lunedì 29 aprile 2019

BEST BOOK LOOK: Cuore d’inchiostro di Cornelia Funke

Ciao a tutti come state? Com’è andato il vostro weekend?
Io ho letto poco però mi sono divertita a Firenze e così ho potuto vedere una mia amica che era tanto che non vedevo.
Tornando ai libri, chi non conosce questa trilogia?
Ma ve ne parlo perché la copertina di questa edizione è stupenda 😍

TITOLO: Cuore d'inchiostro
AUTORE: Cornelia Funke
TRAMA:
Meggie ama i libri. E li ama moltissimo anche il padre Mo, che però rifiuta di leggerli a voce alta. Se lo facesse, infatti, porterebbe la vita nei libri e i personaggi dei libri alla vita. In una notte crudele lesse "Cuore d'inchiostro" e un malvagio signore dal cuore nero, Capricorno, si liberò dai lacci delle parole per materializzarsi nel suo salotto. In quell'attimo fatale accadde anche qualcosa di più grave: la moglie di Mo scomparve per sempre tra le pagine del libro. E ora il perfido Capricorno cerca Mo per piegare i suoi poteri a perfidi scopi...


COMMENTO:
Quando ho visto questa copertina me ne sono innamorata.
Questo colore rosa chiaro mi trasmette tranquillità, esattamente come quando si sta leggendo.
L’immagine, invece, rappresenta molto bene la trama della storia. Una ragazza che quando legge ad alta voce fa sì che i personaggi diventino reali.


venerdì 19 aprile 2019

PAROLE VOLANTI: Il sentiero della strega di Maddalena Tiblissi


Ciao a tutti, come state?
Ringrazio l’autrice e la collana Starlight per avermi permesso di leggerlo in anticipo, e grazie a questa opportunità anche voi avrete un estratto in anticipo 😍
Volevo anche dirvi che settimana prossima il blog si prenderà una vacanza quindi le rubriche sono rimandate al 29 aprile, auguro a tutti una Buona Pasqua 😘



«La cultura popolare è una cosa arretrata e senza senso. Da vergognarsi. Meno male che ci siamo evoluti... Nei Sassi di Matera fino agli anni novanta le famiglie coabitavano insieme agli animali da cortile, ti rendi conto?»
Adesso aveva irritato anche lei. Elizabeth posò sul divano il libro che stava leggendo e si alzò. Si versò una tazza di tè caldo dalla teiera e lo bevve a piccoli sorsi, cercando di calmarsi. Non riusciva a capire come mai Antonio, che era nato lì, parlasse in modo così oltraggioso della sua terra. Forse era un segno d’immaturità, derivante da un celato complesso d’inferiorità unito a una sorta di provincialismo, che a lungo andare l’aveva convinto che solo nelle grandi città come Londra ci fosse una civiltà progredita. Questo la persuase a replicare: «Guarda che l’evoluzione, chiamiamola così, ha affascinato le piccole realtà periferiche come la Basilicata, rovinandole. Le persone hanno preferito nascondere la propria cultura ancestrale e trasformarla in folclore, per farla accettare dai turisti. Eppure non c’era niente di cui vergognarsi».
«Non ci vedo proprio nulla di interessante. Qua sopravvivono ancora pratiche magiche false e bugiarde. Mascìe e fascinazioni, come le chiamano qui, sono solo trucchi per idioti che ci cascano, per creduloni. Il malocchio non esiste e mai esisterà. C’è la medicina, e basta. Neppure le streghe esistono. E comunque, se esistevano, le hanno messe al rogo, e hanno fatto proprio bene».



giovedì 18 aprile 2019

IL SENTIERO DELLA STREGA DI MADDALENA TIBLISSI (recensione in anteprima)

Ciao a tutti come state?
Oggi ho per voi una review copy di questo fantastico libro che uscirà domani, in più domani essendo il giorno della rubrica “Parole volanti” avrete anche un estratto del libro. Curiosi di sapere quale ho scelto?
Ma soprattutto chi di voi leggerà questo libro?
Consiglio questo libro a tutti coloro che come me amano la magia e vogliono leggere una storia diversa perché non soprannaturale ;)

Questo è il link dell’evento organizzato per l’uscita: https://www.facebook.com/events/2417869621596519/



TITOLO: Il sentiero della Strega
AUTORE: Maddalena Tiblissi
Editore: collana Starlight (Pubme)
Genere: Fantasy
Data di pubblicazione: 19 aprile 2019
Pagine: 235
Costo: /
Valutazione: 4/5
TRAMA:
“Si sa che i talenti, benché repressi, prima o poi riaffiorano, perché l’anima non può essere messa a tacere e non si può sfuggire a se stessi.”
I capelli rossi, la pelle candida e gli splendidi occhi chiari di una ragazza che sembra tanto una ninfa del bosco, immersa nella neve con una mantella addosso, sono raffigurati in una fotografia che Duccio ha immortalato con stupore, durante una delle sue gite fuori porta. Non può far altro che ammirarla e pensare a quella sconosciuta che in un attimo è sparita dalla sua visuale, quasi per magia. L’esigenza di ritrovarla, unita al senso di soffocamento per la vita che conduce, lo spinge un bel giorno a partire, finalmente libero di poter fare quello che ama di più: viaggiare e scrivere articoli, con la sua macchina fotografica sempre in mano.
Elizabeth, una ragazza irlandese che vive in una casa al limitare del bosco nei pressi di Stigliano, antico paese della Basilicata, esercita un mestiere tanto arcaico quanto affascinante: quello della tessitrice. Un giorno sta vendendo le sue stoffe a Matera quando entra in contatto con Sofia, una donna che dice di essere una Strega. È lei a prenderla per mano e accompagnarla in un mondo permeato di magia, insegnandole tutto ciò che la sua anima sentiva già da tempo e spingendola verso un sentiero di conoscenza e trasformazione personale. Tanti sono i pericoli che sta correndo Elizabeth ed esserne cosciente è l’unico modo per riportare alla luce i fili della sua esistenza che altri vorrebbero oscurare. C’è solo un sentiero che può percorrere per ritrovare le sue origini e sconfiggere chi vuole farle del male.
“Quando tu esprimi un desiderio dal profondo del tuo essere è come se inviassi l'idea al Cosmo, che s’incarica di comporre gli “ingredienti” e realizzare il tuo desiderio, che a volte non sarà proprio come quello che volevi, a volte invece sì... perché il Cosmo è più preciso di noi e sa perfettamente cosa occorre alla nostra anima.”
Un fantasy che unisce tradizioni mai dimenticate, un amore delicato, una minaccia costante e un percorso necessario per tessere i fili della propria vita.
Biografia:
Maddalena Tiblissi viene da un’isola, la Sardegna. Le sue radici le permettono di sentirsi cosmopolita. Di solito scrive di notte perché più ispirata e questo le permette durante il giorno di uscire con gli amici, di fare yoga, meditazione e dipingere (è anche pittrice).
Ha pubblicato in self publishing due libri di fiabe nel 2014: “Le sette principesse”, fiaba per bambini con illustrazioni di Giuliana Serano e “Tre fiabe di maggio”, fiaba per bambini illustrata con acquerelli.
“L’orecchino perduto” è un suo racconto pubblicato da Elister Edizioni nel 2016.
“Il senso dell’amore” un racconto pubblicato da Lettere Animate nel 2016.
I romanzi: “Una donna misteriosa” pubblicato da Lettere Animate nel 2017. 
“Immagini ed emozioni” pubblicato da Betelgeuse Edizioni nel 2018.

COMMENTO: Questo libro mi ha colpito da subito perché non è come tutti i libri sulle streghe in cui la magia è qualcosa di soprannaturale, in questa storia la magia è qualcosa di spirituale.
Per essere una strega non bisogna avere grandi poteri, ma ognuno ne ha uno. La magia deriva dall’unione con la natura. 
La protagonista è Elisabeth una ragazza Irlandese trasferitasi in Italia dopo essersi innamorata dei paesaggi. Per pura coincidenza in un momento di difficoltà conosce Sofia, la quale già sapeva che lei sarebbe arrivata perché è una strega che fa sogni premonitori.
Da quel momento parte il suo percorso alla scoperta di se stessa.
Insieme ad Elisabeth, Sofia, Rina e Lucia anche noi lettori veniamo trasportati in questo mondo magico in cui il legame con la natura e l’energia positiva del cosmo aiutano le streghe bianche nei loro sortilegi fatti per aiutare le persone.
Poi scopriamo che che ci sono anche streghe nere, perchè come dice Sofia non è la magia ad essere bianca o nera ma le persone.
La prima strega nera che conosciamo è Estelle, una donna che per il potere e i soldi farebbe qualunque cosa e ce lo dimostra soprattutto alla fine.
Il finale mi ha davvero sorpresa, perchè non mi aspettavo che negli ultimi capitoli ci sarebbe stata così tanta “adrenalina”, soprattutto perché la storia era rimasta molto tranquilla fino a quel momento.

Mi è piaciuto molto il modo in cui la storia è raccontata da ogni personaggio, perché ci permette di capire ogni punto di vista.
Lo stile di scrittura è semplice e scorrevole, ma allo stesso tempo si vede come l’autrice abbia fatto grandi ricerche sulla magia e le credenze nuove e antiche, come ad esempio le Wicca.
Mi è piaciuto anche che i capitoli non fossero mai troppo lunghi, sempre 3/4 pagine.
Quello che invece non mi ha convinto del tutto sono state le frasi melense, soprattutto tra Duccio e Elisabeth, sarà che non sono una ragazza molto romantica e forse è per questo che non ho apprezzato molto i loro dialoghi.

mercoledì 17 aprile 2019

LA MALEDIZIONE DI SOLARIUS DI STEFANIA SIANO (segnalazione)

Eccomi di nuovo con una segnalazione 😍

TITOLO: La maledizione di Solarius
AUTORE: Stefania Siano
Illustratore: Paola Siano
Editore: Plesio Editore
Genere: Urban Fantasy 
Pagine: 140
Prezzo cartaceo: 10,00 euro
Prezzo ebook: 3,00 euro
Ebook: 

Link di acquisto cartaceo: 
TRAMA:
Dopo un grande successo editoriale, la vena creativa abbandona Carlo e l'autore inizia a trascorrere intere giornate chiuso nel suo studio, cercando di scrivere qualcosa che lo soddisfi. Le cose cambiano quando sua figlia immagina la storia di Solarius e della sua maledizione. L'ossessione di Carlo è così forte da vedere se stesso nei panni del protagonista e la sua vita finisce per dividersi tra la difficile routine quotidiana e l'esistenza del principe. Ma la realtà di Solarius, che ha come unico obiettivo conquistare la fredda e austera principessa Lunaris, avrà presto il sopravvento...
Biografia: Stefania Siano, blogger di Cricche mentali, collabora attivamente come recensore con varie case editrici tra cui Rizzoli, Bompiani e DeA. Nel 2011 vince il suo primo concorso letterario con il racconto il Dott. A-Z ed esordisce con Dov'è Alice? per Lettere Animate Editore cui segue il racconto dalle tinte orientali Aki il Bakeneko. La maledizione di Solarius è il suo terzo romanzo.


SERIE TV RECENSIONE: Ultraviolet 1ª stagione

Ciao a tutti e buon mercoledì, come passerete la Pasqua?
Come sta andando la settimana?
Quale serie tv/film state guardando ora? Qualche consiglio da darmi?


TITOLO: Ultraviolet
GENERE: Drammatico, poliziesco
STAGIONE:
EPISODI: 10
DURATA: 45 min (episodio)
PAESE: Polonia
ANNO: 2017
VALUTAZIONE: 4/5
TRAMA: La serie racconta la storia di Aleksandra Serafin, che per ragioni personali torna da Londra alla sua città natale Łódź, dove è testimone della morte di una ragazza. La polizia riconosce che si tratta di un suicidio. Serafin, incapace di risolvere da sola l'indagine, si unisce ad un gruppo di investigatori dilettanti per scoprire la vera causa della morte.
COMMENTO: Ho iniziato a vedere questa serie pensando che fosse simile a il film ultraviolet, invece non centra niente ahaha. L’unico problema è che per ora non è stata tradotta in italiano quindi si può vedere o in polacco o in spagnolo, oppure mettendo i sottotitoli (cosa che non amo perché mi concentro di più nel leggere e mi perdo la serie). Per fortuna so lo spagnolo e l’ho potuta vedere senza sottotitoli.
Questa serie è un poliziesco in cui un gruppo di civili decidono di indagare casi che credono che alla polizia non importino o che non seguano le giuste piste.
Il personaggio principale è Aleksandra, una ragazza che negli ultimi anni ha sofferto molto e che dopo aver assistito ad un incidente con un morto, che la polizia classifica come suicidio, decide di iniziare ad indagare e conosce questo gruppo (gli ultravioletti) che la aiuteranno nei suoi casi, ma conosce anche un poliziotto, Michal, il quale all’inizio non la sopporta.
La recitazione bisogna ammettere che non è delle migliori, però mi è piaciuto molto il fatto che anche se sono personaggi in secondo piano si conosca la vita dei pochi componenti del gruppo ultraviolet.
Consiglio questa serie agli amanti dei polizieschi come me, perché comunque è piacevole da vedere e la consiglio anche a coloro che hanno voglia di vedere una serie non troppo impegnativa.

martedì 16 aprile 2019

PER L’ETERNITÀ DI SARA PELIZZARI (cover reveal)

Ciao a tutti, come state?
Eccomi qui oggi con un cover reveal 😍

TITOLO: Per l’eternità
AUTORE: Sara Pelizzari
EDITORE: Queen Edizioni
GENERE: Fantasy
USCITA: 04 Maggio 2019
Costo: 2,99€ (eBook) 9,90€ (cartaceo)

Pagine: 300
TRAMA
Luna è una ragazza all'apparenza come tutte le altre, frequenta l’ultimo anno di scuola superiore ed è perdutamente innamorata di Federico. Ma basta unistante per stravolgere l’ordine della vita e quando la vera natura di Luna si manifesta, la ragazza ha paura di perdere quell'amore che le fa battere forte il cuore.

BIOGRAFIA AUTORE
Sara Pelizzari ha 43 anni e vive a Lumezzane con il suo compagno e due splendidi figli. Adora leggereda quando sua nonna le ha regalato il libro “Piccole donne”. E proprio leggendo quel bellissimoromanzo ha capito che scrivere è la sua passione.

lunedì 15 aprile 2019

NON È MAI TROPPO TARDI DI KATIA TIMPANO (segnalazione)


TITOLO: Non è mai troppo tardi
AUTORE: Katia Timpano
Genere: Rosa (previsto un seguito)
Prezzo: lancio €0,99 poi € 2,99
PUBBLICATO DA: Collana Floreale
Previsto un sequel: La speranza in fondo al cuore

SINOSSI 
La vita non è stata clemente con Kate: sua figlia è scomparsa e da allora convive con il dolore e la sofferenza. Sempre più insicura e introversa, nonostante la giovane età, sembra non possa esserci tregua per lei, eppure qualcosa cambia con l'arrivo di Jordan, il suo nuovo vicino di casa.

Inizialmente tutto sembra troppo difficile per loro ma, pian piano, quel ragazzo riesce a scalfire la corazza della protagonista, creando così un legame importante con lei.

Ma più di una volta il rapporto tra i due verrà messo a dura prova e la perdita di un’altra persona a lei cara porterà a galla vecchi dolori.

Sua figlia è davvero morta? Jordan è davvero la persona che sembra? Di chi si può fidare realmente Kate?

ESTRATTI
L'arrivo di un uomo non era per niente previsto nella mia vita, ma per una volta avevo deciso di lasciarmi andare. Errore più grande non potevo fare. Sexy, sposato e stronzo, una combinazione perfetta per rovinarmi la vita.

***
Ovunque tu sia, io so amare fino a lì.

***
"Sei scappata, ma ricordati che tu sarai sempre legata a me. Tu sei mia."





ROBBERS-LADRI PER AMORE DI FRANCESCA BONELLI (segnalazione)



Francesca Bonelli è una giovanissima autrice al suo esordio. La sua particolare storia d’amore è quasi un tuffo nel passato, seppur mantenendo un contatto con la realtà odierna. Con l’uso di un linguaggio quasi aulico, ci regala un libro pronto a farci innamorare di un amore fortemente platonico, ma estremamente emozionante. Un romanzo a metà strada tra sogni e realtà, il giusto equilibrio che conduce alle più grandi storie d’amore.


TITOLO: Robbers – Ladri per amore
AUTORE: Francesca Bonelli
Genere: New Adult
Pagine: 170
Volume: Autoconclusivo
Prezzo: €1,99 
Uscita prevista: 15 Aprile
Disponibile: Formato e-book su Amazon e Kindle Unlimited
Pubblicato da: Collana digitale Brightlove, (Pubme) 

SINOSSI: 
Le grandi storie d’amore cominciano sempre dal nulla: prima il vuoto e poi, improvvisamente, tutto. Ed è proprio quello che accade ad Irina Petrov, ventiduenne di origini russe e studentessa di filosofia a Manchester. Dotata di una stravagante personalità e un modo unico di vedere il mondo, Irina s’imbatterà nell’affascinante ed enigmatico Andrew. Complice un pomeriggio uggioso in una caffetteria, la bella Irina e il cantante di una rock band emergente, cominceranno uno scambio fatto di emozioni senza tempo e pensieri profondi. L’atmosfera tra di loro, diventerà talmente romantica, da sembrare quasi surreale, ma si sa, con la realtà bisogna sempre fare i conti. Irina ed Andy saranno costretti a prendere strade diverse, allontanandosi e perdendosi di vista. Se da un lato lui rappresenta un sogno intangibile, un nuovo ragazzo sarà per lei il giusto equilibrio tra fantasia e razionalità. Ma l’amore, allora? Le farfalle nello stomaco, le scariche elettriche, i fuochi d’artificio? Quando il destino si metterà in mezzo, la scelta sarà tra sogno e realtà, ma chi dice che la realtà non possa diventare il sogno più bello di tutti?
Sullo sfondo di un legame che profuma d’infinito, un linguaggio particolare, quasi aulico e le sensazioni delle più note storie classiche, sta per nascere, forse, un altro grande amore. 

ESTRATTI: 

«Il vostro è un amore impossibile, così forte da rubarvi le anime. In un certo senso, siete un po’ come dei ladri. Dei ladri d’amore, però.» 

La Brightlove seleziona e pubblica romanzi inediti di genere Young Adult e New Adult

Per info, invio manoscritti e newsletter: collanabrightlove@gmail.com

BEST BOOK LOOK: Relativo di Davide Skerl

Ciao a tutti, come state?
Scusate il ritardo ma pensavo di tornare prima da Firenze :)
Comunque non so voi, ma non vedo l’ora di vedere il Trono di Spade, ovviamente nessuno osi farmi uno spoiler hahahah

TITOLO: Relativo
AUTORE: Davide Skerl
TRAMA: 
È una raccolta di 8 racconti brevi (più una sorpresa finale) da leggere tutta d’un fiato. Il libro inaugura una nuova serie dedicata al male e i racconti sono un vero e proprio pugno nello stomaco, crudi e feroci, che non vi lasceranno indifferenti. Non c’è redenzione per i personaggi, nessuna assoluzione, nessuno è innocente. I racconti, infatti, non parlano di un male assoluto o, peggio, di qualcosa di inumano o lontano da noi. No, i protagonisti di “Relativo” sono persone comuni, potrebbero essere i nostri vicini di casa, i nostri colleghi, i nostri amici o… Noi.

COMMENTO:
Come dice la trama sono racconti molto crudi e la copertina lo dimostra.
Questa immagine mi ha messo un po’ i brividi, perché la faccia della ragazza è molto inespressivo e gli occhi e il viso scavato mi danno un senso di inquietudine.
In più questo copertina molto scura richiama molto il male, o comunque che qualcosa di malvagio è presente nella storia.
Non ho letto questo libro e quindi non so dire di cosa parlino i racconti però non so perché guardando questa copertina credo che ce ne sia una che parli di problemi alimentari.

venerdì 12 aprile 2019

PAROLE VOLANTI: Nocturne, il quarto talismano di Kat Ross

Ciao a tutti, com’è andata la vostra settimana?
Io sono distrutta perché ieri per partire mi sono svegliata alle 5.30 e oggi per accompagnare una mia amica in stazione mi sono svegliata alle 6.30 e molto probabilmente anche domani mi sveglierò presto 😭
Tornando invece a parlare di libri, avevo preparato il post per oggi ma ho deciso che quello lo pubblicherò settimana prossima il giorno dell’uscita del libro, quindi oggi eccovi un altro estratto di Nocturne ;)




"Allora raccontami tutto.”  Sollevò il moncherino. Dimmi come ho perso questa.”
Lui distolse lo sguardo. “L’ho già fatto. Eravamo soldati…” 
“Già, già. Conosco questa storiella a memoria. Le tue parole cambiano di poco quando me la racconti. Ma sembra falsa. Qual era lo scopo del legame? Chi ha forgiato i bracciali e perché? Com’è possibile che tu sia nato il mio mondo se i tuoi genitori sono qui?” 
Per un momento, parve sul punto di parlare. 
Gli occhi di Darius cercarono i suoi, ma poiana porta sembrò chiudersi. “Non importa”, disse con quieta disperazione. “ Davvero, non importa, Nazafareen.
Lei incrociò le braccia. “Magari pensi di proteggermi, ma non sapere è peggio. Ho fatto qualcosa di male? Ero una specie di mostro?”
“No.” Darius le diede le spalle. “No tu.



mercoledì 10 aprile 2019

SERIE TV RECENSIONE: Osmosis

Ciao a tutti come state?
Io un po’ stressata perché oggi ho molte cose da fare dato che domani mattina parto per tornare in Italia per le vacanze di Pasqua.
Parlando di serie, voi avete visto questa nuova serie Netflix?
Affidereste la ricerca della vostra anima gemella a una macchina?


TITOLO: Osmosis
GENERE: fantascienza, drammatico
STAGIONE:
EPISODI: 8
DURATA: 55 min circa 
PAESE: Francia
ANNO: 2019
VALUTAZIONE: 4/5
TRAMA: Ambientata nella Parigi del prossimo futuro, la serie racconta del lancio sul mercato di una nuova app per appuntamenti, chiamata "Osmosis", in grado di decodificare il vero amore e analizzare in profondità il cervello degli utenti per trovare l'anima gemella con una corrispondenza perfetta ed una accuratezza del 100%.
COMMENTO: Ho iniziato a guardare questa serie perché mi ispirava la trama, però non mi convinceva il fatto che fosse francese, perché solitamente mi deludono.
Devo dire che invece non mi è dispiaciuta affatto. Certo non è la serie dell’anno però mi piace molto la trama anche se ci sono stati momenti in cui si potevano risparmiare certi drammi così esagerati.
Quello che mi ha colpito di più è il fatto che nel futuro, la maggior parte delle persone vivono l’amore praticamente solo virtualmente ed è per questo che i fratelli Vanhove creano questa app per trovare l’anima gemella. 
Essendo ancora in sperimentazione ovviamente non tutto può andare bene, in più se i programmatori hanno anche problemi personali questo non può certo aiutare.
Tra alti e bassi, tra litigi e nuovi amori lo sviluppo dell’app arriva alla sua fine ma a quale prezzo?
Il finale mi è piaciuto, anche perché devo ammettere che mi aspettavo una fine tragica, invece è un finale aperto che mi ha lasciato un po’ in dubbio ma anche felice, perché il messaggio che mi ha trasmesso è quello che l’amore vince su tutto.
Parlando degli attori, devo dire che non mi sono dispiaciuti affatto, anzi devo ammettere che la recitazione è stata relativamente buona (ovviamente per quello che io me ne possa intendere).
Spero che facciano una seconda stagione, per vedere come andrà con questa app però allo stesso tempo ho paura perché credo sarebbe una stagione forzata.

martedì 9 aprile 2019

SOUL-Alla bufera di emozioni dentro di noi DI CLEY S. SON (segnalazione)

Ciao a tutti, eccomi oggi con una segnalazione ;)

TITOLO: Soul – Alla bufera di emozioni dentro di noi
AUTRICE: Cley S. Son
Editore: autopubblicato
Data di uscita: 08/04/2019
Genere: New Adult/Romance
Pagine: 170 circa
Formato: Cartaceo ed Ebook
Prezzo: 2.99€ Ebook, 10€ Cartaceo
Pagina Instagram autrice: https://www.instagram.com/cley_s.son/
Disponibile su Amazon: https://amzn.to/2FOOL8w e le altre maggiori librerie online
TRAMA:
Ginevra, una ventenne che dalla vita ha tutto: una famiglia che ama, amiche fidate e un lavoro che gli piace; ogni cosa sembra perfetta. Un che non sempre la ragazza riesce a tenere dentro di sé; pochi riescono ad abbattere i muri che ella stessa crea, uno di essi è Danilo, un giovane popolare che dai gesti a volte ambigui di Ginevra intravede non solo una ragazza affascinante, ma forse un'anima affine alla sua, abituata a nascondere la sua vera natura e timorosa di legarsi alle persone.
Tra loro nasce fin da subito una passione irrefrenabile, ma riuscirà l'amore ad abbattere ogni muro, anche quando siamo noi stessi a continuare ad alzarli?
"Quando trovate l'amore non lasciatevi condizionare da altro; urlate, sbranatevi, ma se trovate quella persona che la sera a casa aspetta solo voi, diteglielo ogni giorno, quanto l'amate"




lunedì 8 aprile 2019

BEST BOOK LOOK: Il tatuatore di Auschwitz di Heather Morris

Ciao tutti come state?
Scusate se venerdì non ho pubblicato la rubrica ma ho avuto alcuni impegni e non ho avuto il tempo.
Com’è stato il vostro fine settimana?
Il mio doveva essere tranquillo invece è stato distruttivo e divertente ;)
TITOLO: Il tatuatore di Auschwitz
AUTORE: Heather Morris
TRAMA: 
Il cielo di un grigio sconosciuto incombe sulla fila di donne. Da quel momento in poi sarà solo una sequenza inanimata di numeri tatuata sul braccio. Ad Auschwitz Lale, ebreo come loro, è l'artefice di quell'orrendo compito. Lavora a testa bassa per non vedere un dolore così simile al suo. Quel giorno però Lale alza lo sguardo un solo istante. Ed è allora che incrocia due occhi che in quel mondo senza colori nascondono un intero arcobaleno. Il suo nome è Gita. Un nome che Lale non può più dimenticare. Perché Gita diventa la sua luce in quel buio infinito. La ragazza racconta poco di sè, come se non essendoci un futuro non avesse senso nemmeno il passato. Eppure sono le emozioni a parlare per loro. Sono i piccoli momenti rubati a quella assurda quotidianità ad avvicinarli. Ma dove sono rinchiusi non c'è posto per l'amore. Dove si combatte per un pezzo di pane e per salvare la propria vita, l'amore è un sogno ormai dimenticato. Non per Lale e Gita che sono pronti a tutto per nascondere e proteggere quello che hanno. E quando il destino vuole separarli nella gola rimangono strozzate quelle parole che hanno solo potuto sussurrare. Parole di un domani insieme che a loro sembra precluso. Dovranno lottare per poterle dire di nuovo. Dovranno crederci davvero per urlarle finalmente in un abbraccio. Senza più morte e dolore intorno. Solo due giovani e la loro voglia di stare insieme. Solo due giovani più forti della malvagità del mondo.


COMMENTO:
Questa copertina non mi ha colpito per i colori accesi o le immagini impressionanti, mi ha colpito perché nella sua semplicità ci fa capire qual’è il punto centrale della storia.
Ovviamente il punto centrale non è il dolore di stare ad Auschwitz ma l’amore tra due persone che pensavano di avere perso tutto e invece anche nel posto peggiore al mondo trovano una ragione per sorridere.
Nella copertina le mani intrecciate sono in primo piano e in alto dove cade l’occhio per primo e poi si nota che in secondo piano e in basso è raffigurato il campo di Auschwitz.

giovedì 4 aprile 2019

IL VAMPIRO CHE VOLEVA SALVARE IL MONDO DI ALESSIO FILISDEO (recensione)

Ciao a tutti come state?
Scusate se non ho pubblicato la recensione settimana scorsa come programmato ma ho avuto qualche problema, in più non so come mai, ma scrivere questa recensione non è stato affatto facile.

TITOLO: Il vampiro che voleva salvare il mondo
AUTORE: Alessio Filisdeo
EDITORE: Autopubblicato
Pagine: 209
Costo: 12€ (cartaceo) 3,99€ (eBook)
Valutazione: 4/5
TRAMA: Dopo il caos scatenato a New York, e il bagno di sangue consumatosi a San Francisco, perfino un tipo come Nikolai Rasputin ha bisogno di far calmare le acque. Peccato che il "progetto basso profilo" vada in fumo ancor prima di prendere forma: a quanto pare una pirotecnica apocalisse stile Vecchio Testamento sta per abbattersi sul pianeta, e l'unico in grado di scongiurarla sarebbe nientemeno che il vampiro Nik. O almeno così afferma una strega... Alessio Filisdeo ritorna col terzo capitolo della sua grottesca saga Urban Fantasy: un tripudio di esplosioni, cultisti invasati, primordiali entità maligne e leggendarie creature poco raccomandabili. Il dannato più folle di sempre è nuovamente tra noi, e stavolta farà qualsiasi cosa pur di salvare il mondo, a costo di mettercelo prima in pericolo lui stesso! 
L'autore: Nato ad Ischia nel 1989, Alessio Filisdeo vive a Barano d’Ischia. Comincia a scrivere racconti fantasy, e a tema supereroistico, a sedici anni finchè, una bella notte, non si trova ad assistere per caso alla proiezione del film culto Intervista col Vampiro. Sboccia immediatamente l’amore per la figura del vampiro aristocratico, per il genere gotico e per i grandi classici ottocenteschi. Il passo da fan del genere a fanatico cultore è più breve del previsto. Conclude il suo primo romanzo storico a tinte sovrannaturali all’età di diciannove anni. C’è un solo problema: ormai i “vampiri di una volta” di cui ha scritto sono passati di moda. Ma Alessio Filisdeo non demorde: destreggiandosi tra la passione per la scrittura e alcuni lavoretti part-time (confermando quindi lo stereotipo dello scrittore perennemente squattrinato con tante belle speranze), e spaziando momentaneamente tra più generi e personaggi, aspetta pazientemente il ritorno alla ribalta della creatura dannata in tutto il suo maledetto splendore. Oltre alla saga del Vampiro Nik (“Una Notte di Ordinaria Follia” 2015, “Il Risveglio della Cacciatrice” 2016 e "Il Vampiro che Voleva Salvare il Mondo" 2018), ha pubblicato con Nativi Digitali il racconto gratuito “Le follie del Vampiro Nik” nel 2015 e il romanzo gotico “Fairfax & Coldwin” nel 2017.
COMMENTO: Dopo la delusione del secondo capitolo ero un po’ preoccupata, ma devo dire che mi sono ricreduta. 
L’emozione non è stata la stessa del primo libro ma comunque mi sono fatta di nuovo grandi risate con il vampiro Nik.
Credo che in questo terzo capitolo possiamo definitivamente confermare che Nik non sta bene con la testa, perché anche dopo che tutti avevano capito che non era il prescelto per lui questa opzione non era neanche una possibilità, ma questa è solo una delle stranezze che scopriamo ancora su di lui.
Ammetto anche che avrei sperato di ricevere delle risposte alle domande create nei libri precedenti ma anche in questo capitolo sono più le domande che le risposte. Infatti si conclude con un dubbio ancora più grande, cosa nessuno deve scoprire sulla discendenza di Nik? 
Il personaggio di Faith mi è piaciuto moltissimo, credo che sia il mio personaggio femminile preferito di questa trilogia. Ha un carattere forte, non si spaventa facilmente, e credo che sia più o meno pazza come Nik, ecco anche perché mi sarebbero piaciuti moltissimo insieme. Faith gli sapeva tenere testa e  ammetto anche che alcune volte lo capiva anche ahaha.
Quello che però non ho capito è chi sono i sognatori? Chi è l'essere che adorano? Come può Faith avere dei poteri se non è una strega?
Parlando invece dello stile di scrittura dell’autore devo dire che mi è sempre piaciuto molto, è fresco e molto scorrevole, ma soprattutto riesce attraverso le parole a descriverci perfettamente la pazzia che gira intorno a Nik e a come quelli intorno a lui si sentano a sapere che dovranno partecipare ai suoi piani.
Se volete farvi due risate con il vampiro più folle e strano che abbia mai “conosciuto” questa trilogia fa per voi 😉

mercoledì 3 aprile 2019

SERIE TV RECENSIONE: 1983 1ª stagione

Ciao a tutti come state?
Ultimamente avrei tempo per leggere ma credo di avere un piccolo blocco del lettore e non so come sbloccarlo, qualche consiglio?
Voi che libro state leggendo al momento?


TITOLO: 1983
GENERE: Drammatico, thriller
STAGIONE:
EPISODI: 8
DURATA: 53-60 min (episodio)
PAESE: Polonia, USA
ANNO: 2018
VALUTAZIONE: 3/5
TRAMA: La serie è ambientata in Polonia nel 2003, vent'anni dopo un attacco terroristico avvenuto nel 1983. L'attacco ha alterato il corso della storia e gli eventi che portarono alla caduta della cortina di ferro non si sono mai verificati, di conseguenza la guerra fredda è ancora in corso. Uno studente di legge, Kajetan (Maciej Musiał), e un detective, Anatol (Robert Więckiewicz), scoprono un complotto che potrebbe avviare una rivoluzione.
COMMENTO: La trama si questa seri è molto interessante, in più mi piacciono i complotti quindi questa serie mi ha da subito ispirato. Purtroppo mi ha deluso un po’.
All’inizio ho fatto fatica a capire ciò che stava accadendo, poi capire che fossero i “cattivi" e chi i “buoni”, poi ci sono stati altri dubbi e molte poche le risposte.
Spero ci sia una seconda stagione e che mi risolvano i mille dubbi che per ora non hanno avuto risposta.
Mi piace il fatto che ciò che passò nel 1983 e le indagini del 2003 vadano in parallelo così da arrivare a ciò che successe davvero con i tempi dell’indagine.
In più essendo attori Polacchi non ci possiamo aspettare una recitazione, però non mi sono dispiaciuti affatto, in più il protagonista non è affatto male anche se ho impiegato qualche puntata a capire il nome ahahahah
Se vi piacciono le serie tv “storici” (anche se questo è ucronico) questa serie potrebbe piacervi.

lunedì 1 aprile 2019

BEST BOOK LOOK: Vita segreta della bambola solitaria di Jean Nathan

Ciao a tutti come state?
Spero che abbiate passato un buon fine settimana :)
Quali sono le vostre copertine preferite?

TITOLO: Vita segreta della bambola solitaria
AUTORE: Jean Nathan
TRAMA:
 Alla fine degli anni ‘50 la casa editrice americana Doubleday pubblica un insolito libro per bambini: la storia di una bambola solitaria, The Lonely Doll. Ad accompagnare il racconto non sono però le solite illustrazioni, ma fotografie in bianco e nero, sorprendentemente realistiche e dai toni noir. La fiaba, cupa e tenebrosa, conquista subito il favore del giovane pubblico, imprimendosi in maniera indelebile nell’immaginario di un’intera generazione. A quarant’anni di distanza il libro è ormai scomparso dalle librerie e dai cataloghi, ma non dal cuore dei suoi lettori. Tra questi, la giornalista Jean Nathan, imbattutasi di nuovo per caso nell’immagine di copertina. Affascinata dal mistero che aleggia intorno alla sua autrice, Dare Wright – quasi non fosse mai esistita –, Nathan si mette sulle sue tracce, ricostruendone la storia attraverso lettere, diari, vecchie foto e i racconti delle persone che l’hanno conosciuta. E ricompone, tassello dopo tassello, il mosaico di una vita al tempo stesso affascinante e terribile. La vicenda di Dare attraversa l’intero Novecento, incrociando o sfiorando i destini di personaggi come Greta Garbo, Gayelord Hauser, Calvin Coolidge e Clare Boothe Luce. Ma la sua è soprattutto la storia di una tormentata solitudine e del coraggioso, e tragico, tentativo di sconfiggerla attraverso risorse sconfinate e potentissime: l’immaginazione e la ricerca incessante di un’infanzia perduta.


COMMENTO:
Appena ho visto questa copertina ne sono rimasta subito affascinata.
Non so esattamente cosa mi abbia attratto, però questa immagine con questa bambola è davvero fantastica, anche se allo stesso tempo un po’ inquietante.
Anche perché devo ammettere che le bambole non mi sono mai piaciute particolarmente.
Mi ha colpito sopratutto il fatto che la bambola sia legata e imbavagliata, questo mi ha anche fatto pensare a cosa potesse essere successo.

AGGIORNAMENTO DI LETTURA (30-07-21)

 Buon venerdì leoncini.  Vi rendete conto che domenica sarà agosto? Io sinceramente non so come ci siamo arrivati. Mi sembra che il tempo st...