intrigante e pieno di mistero. 

All’inizio seguire la storia non è affatto facile perché i nomi sono molto particolari e bisogna cercare di ricordarsi i vari meccanismi di questo mondo. Man mano che la storia va avanti riusciamo a conoscere e approfondire gli aspetti di ogni personaggio, grazie al modo perfetto dell’autrice di intrecciare il passato con il presente e con i loro sentimenti. É riuscita a creare dei personaggi ricchi di sfumature, contrasti che fanno sì che pagina dopo pagina il lettore voglia conoscerli sempre più a fondo.
Io mi sono innamorata di tutti loro, non saprei dirvi chi ho preferito perché mi è impossibile.

Kaz è il capobanda ed è anche molto temuto nel Barile, all’inizio pensavo fosse un tipo spietato e senza cuore; si capisce in fretta che in realtà ha sofferto troppo nel passato e si è voluto costruire una corazza attorno per non permettere più a nessuno di ferirlo. Di lui ho amato soprattutto il suo modo di ragionare, anche se alcune volte lo porta ad essere un infame anche con i suoi compagni.
Inej ha una forza e un coraggio strabilianti, anche se molto spesso non se ne rende conto nemmeno lei. Lei è la colla che in certo modo unisce questo strano gruppo.
Poi c’è Nina che è una ragazza tosta con la battuta sempre pronta e che farebbe qualunque cosa per quelli a cui vuole bene. Di certo trattare con lei non è affatto facile perché è molto permalosa ma dimostra più e più volte il suo valore.
Successivamente ci sono quelli che io ho definito i “giullari” del gruppo perché insieme fanno davvero morire dal ridere, Jesper e Wylan. Wylan è un cucciolino che centra poco e niente con la banda e Jesper non manca mai di farglielo notare ma la realtà è che insieme sono adorabili e in un certo modo lo sanno anche loro. Li vorrei entrambi come amici perché sarebbe molto divertente vedere come si stuzzicano a vicenda, certo a Jesper non presterei un soldo ahahah 
Infine c’è Mathias che anche se ci sono momenti in cui l’ho odiato ho anche capito i suoi comportamenti. Lui è un soldato che è stato addestrato ad odiare e uccidere i Grisha e quando conosce Nina tutto il suo mondo si capovolge. Mi ha davvero sorpresa quando ad un certo punto capisce ciò che vuole davvero e utilizza questa frase per far capire la sua decisione, ovviamente ve la scrivo in fjerdiano perché non voglio fare spoiler.
«Jer molle pe oonet. Enel mörd je nej afva trohem verret.»

Come ho detto la storia mi è piaciuta perché la loro avventura è costellata di imprevisti, anche se alcuni sono perfettamente calcolati da Kaz o così sembra. In alcuni casi sembra solo che Manisporche abbia avuto molto fortuna o che gli altri cinque siano molto meglio di quanto ci si potesse aspettare.
É una storia che tiene con il fiato sospeso fino alla fine e nel finale ti lascia a bocca aperta facendoti desiderare subito il volume successivo, e conclusivo, per sapere cosa accadrà alla banda che mi ha completamente rubato il cuore.

Posso solo concludere dicendo che se ancora non avete letto questo libro lo dovete assolutamente fare perché vi innamorerete di questi fantastici 6 fuorilegge.

venerdì 11 settembre 2020

SEGNALAZIONE: L’Ultimo Concerto di Freddy King di Alessio Linder

Titolo: L’Ultimo Concerto di Freddy King
Autore: Alessio Linder
Editore: Dunwich edizioni
GENERE: Horror
Pagine: 400
DATA DI USCITA: 11/9/2020
Prezzo: ebook € 4,99 (in offerta lancio a € 1,99 fino al 24/09)
LINK D’ACQUISTO ebook:
Amazon: http://bit.ly/freddyking
Kobo: http://bit.ly/freddykingkobo

Cartaceo (in offerta lancio a € 12,90) https://bit.ly/354l7uh

TRAMA:
La carriera dei Blood Red Sun sta arrivando al capolinea e il loro cantante – Freddy King – sarà presto costretto a onorare la sua parte dell’accordo… a meno che non trovi una via di fuga dal labirinto in cui è rimasto intrappolato. Qualcun altro è però interessato alla band e potrebbe essere la scappatoia che sta cercando. Thea Gauthier ha un conto in sospeso vecchio di decenni con qualcuno vicino a Freddy ed è determinata a esigere la sua vendetta, persino a costo della sua anima. E anche se la fine dei Blood Red Sun è ormai prossima, un nuovo progetto sta vedendo luce, guidato dalle dita esperte di Owen Murphy… e il giovane Valerio, smarrito dopo la perdita dell’amico e mentore Marty Red, rischia di lasciarsi convincere dalle subdole parole del manager. Mentre il mondo intero crolla intorno a Freddy e gli spettri del passato tornano a tormentarlo, i demoni del presente non restano a guardare, e il suo futuro resta appeso a un filo sempre più esile.

Autore: Alessio Linder nasce a Trento, dove per parecchio tempo si dedica alla musica pesante, prima suonando in diverse cover band e poi occupandosi di una sala di registrazione. Trasferitosi a Roma, abbandona il mondo della musica suonata e scrive per qualche rivista del settore. Esordisce nel 2017 con il romanzo L’Ultima Fermata di Marty Red. Comincia poi a occuparsi di traduzioni e per Dunwich Edizioni ha tradotto, tra gli altri, i romanzi Brew di Bill Braddock, The Resurrectionists di Michael Patrick Hicks, One For The Road di Wesley Southard, Sow di Tim Curran.

COVER REVEAL: Punti di vista di Viola Raffei

Ciao a tutti leoncini, come procede settembre?
Io ho preso una decisione, verso la fine di questo mese tornerò in Spagna anche se non so come saranno le lezioni. Ho preso questa decisione perché mi mancano le mie coinquiline e la mia vita là. Questo significa che fino ad allora cercherò di leggere più libri cartacei che posso visto che non li porterò là. Ovviamente leggerò anche le collaborazioni, che purtroppo mi sono rimaste indietro e continuo a chiedere scusa per il ritardo.

Ps: più tardi uscirà la recensione di Sei di corvi 😉

Titolo: Punti di vista
Autore: Viola Raffei
Editore: Ode edizioni
Genere: Romance contemporaneo
Prezzo: 12.99€ (cartaceo)  2.99€ (eBook)
Data pubblicazione: 16 settembre
Pagine: /
Serie: no
Autoconclusivo: sì

TRAMA: 
Per Emma fare la fotografa è un sogno, una fantasia che tuttavia deve rimanere chiusa in un cassetto perché mandare avanti l'hotel di famiglia deve essere la priorità.
Riccardo è abituato a vivere sempre al massimo, a non fermarsi, a godere quanto di bello la vita ha da offrire.
Emma vede l'amore con gli occhi di chi sogna.
Riccardo crede che l'amore sia effimero e sopravvalutato.
Due mondi che sia scontrano; due cuori che battono a ritmi diversi.

ESTRATTO: 
«L’amore è qualcosa di talmente effimero che non credo esista, sono molto razionale, tanto che molti mi dicono di essere cinico all’inverosimile.»
«L’amore è qualcosa di cui abbiamo bisogno tutti» asserisco.
«Punti di vista. Non sono certo tu capisca il mio

Biografia: 
Viola Raffei nasce nel 1981, vive in provincia di Ancona e ama sognare fin da piccolissima, così convoglia questo suo modo di essere nelle storie che ci racconta. Il primo romanzo è A modo mio, seguito da A modo nostro. Arrivano poi Le fiamme nel cuore, romanzo ritirato dalla vendita perché uscito con una nuova veste con la Queen Edizioni con il titolo, Amami fino all'ultimo respiro. Il profumo della lavanda arriva dopo cimentandosi in un rosa puro, ma il vero successo giunge inaspettato con Resilienza, diventando in poco tempo bestseller Amazon. Love Each other è la sua ultima storia dove affronta anche un tema molto importante e attuale: la violenza sulle donne.

giovedì 10 settembre 2020

SEGNALAZIONI (10-09-20)

Titolo: BelGrave – Istituto correttivo (Part 1)
Autore: Floriana D’Amico
Genere: New Adult (drama)
Pagine: 540
Volume: Primo volume di due
Prezzo: €2,99
Uscita prevista: 10 Settembre
Disponibile: Formato e-book su Amazon e Kindle Unlimited
Pubblicato da: Collana digitale Darklove/Pubme

SINOSSI:
A volte, un’unica scelta sbagliata può rovinarti per sempre la vita. Lo sa bene Nina Volkov, ora seduta davanti ad un giudice, in attesa di essere condannata o di avere una seconda occasione. Il suo Purgatorio personale si chiama BelGrave, ed è lì che vengono spediti i ragazzi sotto i 21 anni in attesa del processo. Sarà proprio tra quelle mura opprimenti e desolanti che Nina riabbraccerà Scarlett, sua migliore amica e complice della medesima notte brava, finita in tragedia. E sarà sempre tra quelle stesse mura che dovrà fare i conti con i propri demoni e un carattere ribelle, decisamente sopra le righe. Ma se la sua lingua impertinente stesse per scontrarsi con un giovane sergente dall’aria severa e con gli occhi più belli che Nina abbia mai visto? Nathan Wayne non sembra incline a fare sconti e non vede l’ora di impartire un po’ di sana disciplina militare, a quella che sembra essere l’allieva più insubordinata del suo corso.
Una criminale e un Sergente. Una ragazza difficile e un soldato intransigente. Un’attrazione proibita.
Mettetevi comodi, perché stiamo per portarvi a metà strada tra quello che è giusto e quello che non lo è affatto, solo per scoprire se quella linea che li separa, è sempre così netta da non poter essere mai oltrepassata, esattamente come i nostri limiti.
Benvenuti a BelGrave, signore e signori, godetevi la permanenza!

Fa il suo esordio in casa Darklove (Pubme), Floriana D’Amico, con l’originale ed imperdibile prima parte di una storia che puzza di guai da un miglio di distanza e che sa di tentazioni a cui sarà davvero difficile resistere. Un mix letale tra legami indissolubili, ragazzi problematici e ferite da ricucire. In attesa di sapere se la nostra Nina andrà in Paradiso o all’Inferno, vi consigliamo di godervi questo Purgatorio, perché ha tutta l’aria di valerne davvero la pena…

ESTRATTO:
«Avremo tutto il tempo per pentircene» disse avvicinando la bocca al suo orecchio. «Adesso baciami».
Percepì il suo ringhio sommesso e, in un istante, le labbra di lui tornarono a cercare le sue, possessive.
Era vero.
Se ne sarebbero pentiti.
Ma le andava bene così.
Superare il limite era pericolosamente eccitante.

Titolo: La vie en rose- Un amore reale
Autore: Hazel Pearce
Genere: Romanzo Rosa Autoconclusivo
Pubblicato da: Collana Floreale – Pubme
Formati: Ebook, Cartaceo
Disponibile su Amazon e Kindle Unlimited
Prezzo: €2,99

TRAMA:
LEI VUOLE RICOMINCIARE. LUI LA TRASCINERÀ NEL SUO CASINO.

Sophie lascia il suo fidanzato sull’altare e fugge dalla sua ricca e ingombrante famiglia. Si reca dall’unica persona capace di capirla, sua sorella Ethel, tatuatrice e diseredata dai genitori. La ragazza accoglierà la fuggitiva e l’aiuterà ad iniziare una nuova vita, a partire dal lavoro.
Sophie è scappata a gambe levate da una famiglia benestante, fatta di rigide regole e protocolli, ma uno strano scherzo del destino la porterà a lavorare come istruttrice in una… residenza reale vera e propria! Lì incontrerà il principe Thomas Barreth-Collins, l’uomo più maleducato che abbia mai conosciuto e sarà costretta a vederlo e a sopportarlo ogni giorno.
Tra i due è odio a prima vista, sono più lontani che mai, oltre a questo, lui è prossimo al matrimonio. Tuttavia, seguendo le note de “La vie en rose”, Sophie giungerà al paradiso; peccato che ad attenderla troverà un vero diavolo tentatore vestito da principe e pronto a trascinarla nel suo inferno personale. Riuscirà la dolce Sophie a non cadere in tentazione?
Tra i corridoi e le stanze di un palazzo reale, Sophie vivrà una storia d’amore tanto passionale quanto scorretta.

ESTRATTO:
«Tom quello che c’è stato non ha fatto altro che complicare le cose, perché vuoi rendere tutto dannatamente più difficile?».
«Credi che sia colpa mia se sento tutto questo?» chiese confuso, assottigliando lo sguardo. «Perché sei così spaventata da quello che provo?».
«Perché ti perderò!».


Link: https://www.amazon.it/vie-rose-amore-Collana-Floreale-ebook/dp/B08HH1JLTW/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=TF7AGQV506YW&dchild=1&keywords=hazel+pearce&qid=1599638173&sprefix=hazel+pe%2Caps%2C195&sr=8-1

COVER REVEAL: Un cuore al bivio di Elena Tinelli

La Royal Books presenta “Un cuore al bivio”, il romanzo d’esordio dell’autrice piacentina Elena Tinelli
Quando il cuore si distrae e perde la strada giusta…
Modena, Piacenza, settembre 2020. Ogni storia d’amore è regale, per quanto intricata e complicata. E altrettanto ingarbugliata è la vita amorosa della protagonista di “Un cuore al bivio”, Emma, che finora ha affrontato sentieri impervi, ma non è mai riuscita a raggiungere il rettilineo che porta all’amore.

Sarà per questo che quando si ritrova sulla strada giusta, quasi fatica a riconoscerla. Si guarda attorno incerta e i suoi occhi faticano a mettere a fuoco la meta. Con la testa bassa preferisce concentrarsi sul percorso, convinta che più della destinazione conti il viaggio. Ma è così che finisce col perdersi.

A distrarla è un luccichio quasi impercettibile, eppure si fa notare. Riflette i raggi di un Sole caldo, che finalmente si era deciso a illuminare la via da percorrere. Sull’asfalto, tra la polvere, qualcosa è tornata a brillare. È piccola proprio come la mano della bambina che la stringeva nel suo palmo. È lunga quel poco che bastava a circondare un collo sempre teso alla ricerca di uno sguardo da incrociare. La catenina è a terra, ancora intatta. Così come il ciondolo che la rende unica e indimenticabile.

A lasciarla su quella strada è stato il destino, che è beffardo: indovina le persone, ma sbaglia con i tempi. O forse la sua anima gemella, che è codarda: lascia cadere la collanina e nasconde la mano. Emma la raccoglie e scruta l’orizzonte alla ricerca di quel cuore un po’ sbadato, ma al suo posto ne trova uno più determinato e audace. Ora l’incertezza ha lasciato il passo alla confusione.

Con le unghie gratta via la terra incrostata sopra al cuoricino d’argento. Rigira il ciondolo tra le mani, lo sfrega nella speranza di vedere comparire sulla sua strada un genio pronto a esaudire il suo più grande desiderio, o perlomeno disposto a suggerirle il segreto per riconoscere e scegliere il vero amore. Ma la strada è deserta e sul ciondolo, sotto alla polvere, c’è scritto solo il nome di chi è destinato a compiere una scelta. Emma.

"Un cuore al bivio" è il primo volume della dilogia "Summerville in love”.

Titolo: Un cuore al bivio
Autore: Elena Tinelli
Serie: Summerville in love (#1) 
GENERE: Contemporary Romance 
Data di uscita: 05/10/2020
Editore: Royal Books Edizioni

TRAMA: 
Emma Cooper viaggia da sempre su un binario parallelo all’amore: lo ha rincorso per anni, senza mai riuscire a raggiungerlo. Fino a quando, quasi per ironia della sorte, le loro strade si incrociano davanti a un bivio. Emma si ritrova allora a dover scegliere tra due vie che portano il nome dei soli due ragazzi capaci di rubarle ciascuno
un pezzetto di cuore: James e Matt. Fin da bambina, convinta che mai nessuno sarebbe riuscito a farle cambiare idea sull’uomo della sua vita, aveva scelto James. Il suo sogno romantico, però, rischia di sfumare all’età di 24 anni, quando il rapporto con Matt Parker, fino a quel momento niente più che un amico, sembra trasformarsi in qualcosa
di inatteso. James Morgan sul treno dell’amore non è mai salito. Ha sempre amato una sola persona, eppure non ha mai abbandonato le vesti del ragazzino scorbutico e troppo preoccupato a non farsi deridere dagli amici. Ma ora il bambino è diventato un adulto e non ne vuole sapere di arrendersi e darla vinta ancora una volta al destino: Emma è il suo desiderio non realizzato e non permetterà a Matt Parker di portarglielo via.

mercoledì 9 settembre 2020

SERIE TV RECENSIONE: Cursed

Ciao leoncini, finalmente torno con la rubrica del mercoledì e oggi vi parlo di Cursed.
É una serie originale di Netflix che è uscita a luglio, la volevo vedere subito ma non ce l’ho fatta e l’ho recuperata solo ora. Voi l’avete vista? Avete qualche serie tv da consigliarmi? 
Ultimamente non so cosa guardare, forse perché voglio vedere molte cose ma poi non so scegliere, quindi ditemi una serie/film di cui vorreste la recensione o sapere la mia opinione. Ho l’abbonamento a queste piattaforme: Netflix, Amazon Prime e Disney+ 😊

Titolo: Cursed
Genere: fantasy, drammatico, avventura, azione
Stagione:
Episodi: 10
Durata: 48-60 min (episodio)
Paese: Stati Uniti d'America
Anno: 2020
Valutazione: ★★★,5
Trama: Cresciuta in un villaggio di druidi, Nimue è considerata “maledetta” dai suoi coetanei (tutti tranne l’amica Pym) perché ha il potere di risvegliare le forze della natura. Quando il villaggio viene incendiato dai Paladini Rossi, monaci il cui scopo è cancellare ogni forma di magia dalla faccia della terra, Nimue riesce a scappare. La madre, prima di morire, le affida una missione: consegnare una potente spada al mago Merlino.
Premessa: Scrivendo per Deadline, Nellie Andreeva descrive Cursed come «una rivisitazione della leggenda arturiana, raccontata attraverso gli occhi di Nimue, una giovane eroina con un dono misterioso destinata a diventare la potente (e tragica) Signora del Lago. Dopo la morte di sua madre, trova un partner inaspettato in Artù, un giovane mercenario, nel tentativo di trovare Merlino e consegnare un'antica spada. Nel corso del suo viaggio, Nimue diventerà un simbolo di coraggio e ribellione contro i terrificanti Paladini Rossi e il loro complice Re Uther». Sempre nel medesimo articolo, Andreeva definisce la serie «una storia di formazione i cui temi sono propri della nostra epoca: la distruzione della natura, il terrorismo religioso, le guerre insensate e il coraggio di andare oltre l'impossibile».
COMMENTO:
Prima di vedere questa serie ne avevo già sentito parlare moltissimo ancora prima che uscisse. Normalmente non sono una persona che si informa molto perché vado molto ad istinto quindi avevo visto solo il trailer. Avevo quindi capito che fosse una serie che parlava del mondo arturiano ma che non parlava della classica storia ma si incentrava su un’altra persona, Nimue.
Il trailer mi aveva colpito moltissimo quindi non vedevo l’ora di vederla e devo dire che non mi ha delusa ma nemmeno mi ha colpita come mi aspettavo.

La serie è composta da 10 episodi e devo dire che, anche se fin da subito troviamo molta azione, ho trovato i primi capitoli un po’ lenti. La storia assorbe fin da subito perché si vuole capire cosa stia esattamente succedendo ma soprattutto chi siano e cosa vogliono i vari personaggi.
Ad esempio Artù non è il classico personaggio conosciuto in altre storie, anche Merlino è completamente diverso.
Nimue è un personaggio che mi è piaciuto molto anche se verso la fine ho iniziato ad odiarla un po’ per il suo modo di fare. Quello che però mi è piaciuto di lei dall’inizio alla fine è il suo modo di cercare in tutti i modi di salvare il suo popolo anche se questo significa sacrificarsi.

Spero che la seconda stagione esca presto perché voglio sapere cosa succederà dato che il finale era stato molto sconvolgente.
Un’altra cosa che mi ha sconvolta moltissimo è stato scoprire chi fosse il monaco piangente. Prima cosa non avevo capito che fosse cattivo e ci sono rimasta male solo per il semplice fatto che adoro Daniel Sharman; seconda cosa la rivelazione verso la fine e poi la rivelazione finale mi hanno davvero sorpresa, non me lo sarei mai aspettata. Questo è un motivo in più per voler vedere la seconda stagione 😃

AGGIORNAMENTO DI LETTURA (30-07-21)

 Buon venerdì leoncini.  Vi rendete conto che domenica sarà agosto? Io sinceramente non so come ci siamo arrivati. Mi sembra che il tempo st...