mercoledì 31 luglio 2019

RICCO, STRONZO E TATUATO DI EMA OQU (segnalazione)

Arriva per la Brightlove (Pubme) Ema Oqu che, con il suo romanzo in anteprima su Wattpad, ha raggiunto 150.000 visualizzazioni. Un New Adult dove passato e presente si scontrano provocando scintille epiche, pronte a farvi impazzire, ma se è vero che alcune persone restano con te, anche dall’altra parte del mondo, è anche vero che la loro lontananza, ti cambia profondamente. Ci sono storie destinate a salvarti, altre rischiano di farti a pezzi, per sempre.

TITOLO: Ricco, stronzo e tatuato
AUTORE: Ema Oqu
Genere: New Adult
Pagine: 425
Volume: Autoconclusivo
Prezzo: € 2,99
Uscita prevista: 31 Luglio
Disponibile: Formato e-book su Amazon e Kindle Unlimited
EDITORE: Collana digitale Brightlove, (Pubme)

SINOSSI:

“Alex è sempre con me. Sulle mie labbra sono tatuate le sue.”

Lei è appena tornata dall’Italia. Lui non si è mai mosso dal Bronx. Il loro sarà odio a prima vista e questo ferirà Clara molto più di quanto sarà disposta ad ammettere. Nonostante lui sia il figlio dei padroni e lei la figlia dei domestici, la loro infanzia è disseminata di ricordi felici e spensierati, ora invece Alex, non sembra disposto a condividere più nulla con Clara. Eppure non riesce a starle lontano, non riesce a liberarsi dei suoi occhi puliti e della sua faccia d’angelo. Tra segreti, omissioni, feste universitarie, baci che tolgono il respiro e litigate epiche, Clara ed Alex dovranno fare i conti con il loro passato, per scoprire forse di appartenere ancora l’uno all’altra.
Restare vicini sembra impossibile, stare lontani è anche peggio. Quello che li lega riuscirà ad essere più forte di ogni altra cosa? Ci sono occhi che puoi solo amare perché, nonostante tutto, dentro ci vedi anche un pezzo di te.
Un New Adult autoconclusivo pronto a farci impazzire. Ema Oqu ci promette un esordio da fuoco e fiamme, il preludio perfetto per le migliori storie d’amore.

ESTRATTI:

«Ti odio perché da quando sei tornata non fai altro che farmi impazzire!»

«Non puoi dirmi di lasciarti, se smetti di respirare ogni volta che ti sto vicino.»






La Brightlove seleziona e pubblica romanzi inediti di genere Young Adult, New Adult e Chick lit

FILM RECENSIONE: Darkest Minds

Ciao a tutti e buon mercoledì, e buon fine luglio.
Quali sono state le vostre letture di questo mese?
Io non  credevo avrei letto così tanti libri, anche perché avrei dovuto studiare un po' di più di quello che ho fatto, ma sono felice delle mie letture che sono state una più bella delle altre 😍

Avete visto questo film?
Avete letto questa trilogia? Il film rispecchia un po' il libro? Quale dei due preferite?


TITOLO: Darkest Minds
GENERE: fantascienza, thriller
DURATA: 105 min 
ANNO: 2018
PAESE: USA
VALUTAZIONE: 4/5
TRAMA:  Quando Ruby (Amandla Stenberg) si era svegliata il giorno del suo decimo compleanno, qualcosa in lei era cambiato. Qualcosa di abbastanza allarmante da spingere i genitori a chiuderla in garage e chiamare la polizia. Qualcosa che l’aveva fatta arrivare a Thurmond, un duro “campo di riabilitazione” del governo. Anche se Ruby era scampata all’epidemia che aveva ucciso la maggior parte dei bambini in America, la misteriosa malattia aveva lasciato in lei e negli altri sopravvissuti qualcosa di gran lunga peggiore: spaventose capacità che non erano in grado di controllare.
Ora, a sedici anni, Ruby è considerata pericolosa. Quando la verità che aveva celato viene a galla, riesce per un pelo ad evadere da Thurmond. La ragazza fugge, alla disperata ricerca dell’unico rifugio sicuro per quelli come lei: East River. Ruby si unisce a un gruppo di ragazzi, anch’essi in fuga dai “campi”. Liam (Harris Dickinson), il loro coraggioso leader, è molto preso da lei ma, per quanto lo desideri ardentemente, Ruby non può rischiare di avvicinarsi troppo. Non dopo quello che è successo ai suoi genitori. Quando arrivano a East River, nulla è come appare, men che meno il misterioso leader del rifugio.

Ma ci sono altre forze in gioco, persone disposte a tutto pur di usare Ruby nella loro lotta contro il governo. Ruby dovrà compiere una scelta terribile, una scelta che potrebbe portarla a rinunciare all’unica possibilità di avere una vita degna di essere vissuta.

COMMENTO: Ho deciso di guardare questo film perché ne avevo sentito parlare molto e anche perché amo i fantasy, avevo però paura che sarebbe stato un fiasco, invece mi è piaciuto.
Ammetto che ancora non ho letto i libri quindi non posso dire se questo film rispetta il libro però posso dire che grazie a questo film mi sono convinta a leggerli.
Spero anche che facciano i seguiti perché con i film non si sa mai, sono quasi peggio della traduzione dei libri non sai mai quando e se le faranno. 
Essendo il primo capitolo di una trilogia è molto introduttivo e crea nello spettatore molti dubbi e da pochissime domande. Mi sono domandata per tutto il film cosa fosse successo a tutti i ragazzi, perché alcuni morissero e perché altri avessero poteri, ma soprattutto perché il governo non avesse cercato di aiutarli ma li avesse utilizzati e temuti. Li hanno classificati in base ai loro poteri: Verdi sono gli intelligenti, i gialli controllano l'energia, i blu sono telecinetici, gli arancioni controllano la mente ed infine i rossi che hanno qualche potere legato al fuoco che non ho ben capito.

I due protagonisti mi sono e non mi sono piaciuti. Prima cosa il colpo di fulmine tra i due mi ha dato alquanto fastidio anche perché non ci ho mai creduto. Mi dispiace però come finisce tra i due e spero che nei seguiti riescano ad avere un lieto fine, sia come coppia sia nella vita.
Ruby è una ragazza che è riuscita a sopravvivere fino ai 16 anni fingendosi un'altra, quando poi la scoprono grazie ad un medico riesce a scappare dal campo in cui l'hanno rinchiusa quando era una bambina. Il medico che la fa scappare fa parte della Lega, una associazione che dice di voler aiutare i bambini/ragazzi. Liam però che era uno di loro dopo essere riuscito a scappare dal campo, li crede un gruppo spietato che trasforma i ragazzi in assassini dandogli una speranza, quando l'unico scopo che hanno è distruggere lo stato.
Ruby non è molto sicura di se stessa anche perché avendo finto di essere una verde, non sa come poter controllare il suo potere e ne ha paura. Quando conosce Liam e i suoi amici non si fida ma poi piano piano si lega a loro. Grazie al figlio del presidente,Clancy, di cui non mi sono mai fidata, impara a controllare i suoi poteri visto che lei e lui sono gli unici arancioni rimasti, dato che sanno controllare la mente e lo Stato ha avuto paura di loro e li ha uccisi tutti.

Il finale mi è piaciuto anche se come ho detto mi dispiace per Liam e Ruby, non vedo l'ora di scoprire cosa accadrà in seguito.

TRAILER:

martedì 30 luglio 2019

A FUEGO LENTO (L’INGANNO E LA VENDETTA) DI A.D. VIGA (cover reveal)

TITOLO: A Fuego Lento (L’inganno e la vendetta)
AUTORE: A. D. Viga
EDITORE: Queen Edizioni
GENERE: Romanzo contemporaneo
USCITA: 08 Agosto 2019
Prezzo: e-book € 2,99 cartaceo € 9,90
Pagine: 300

NB: Libro disponibile nei vari store.

TRAMA:
Raul Mathias Calabresi è ormai certo di aver raggiunto la serenità e con l'aiuto e l'amore di Victoria riesce ad allontanare i demoni interiori che lo avevano braccato negli ultimi anni. Un giorno bussa alla loro porta una ragazza dall'aspetto goffo e ingenuo, ma che riuscirà a insinuarsi nelle loro vite con l'intento di stravolgerle. Così Raul, defilatosi dal ruolo di carnefice inconsapevole a causa del suo bipolarismo, diventa la vittima prescelta di una folle vendetta, in cui i fantasmi del passato torneranno prepotentemente, spingendolo in promiscue e ambigue situazioni. Chi è la persona che vuole decretare la fine di un grandissimo amore come quello tra Victoria e Raul?

AUTORE:
Per A. D. Viga la scrittura rappresenta un elisir di vita eterna e non può farne a meno. Innamorata del genere rosa, nel 2016, dopo aver ascoltato una canzone in spagnolo, prepara una bozza e scrive "A fuego lento". In seguito contatta la famosa Youtuber, Giulia Segreti, la doppiatrice, e insieme decidono di leggere "A fuego lento", non immaginando neanche lontanamente che in poco tempo sarebbe diventato il romanzo più visualizzato nel web.

THE SECRET CITY DI C.J. DAUGHERTY & CARINA ROZENFELD (recensione)

Salve lettori, oggi pensavo che ci sarebbe stata la recensione di "Una fiamma nella notte", ma come ho detto ho avuto qualche problema durante la lettura e mi mancano neanche 100 pagine, ma credo che entro questa setrtimana lo finirò e farò anche la recensione 😉

TITOLO: The secret city
AUTORE: C.J. Daugherty & Carina Rozenfeld
EDITORE: Leone Editore
Genere: Fantasy
Pagine: 355
Costo: 13,90€ (cartaceo) 7,99€ (eBook)
Valutazione: 3,5/5
TRAMA: Rinchiusi all'interno delle mura fortificate del college di Saint Wilfred a Oxford, circondati dagli alchimisti che hanno giurato di proteggerli a ogni costo, Taylor e Sacha sono al sicuro dalle tenebre. Per adesso. Ma il tempo stringe. Il diciottesimo compleanno di Sacha si avvicina, e l'antica maledizione che grava da generazioni sulla sua famiglia sta per compiersi, scatenando sul mondo un inimmaginabile orrore demoniaco. C'è un solo modo per impedire che la profezia si avveri. Taylor e Sacha devono andare nella città medievale di Carcassonne, in Occitania, dove tutto ha avuto inizio e affrontare i demoni che gli danno la caccia. Il viaggio sarà pericoloso e i nemici sono in agguato, ha scelta è ardua, ma l'oscurità sta ormai attanagliando il loro rifugio, e i due devono affrontare tutto ciò che li spaventa, o perdere tutto quello che amano.


COMMENTO:
Dopo la bellezza del primo volume mi aspettavo moltissimo da questo seguito, purtroppo ne sono rimasta un po’ delusa.
Al principio mi è piaciuto il fatto che non iniziasse subito con una battaglia ma che Sacha e soprattutto Taylor venissero addestrati per essere pronti nel momento in cui avrebbero dovuto scontrarsi con l’alchimista oscuro. Poi però la preparazione ha iniziato a farsi un po’ troppo lunga come se non si volesse mai arrivare al momento cruciale.

Quando finalmente l’azione è arrivata è stata piena di colpi di scena e suspense, la battaglia finale è stata molto interessante perché se qualcosa ce lo si poteva aspettare di certo non mi aspettavo che fino all’ultimo avrei avuto il timore che il piano fallisse e che i due protagonisti morissero insieme ai loro amici.

Mi è piaciuto e no come è stata trattata la storia d’amore tra i protagonisti.
Non sono un’amante delle storie d’amore sdolcinate, però speravo che Sacha e Taylor dopo quello che già avevano passato nel primo volume si sarebbero avvicinati un po’ prima, ma capisco anche perché non sia successo.
Taylor una volta arrivata al Saint Wilfred viene subito messa sotto pressione e allenata fino allo sfinimento, anche perché lei non ha anni per imparare come gli altri studenti ma solo qualche settimana. Per lei essere al centro d’attenzione degli studenti è molto stressante e la pressione a cui è sottomessa non la aiuta per niente.
Sacha invece odia il Saint Wilfred, non può uscire e si sento un pesce fuor d’acqua dato che lì è l’unico a non essere un alchimista. Dover passare le ultime settimane della sua vita chiuso in una biblioteca a cercare informazioni per spezzare la maledizione lo porta allo sfinimento. Se poi lo trattano come ragazzino lui si comporta come tale.
Per di più Taylor è una ragazza molto insicura quindi ogni momento “intimo” tra lei e Sacha crede sempre di aver frainteso le azioni del ragazzo.
Finalmente i due prendono coraggio e riescono ad ammettere i propri sentimenti e la loro storia inizia proprio nel momento peggiore della loro vita ma è anche quella che li porta a non fallire la missione.

Un’altra coppia nasce in questo volume e credo sia anche la mia preferita, quella tra Louisa e Alistair.
Louisa è una ragazza forte e indipendente che nella vita ha sofferto molto e si capisce dai poi flashback che abbiamo sulla sua gioventù. Però da quando Aldrich, il nonno di Taylor, l’ha introdotta nel mondo degli alchimisti si è legata molto a lui e Alistair, senza ovviamente mai dimostrarlo apertamente ma dimostrandolo con i suoi modi rudi. Starle accanto non è facile e Alistair lo ha capito fin da subito ma è proprio per questo che non le ha mai fatto pressioni anche se lui è sempre stato innamorato e avrebbe voluto dirglielo. Quando finalmente lei si apre mi sono commossa perché è sempre bello vedere come anche una ragazza forte e indipendente abbia bisogno di qualcuno al suo fianco che la capisca e la accetti per quello che è.

Come ho detto il finale mi è piaciuto molto, per i colpi di scena e la suspense. Quello che ho apprezzato meno è stato il finale aperto che mi ha lasciato molti dubbi soprattutto su quello che succederà a Sacha e Taylor dopo il rituale che ha cambiato completamente la vita a entrambi.
Mi sarebbe piaciuto avere qualche informazione in più sul loro futuro ma capisco anche il meccanismo delle autrici di lasciare il finale aperto così che ogni lettori si immagini il seguito come meglio lo desidera.

lunedì 29 luglio 2019

L’AMORE NON HA ETÀ DI GRAZIA MARIA SPANO (segnalazione)

Ciao a tutti e buon lunedì 😘
TITOLO: L'amore non ha età
AUTORE: Grazia Maria Spano
EDITORE: Collana Floreale, Pubme
Genere: Romanzo Rosa
Volume non autoconclusivo, il seguito, L’amore vince sempre, verrà pubblicato a settembre.
Pagine: 174
Prezzo: €2,99

Estratto:
“È ufficiale! Io adoro il contrasto! Un po’ delicato e un po’ violento. Un po’ gentile e un po’ arrogante. Un po’ bravo ragazzo, un po’ bello e impossibile.”

TRAMA:
Giulia ha 28 anni e poca fortuna in amore. Quando conosce Riccardo ne rimane stupita, all’apparenza infatti, sembra essere proprio perfetto. Dopo una serie di incontri casuali impara a conoscerlo e, nonostante sembri molto più giovane di lei, constata che il ragazzo sa il fatto suo ed è proprio il tipo che le piace: dolce e passionale al tempo stesso. Nonostante il mistero dell’età, Giulia non riesce a toglierselo dalla testa, ma è solo l’età il problema? O Riccardo non è così perfetto come sembra?

venerdì 26 luglio 2019

PAROLE VOLANTI: Una fiamma nella notte di Sabaa Tahir

Ciao a tutti come state?
In questi giorni fa caldissimo, non riesco nemmeno a uscire di casa.
Sono la classica ragazza che si lamenta sia del freddo sia del troppo caldo, l'unico momento in cui sto bene sono le mezze stagioni ahahha
Comunque parlando di libri, come ho detto ieri nelle storie di Instagram, sono arrivata ad un punto in cui non riesco ad andare avanti per colpa di un personaggio infame. Vorrei delle risposte e ho paura che in questo volume non me le diano però allo stesso tempo non voglio aspettare ottobre/novembre quando uscirà il seguito, non so proprio che fare.
Voi lo avete letto? Che ne pensate del finale?


«"Avela Sanguinaria.Come nasce una Maschera?"
Una domanda in risposta a un'altra domanda. Mio padre lo faceva sempre quando discutevamo di filosofia. E mi ha sempre irritato.
"Una Maschera nasce con l'addestramento e la disciplina."
"No. Come nasce una Maschera?" Il santone mi gira intorno, con le mani infilate nella veste, guardandomi da sotto il suo pesante cappuccio nero.
"Grazie all'addestramento rigoroso di Rupenera."
Caino scuote il capo e fa un passo verso di me. Le pietre sotto i miei piedi tremano. "No, Averla. Come nasce una Maschera?"
Sto per cedere alla rabbia, una rabbia che domo come farei con un cavallo impaziente, tirando le redini. "Non capisco cosa vuoi. Nasciamo dal dolore. Dalla sofferenza. Dal tormento, dal sangue e dalle lacrime."
L'augure sospira. "É una domanda trabocchetto, Aquilla. Una Maschera non nasce. Rinasce. Per prima cosa viene distrutta. Spogliata fino al bimbo tremante che vive in fondo alla sua anima. Non importa quanto pensa di essere forte, Rupenera la ridimensiona, la umilia. La mortifica. 
Ma, se sopravvive, rinasce. Si rialza dal mondo tenebroso del fallimento e della disperazione per diventare terribile come chi l'ha distrutta. Per poter conoscere l'oscurità e usarla come scimitarrae scudo nelle missioni volte a servire l'Impero."
Caino alza una mano e mi accarezza il viso come un padre con un neonato, sfiorandomi la pelle con le dita fredde, incartapecorite. "Tu sei una Maschera, sì, ma non sei ancora finita. Sei il mio capolavoro, Helene Aquilla, ma ho appena iniziato. Se sopravvivi, sarai una forza da non sottovalutare in questo mondo. Ma prima devi essere disfatta. Prima devi essere piegata."
"Devo ucciderlo, quindi?" Cos'altro può voler dire tutto questo? Il modo migliore per piegarmi è Elias. Lo è sempre stato. "Le Selezioni, il giuramento che ti ho fatto. É stato tutto inutile."
"Ci sono cose più importanti dell'amore nella vita, Helene Aquilla. C'è il dovere. L'Impero. La famiglia. La Gens. Gli uomini che comandi. Le promesse che hai fatto. Questo, tuo padre lo sa. E anche tu lo imparerai, prima della fine."
Mentre mi alza il mento, i suoi occhi sono tristi ma imperscrutabili. "La maggior parte delle persone non è altro che una massa di luci fioche nella grande oscurità del tempo. Ma tu, Helene Aquila, non sei una scintilla che brucia in pochi istanti. Tu sei una fiamma nella notte, devi solo avere il coraggio di lasciarti bruciare."»



mercoledì 24 luglio 2019

I CINQUE DEI DI ADAESHA DI SABRINA GUARAGNO (segnalazione)

TITOLO: I cinque Dei di Adaesha
Spin-Off della saga di Alaisa
AUTORE: Sabrina Guaragno
Editore: Nativi Digitali Edizioni
Data di uscita: 25 luglio 2019
Genere: Fantasy, Romance
Prezzo: GRATUITO!
Pagine: 25

Pagina sul sito NDE:
http://www.natividigitaliedizioni.it/prodotto/i-cinque-dei-di-adaesha/
Sito web editore: www.natividigitaliedizioni.it

«Quelli non erano Dei, Padena. Gli Dei non si mostrano mai. Non abbiamo stretto un accordo con loro».
Quelle figure li avrebbero benedetti con i loro poteri, forse li avrebbero persino guidati in quello che avrebbero fatto. Ma la loro vita, ormai, gli apparteneva.


TRAMA:
In una terra dilaniata dal passaggio di un popolo straniero e violento, la giovane Padena decide, insieme al fidanzato Ioro, di rivolgersi agli Dei per chiedere un aiuto per sopravvivere e per salvare la sorella di lei, Moria, fatalmente ferita. I tre non sanno, però, che questo accordo magico farà intrecciare i loro destini in un vincolo indissolubile, e le loro vite non potranno più essere le stesse…
Il nuovo racconto di Sabrina Guaragno, spin-off della saga di Alaisa, di cui è già stata pubblicata per Nativi Digitali Edizioni la prima parte "La Strega della Fonte", introduce la leggenda dei Cinque Dei che arricchisce il mondo Fantasy di Adaesha. Narrando una breve ma intensa storia autoconclusiva, catturerà chi già è familiare con questa terra tormentata, e incuriosirà i nuovi lettori.


L'autrice:
Sabrina Guaragno nasce a Bari il 27 giugno del 1993, ma trascorre la sua infanzia e la sua adolescenza a Modugno. La sua vita cambia con il nascere dell’amore verso i romanzi di Harry Potter, che l'hanno iniziata a un vasto mondo di lettura e immaginazione. La sua passione per la scrittura inizia quando ha solo 14 anni, sulle orme di scrittrici quali J.K. Rowling e Licia Troisi. Il suo genere preferito è il fantasy e tutte le sue sfumature, ma ama leggere un po’ di tutto.
Sabrina nutre anche una passione viscerale per la mente umana: dopo il diploma come operatore turistico, ha conseguito la laurea triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche e quella magistrale in Psicologia Clinica presso l’Università Aldo Moro di Bari. Attualmente, sta svolgendo il tirocinio post-laurea presso il Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione dell’Università Aldo Moro di Bari.
Da qualche anno gestisce il blog letterario Non servono le ali per volare, e fa parte della redazione di Leggendo a Bari, blog legato all’omonimo gruppo di lettura barese. Inoltre, fa parte dello staff di Psychondesk, blog di psicologia, come membro del Comitato Scientifico, autrice e correttrice di bozze.
Il suo sogno è quello di scrivere per vivere, anche se nella società attuale è sempre più difficile realizzarsi in questo campo. Ma insegue un desiderio, persevera nel suo obiettivo, e ogni rifiuto ricevuto e che riceverà, sarà solo l'ennesima spinta per non arrendersi.
Nel 2018 ha pubblicato con Nativi Digitali Edizioni “La Strega della Fonte”, la prima parte della saga Fantasy di Alaisa.

SERIE TV RECENSIONE: Chernobyl

Buon lunedì lettori, come state?
Oggi vi parlo di una mini serie che oltre ad essere molto bella racconta nei dettagli ciò che accadde nel 1986 e come l’unione sovietica cercò di insabbiare tutto.
Voi l’avete vista?


TITOLO: Chernobyl
GENERE: drammatico, storico
EPISODI: 5
DURATA: 60-72 min (episodio)
PAESE: USA, Regno Unito
ANNO: 2019
VALUTAZIONE: 4,5/5
TRAMA: Nell'Aprile del 1986, la centrale di Chernobyl diviene scenario di uno dei più gravi disastri nucleari mai avvenuti. Vigili del fuoco e i primi soccorritori sacrificano se stessi per contenere le conseguenze dell'evento.
COMMENTO: Devo ammettere che quando ne ho sentito parlare all’inizio non mi convinceva molto poi Liliana Marchesi ne ha parlato nel gruppo “Leggere Distopico”  e deciso di dargli una possibilità.
Sono molto felice di averlo fatto, anche perché sulla storia di Chernobyl non ne ho mai saputo molto ma con questa serie ho capito molte cose.
Il bello è che per sbaglio ho visto la 5ª puntata al posto della 1ª, meno male poi mi sono accorta dell’errore se no avrei visto l’intera serie senza capirci nulla ahahaha.
Non avevo mai saputo come fosse successo lo scoppio di uno dei reattori o come l’Unione sovietica avesse cercato di insabbiare tutto, sia agli altri stati sia ai suoi stessi cittadini.
Mostrano passo per passo ciò che è successo ma soprattutto parlano di tutte le persone che sono morte per cercare di risolvere il problema. Mostrano come nessuno abbia mai voluto prendersi la propria responsabilità ma anche come nessuno volesse ascoltare ciò che era successo perché avrebbe messo in cattiva luce lo stato. Forse se qualcuno dei capi avesse voluto prendere in considerazione il peggio molte delle persone morte oggi sarebbe ancora vivo, se avessero avuto il coraggio di ammettere i propri errori forse ora le cose sarebbero diverse.
Quello però di cui sono felice che poche ma testarde persone abbiano capito la verità e l’abbiano portata avanti anche sembrando degli sciocchi o rischiando il carcere/la morte per aver messo in discussione lo Stato.

martedì 23 luglio 2019

UN POSTO SICURO DI CRISTIANO PEDRINI (cover reveal)

TITOLO: Un posto sicuro
AUTORE: Cristiano Pedrini
EDITORE: Queen Edizioni
GENERE: Romanzo storico
USCITA: 03 Agosto 2019
Costo: 1,99€ (eBook)  9,90€ (cartaceo)
Pagine: 280

TRAMA:

Siamo nella dura Inghilterra del 1863, quando nobiltà e povertà sono separate da un nettissimo e chiaro confine.
Il nobile Terence Arundell gestisce, suo malgrado, il grande opificio di famiglia, ereditiere di una ricchezza che tuttavia non gli inaridisce il cuore. Ben presto, infatti, Terence si rende conto di poter fare del bene con tutto quello che ha e il destino pone sul suo cammino Jamie, giovanissimo orfano destinato a essere venduto in un bordello.
Grazie all’aiuto di Edward, suo fedele maggiordomo, Terence ospita il tredicenne nella sua magione e benpresto il ragazzino impetuoso e sarcastico lo metterà a dura prova.
Per Jamie trovarsi immerso nella splendida cornice di Trerice Manor significherà avere ogni giorno davanti agli occhi una classe sociale alla quale non appartiene, che non lo vuole, ma che soprattutto gli ha sempre fatto del male. Sarà difficile confrontarsi, comprendersi e accettarsi per il nobile e il ragazzino.
Nonostante ciò, i due si affezioneranno l’uno all’altro, legati da qualcosa di più grande che non è soloaccettazione delle diversità, ma anche umano affetto e la ricerca di qualcosa che li renda completi, come individui e come uomini, sullo sfondo di una società che avanza rapidamente verso il progresso.

AUTORE:
Cristiano Pedrini bibliotecario dal 1998 nella provincia di Bergamo, giornalista pubblicista. Dopo numerose esperienze nel campo del volontariato sociale e culturale, è stato direttore artistico della Fiera del Libro dell’Isola Bergamasca dal 2006 al 2010 e del Cineteatro “Giuseppe Verdi” dal 2006 ad oggi.
I primi ricordi sul “piacere dello scrivere” appartengono alla scuola elementare dove attendeva con impazienza l’ora deltema in classe! Dopo una lunga pausa nell'estate del 2014 ha riscoperto, intatta la passione dello scrivere ritrovando se stesso.

Ha pubblicato Klein Blue (Aletheia Editore), Le regole di Hibiki (Fdbooks), L’ombra del principe (Triskell) e diversi altri titoli pubblicati in Self.

L’EREDITÀ DEL PRINCIPE DI VITTORIA AGOSTINELLI (recensione)

Salve lettori, eccomi qui con una nuova recensione.
Questo libro sarebbe stato perfetto sotto l’ombrellone, quindi se non lo avete ancora letto ve lo consiglio come lettura in spiaggia, se siete amanti della montagna è ottimo anche guardando quei paesaggi spettacolari 😉
Questo libro a me ha fatto compagnia in questi giorni caldi in cui sono rimasta a casa e che il mare l’ho visto solo nelle foto, per fortuna sono riuscita ad andare un paio di volte in piscina.
Voi come state affrontando questo caldo?

TITOLO: L’eredità del principe
AUTORE: Vittoria Agostinelli
EDITORE: 0111 Edizioni
Genere: Fantasy
Pagine: 270
Costo: 15,90€ (cartaceo) 6,99€ (eBook)
Valutazione: 4,5/5
TRAMA: Lux è il principe ereditario della famiglia Sapphirus, l'unica al mondo a possedere uno straordinario potere che si tramanda di genitore in figlio alla morte del primo; veicolo di tale potere è un bracciale con uno zaffiro incastonato. Genus, attuale re di Sapphirus e detentore del potere, firma un trattato di pace con il sovrano dell'adiacente regno di Ambrosia, ponendo fine a una guerra durata anni. Ma l'ombra del tradimento si staglia su Sapphirus. Caecam, fratello di Genus del quale non si avevano più notizie da vent'anni, anela da sempre al potere di famiglia e per ottenerlo è disposto a uccidere sia suo fratello, sia suo nipote. Genus viene assassinato ma il principe riesce a sfuggire al proprio destino grazie a Loyal, la sua guardia del corpo. Inizia così la fuga di Lux e Loyal attraverso il regno, con lo scopo di varcarne i confini e rifugiarsi oltre la Terra di Nessuno, un deserto pieno di insidie dal quale nessuno è mai tornato. Sembra che proprio lì si celi il segreto legato al potere dei Sapphirus. Dramma, avventura, magia e segreti da svelare. Una storia di crescita, in bilico tra fedeltà e tradimento.
COMMENTO:
Inizio ringraziando Vittoria Agostinelli per avermi dato la possibilità di leggere questo suo nuovo libro, anche perché avevo amato I figli della follia, suo primo libro.

Questa storia è un mix tra il mondo moderno e quello antico. C’è la tecnologia e le macchine però allo stesso tempo ci sono regni con sovrani e si combatte ancora con le spade, quindi riuscire a visualizzare perfettamente l’immagine o la situazione non sempre è facile.
É una storia con molta suspense e colpi di scena. L’inizio è tranquillo 

Lux all’inizio della storia, è un ragazzino viziato che è sempre stato rinchiuso in una bolla di sapone. Riesce a sopravvivere al tradimento di Ambrosia ma sopratutto di Caecam grazie a Loyal, la sua guardia del corpo. Loyal è un uomo fedele e leale che farebbe di tutto per il principe anche perché in lui vede un buon cuore e un grande coraggio. Grazie alla sua guardia Lux riesce ad avere risposte sulla sua famiglia, riesce anche a diventare più forte e un buon combattente.
Per colpa di Loyal riceve anche la sua prima delusione d’amore, però come si capisce fin da subito e con il tempo sempre di più tra Lux e Loyal non c’è solo un rapporto di soldato sovrano ma anche di amicizia, Lux non ha mai avuto nessun altro oltre a lui e suo padre.
Ed è proprio il principe a capire che al cuore non si comanda e che non può avercela con la sua guardia per amare ed essere ricambiato da Lullaby, la principessa di Ambrosia.
Sono felice che per una volta la guardia del corpo abbia un lieto fine, anche se mi dispiace per Lux. Mi piacerebbe avere un seguito per poter vedere come va Lux sul trono ma soprattutto se riuscirà a superare il suo innamoramento.
Lullaby non è la classica principessina che vuole essere salvata, lei vuole imparare a salvarsi da sola.
I miei personaggi preferiti sono stati Elektel e Alain, la coppia più strana ma allo stesso tempo più bella che abbia mai visto.
Elektel è un soldato grande e grosso con un caratteraccio, che però ama alla follia il suo compagno e non si fa problemi a dimostrare l’amore per il compagno in pubblico ed è anche molto sfacciato.
Alain è un apprendista medico molto timido e riservato, diventa rosso come un peperone a ogni battuta sconcia del compagno e che si sente a disagio con le effusioni d’amore in pubblico.

Ho apprezzato molto che ogni personaggio sia stato descritto con molti dettagli. Anche i personaggi meno importanti, o che almeno lo sono per me, come Felix e il comandante Saeva.
Mi è piaciuta molto la descrizione che viene fatta di Caecam, perché viene descritto sia quando era giovane e ancora non era così assetato di potere, sia quando è diventato un mostro.

lunedì 22 luglio 2019

NESSUNA DISTANZA DI MARTA ARVATI (segnalazione)

Arriva per la Brightlove (Pubme) Marta Arvati che, con il suo modo di scrivere, così delicato ed emozionante, è in grado di toccare corde che non sapevi nemmeno di avere. Questo New Adult autoconclusivo è capace di lasciarti addosso tutta l’intensità di un amore pronto a diventare qualcosa di indimenticabile perché, a volte, è solo così che si ama. Grazie a Marta scopriamo che ci sono storie capaci di annientare le distanze, non solo fisiche, ma soprattutto quelle del cuore e allora tutto ti sembra possibile…

TITOLO: Nessuna distanza
AUTORE: Marta Arvati
Genere: New Adult
Pagine: 253
Volume: Autoconclusivo
Prezzo:  2,99€
Uscita prevista: 18 Luglio
Pubblicato da: Collana digitale Brightlove, (Pubme)

SINOSSI:
“Nessuna distanza potrà separarci, perché nulla potrà mai più tenermi lontano da lei.”

Sei anni di silenzi. Sei anni di lontananza. Sei anni di parole lasciate a metà.
Sono trascorsi sei anni da quando Megan ha lasciato la sua vita a Lafayette e Noah, il suo migliore amico. Troppe le domande senza risposta, troppi i sentimenti in sospeso. Ma se Megan fosse tornata per combattere questa volta e per rivelare a Noah il segreto peggiore di tutti? E se lui non fosse in grado di perdonare e di prendere le distanze dalla sua nuova vita senza di lei? Talvolta, il confine tra amicizia e amore è molto sottile: oltrepassarlo è un attimo, tornare indietro è impossibile.


Arriva per la Brightlove la penna delicata ed emozionante di Marta Arvati, con un New Adult autoconclusivo sull’altra metà di noi, ovunque essa sia. Perché ci sono amori che ti solcano la pelle, che ti scavano il cuore e che hanno bisogno di fare dei giri immensi, prima di tornare a casa. A volte, la lontananza unisce più di qualunque addio.
ESTRATTI:

“A volte per fare l'amore non è necessario toccarsi.”

“Quando non ho più potuto ascoltarla, ho smarrito un pezzetto di me, e ho odiato Megan per questo, tanto quanto desideravo riaverla accanto.”

venerdì 19 luglio 2019

PAROLE VOLANTI: L’eredità del principe di Vittoria Agostinelli

Ciao a tutti e buon venerdì, che farete questo weekend?
Io studierò un po’ ma soprattutto leggerò 😃
Ieri è stata una giornata super impegnativa, sono ancora distrutta ahahah. Mi sveglio una volta alle 6.30 e ho bisogno di tre giorni per riprendermi, hanno proprio ragione le mie amiche quando dicono che sono nata vecchia 😂


“Si tolse la giacca e la gettò distrattamente sul divano, dopodiché recuperò il libro che stava leggendo, svoltò l’angolo che portava al letto a baldacchino e vi si gettò sopra a pancia in giù, riprendendo da dove era stato interrotto.
Non potendo uscire spesso da palazzo, per diciotto anni i libri erano stati la sua finestra sul mondo e il passatempo più interessante a cui potesse dedicarsi.
Sollevò le sopracciglia, mentre faceva scorrere lo sguardo sulle righe dell’ultima pagina.
Una volta terminato il romanzo, rimase con lo sguardo perso nel vuoto per diversi minuti e il libro ancora aperto tra le mani.
«Altezza?»
La voce di Loyal lo fece sobbalzare.
«Quante volte ti ho detto di bussare, prima di entrare?»
«Lo faccio sempre ma non mi sentite mai» si giustificò la guardia del corpo «quando leggete sembrate varcare i confini di questo mondo.»
Lux chiuse finalmente il libro e si sedette scompostamente sul letto, guardando la copertina rossa con in alto il titolo dorato scritto in modo elegante.
«Mi piacerebbe volare sul dorso di un drago, oltre i confini di Sapphirus e Ambrosia, verso luoghi esotici e misteriosi» mormorò rapito.
Loyal si appoggiò con la spalla a una delle colonnine del letto, sentendosi sfiorare dai drappeggi verdi che scendevano dall’impalcatura del baldacchino.
«Ma se siete schizzinoso perfino con cani e gatti.»
Lux si accigliò, posò il libro sulla trapunta di piume porpora e inclinò il busto all’indietro, sostenendosi sulle braccia tese.
«Che cosa vuoi?» domandò, sollevando il mento.
«È l’ora del vostro allenamento» ricordò Loyal, senza dare peso all’atteggiamento altezzoso del giovane.
Il Principe sbuffò e si alzò dal letto, dirigendosi verso il grosso armadio a quattro ante.”


mercoledì 17 luglio 2019

FILM RECENSIONE: Guardians - il risveglio dei guardiani

Oggi vi parlo di un film che ho visto su sky una notte che non riuscivo a dormire.
Devo dire che è abbastanza un flop. Qualcuno di voi lo ha mai visto?


TITOLO: Guardians - il risveglio dei guardiani
GENERE: fantascienza, azione
DURATA: 89 min
PAESE: Russia
ANNO: 2017
VALUTAZIONE: 1,5/5
TRAMA:  Durante la Guerra Fredda, la Russia è minacciata da forze soprannaturali. L'organizzazione segreta Patriot comincia a sperimentare alterazioni del DNA di alcuni supereroi allo scopo di difendere la madrepatria. L'identità di questi soldati speciali è rimasta per anni nascosta a tutti, ma dinanzi alla possibilità di un conflitto devastante per la popolazione del continente sovietico, i nomi dei combattenti vengono rivelati pubblicamente.
COMMENTO: É stata la prima volta che vedevo un film russo e questa cosa mi ha lasciato senza parole anche perché gli eroi sono russi ma lo sono anche i cattivi.
Questo film per me è un mix tra i guardiani della galassia, gli x-men e i fantastici 4.
Il grande problema di questo film per me è stato che era tutto molto veloce e che i personaggi fossero poco sviluppati ma non sono le uniche cose.
Kseniya è la donna invisibile, non ha ricordi del passato e quando finalmente le torna la memoria a noi non viene raccontato nulla tranne che ha avuto una storia con Arsus. 
Arsus riesce a trasformarsi in orso la sua trasformazione può essere totale o parziale.
Khan riesce a muoversi alla velocità del vento ed è un ottimo combattente. 
Infine c’è Ler, l’uomo roccia, grazie ai suoi potere controlla le rocce.
Per concludere con loro c’è il Maggiore Elena Larina, che compie il ruolo del professore degli x-men.
Il film si incentra soprattutto sul patriottismo, che a quanto pare per i russi è importantissimo.
Il finale è aperto, nel mondo potrebbero esserci altri guardiani e forse un giorno cui sarà bisogno di loro, ciò significherebbe un altro film. Se devo dire la verità spero davvero di no, perché tra lo sviluppo un po’ così e gli effetti speciali veramente orribili non so davvero cosa ci potremmo aspettare.

AMAMI ANCORA UN ALTRO PO’ DI FEDERICA FASOLINI (Review Party)


Ciao a tutti, come state?
Finalmente è arrivato il momento della recensione di questa fantastica storia d’amore, che mi ha commosso fin dalla prima pagina.
Voi avete letto il libro o letto qualche libro di questa autrice?
Se sì, cosa ne pensate? La amate come me?
Se no, vi consiglio di leggerli perché sono molto scorrevoli e leggeri, e secondo me sono perfetti per una lettura sotto l’ombrellone.

TITOLO: Amami ancora un altro po’
AUTORE: Federica Fasolini
Data di uscita: 11 Luglio 2019
Genere: Contemporary Romance
Serie: Much More Series #2
Pagine:
Prezzo: 2,99 € (eBook)
Formato: eBook e Cartaceo

TRAMA: 
Secondo romanzo della “Much More Series”, autoconclusivo.

Abigail si è trasferita a New York da ormai tre anni, dopo essersi lasciata alle spalle il suo passato e il suo unico grande amore, Reed. Il ragazzo che era sparito dalla sua vita senza lasciare neanche una traccia, quello che ora vive nella sua stessa città, frequenta la sua stessa cerchia di amici e che adesso sta facendo di tutto per riconquistarla.
Reed, dall’aria tenebrosa e dal corpo ricoperto di tatuaggi, nasconde un segreto. Un segreto che riguarda il suo passato. Ma quando incontra nuovamente Abby, sembra che la vita abbia voluto dargli una seconda possibilità, e lui non ha nessuna intenzione di sprecarla.
Ha già perso quattro anni lontano dall’unica donna che abbia mai amato, ma questo potrà bastare? L’amore sarà sufficiente a cancellare la vita precedente? Anche quando il passato andrà a bussare nuovamente alla loro porta?

L’amore vero offre infinite possibilità ai cuori, soprattutto a quelli che, pur di ritrovarsi, sono disposti a cercarsi tra mille volti.

COMMENTO:
Scrivere questa recensione non è stato affatto facile perché mi sarebbe piaciuto parlare di tutto e nelle stesure mi sono accorta che avevo messo troppi spoiler.
Credo di averla riscritta un centinaio di volte ahaha.
Ho finito il libro ormai due settimane fa e ho usato questo tempo per scrivere e riscrivere la recensione. Per fortuna quella definitiva é arrivata in tempo e credo che se non avessi partecipato al review parti questa recensione non sarebbe mai uscita perché non mi avrebbe mai convinta ahahha.


Federica Fasolini ha uno stile di scrittura fluido e scorrevole, che riesce ad ammaliare i lettori. Quando si inizia a leggere non si vorrebbe più smettere, ci si sente come parte della storia e della grande famiglia creata dai coniugi Matthews.
Perché in questa serie non sono fondamentali solo i protagonisti, che in questo secondo capitolo sono Reed e Abby ma anche Carl e Evangeline Matthews, una coppia di adorabili vecchietti che non ha potuto avere figli, quindi hanno creato una grande famiglia.
Per me loro sono anche un po’ il cuore di questa storia, senza di loro mancherebbe una parte fondamentale dato che sono la parte divertente e che stanno sempre a bisticciare.
In più loro rappresentano l’amore che tutti sognano, non quello perfetto ma fatto di battibecchi, di prese in giro e di provocazioni però non potrebbero mai fare a meno l’uno dell’altra.

Senza Evangeline poi per i protagonisti sarebbe stato difficile riavvicinarsi, perché senza le sue intromissioni certi incontri non sarebbero mai avvenuti e senza quelli nessuno dei due avrebbe avuto il coraggio di parlare all’altro.
Lei è Evangeline e quindi sa sempre tutto quello che succede nella sua stramba famiglia e quando vede un problema non si fa scrupoli ad intromettersi.

Parlando dei protagonisti capiamo fin da subito che hanno due caratteri completamente diversi, sia nel modo di pensare sia nel modo di fare.
Reed è un ragazzo che mette sempre prima le altre persone, che non ha paura dei giudizi altrui anche se è molto critico con se stesso, sa quello che vuole e lotta per averlo.
Fin dal primo libro mi è sempre piaciuto però il non sapere cosa fosse successo tra lui e Abby ma soprattutto il perché del suo abbandono mi infastidiva anche perché non sapendo il motivo l’ho ritenuto uno stronzo. Appena però ho iniziato il libro ho capito che ci doveva essere un’ottima ragione soprattutto perché si capisce che lui ha sempre amato Abby e che non le avrebbe mai fatto del male.

Mentre Abby è una ragazza insicura soprattutto a causa della madre, che non si può definire una madre dato che l’unica cosa che le interessano sono i soldi. Questa sua insicurezza la riesce a nascondere molto bene, anche se non a Reed il quale conoscendola fin da piccola sa quando lei abbia sofferto, proprio per questo il suo abbandono le ha fatto così male. Ha però dimostrato una grande forza abbandonando tutto e tutti e trasferendosi a New York da sola non conoscendo nessuno.

La storia mi è piaciuta molto perché anche se un po’ melensa, ma come dice Reed devono recuperare 4 anni di smancerie, Abby non cede facilmente anche se il suo cuore vorrebbe ma il cervello non riesce a perdonare così facilmente.
Ho apprezzato tanto anche che Reed non forzi la situazione ma cerchi sempre di esserci nei momenti di bisogno e che le dica fin da subito, o più o meno subito, che le vuole raccontare il motivo dell’abbandono ma ha bisogno di trovare la forza e il momento giusto; il modo in cui le rivela il motivo mi ha colpito di certo non mi aspettavo la portasse direttamente a conoscere il “colpevole”.
La sorpresa poi che le fa è la dimostrazione d’amore più bella perché dimostra quanto la conosca e che per lei farebbe qualsiasi cosa anche quando lei non lo chiede per paura di non esserne all’altezza.


martedì 16 luglio 2019

SALLY - LA STRADA DEL CUORE DI FRANCESCA PELLEGRINO (segnalazione)

Rieccomi oggi per una segnalazione 😊

TITOLO: Sally - La stada del cuore
AUTORE: Francesca Pellegrino
EDITORE: pubme - collana floreale
Pagine: 193
Costo: 2,99€ (eBook) per il lancio sarà 0,99€
TRAMA:
«Mi chiamo Sally O'Braian e questa è la mia storia.»
Sono nata e cresciuta a Savannah nella contea di Hardin, nello stato del Tennesee.
Non ho mai pensato di abbandonare la mia città che, anche se un po' retrò, mi ha sempre regalato sorrisi e soddisfazioni. Non mi sono mai pentita o sentita in difetto per quello che comportava essere una O'Braian.
Una famiglia semplice, di lavoratori e piena di valori, che gestisce da sempre il ristorante sulla Water St. Quello tutto in legno che fa i migliori hamburger di Savannah, e la squisita torta di nonna Jane. Quel ristorantino dove sembra di essere tutti una famiglia, dove trovi un sorriso sempre pronto a migliorarti la giornata.
Era gestito dal mio bisnonno, da mio nonno, da mio papà e un giorno sarà mio.
Fino a qui sembra tutto semplice, facile, ma all'improvviso quella che era la mia passione diventa tutta la mia vita, stravolgendola e eclissando quasi la vecchia.»

Una proposta, un trasferimento improvviso, una mostra, un incontro che sancirà un inizio di scontri.
Due occhi cielo contro due occhi mare, due caratteri forti e irruenti, due persone che non sono disposte a cedere nemmeno di fronte ad un bacio. Due persone che si fanno la guerra non sapendo per cosa ma disposti a tutto per vincere. Errori, litigi, promesse, sguardi. Una passione che sa di lotta e non di un amore semplice e puro. Due persone consapevoli di quello che sono e di quello che vogliono. Due Soli che brillano di luce propria e bruciano tutto ciò che gravita intorno a loro.
Gli amori non sono mai convenzionali ma Dylan e Sally sono tutto il contrario di ciò che ci si aspetta!

LINK:
https://www.amazon.it/dp/B07V2FBBML/ref=sr_1_4?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=francesca+pellegrino&qid=1562913497&s=gateway&sr=8-


ESTRATTI:

È stato meraviglioso baciarlo, è stato capace di farsi sentire in tutto il mio corpo e ha toccato pareti del mio cuore che ancora non erano state toccate da nessuno; ma non mi capacito del perché mi abbia fatto male di proposito.
«Perché?» chiedo a denti stretti.
«Perché la devi smettere di sfidarmi, di portarmi all'esasperazione. Volevi comandare anche un cazzo di bacio!»

--

Devo starle lontano, lo so. Ma so che molto probabilmente non lo farò. E se toccherò quel corpo con le mie mani, e la sua anima con la mia, avrà luogo lo scontro più eccitante della mia vita.

--

Magari un giorno tornerò a Savannah, riprenderò in mano ciò che ho lasciato. E allora io la vedrò, la strada da percorrere.

--

Due maledetti occhi azzurri sussultano appena mi vedono, ma sono le pagliuzze gialle a rincoglionirmi. Gli zigomi alti e quella boccuccia che ieri sera avrei voluto chiudere a modo mio - e non sarebbe stato gentile - si spalanca leggermente, ma è il movimento di lingua per raccogliere una briciola a mandare il cervello a puttane.

--

Vado a dormire con impressa l'immagine dei suoi occhi, quegli occhi che forse mi hanno fregato subito ma ormai è troppo tardi per tornare indietro. E forse io, indietro, non ci voglio tornare.





SHADOWHUNTERS - IL PRINCIPE DI CASSANDRA CLARE (recensione)

Ciao a tutti, come state?
Pensavo di non riuscire a pubblicare questa recensione perché non credevo avrei finito in tempo il libro ma avendo studiato poco o nulla ho avuto tempo di leggere. Quindi sono felice di averlo finito ma anche delusa perché se continuo così dovrò studiare moltissimo ad agosto quando sarò al mare 😞
Però lasciamo stare e torniamo a parlare di libri. Non so esattamente perché io abbia aspettato così tanto per leggere questa trilogia ma sono felice perché mi sta davvero rallegrando l’estate.
Voi l’avete letta? Vi è piaciuta?
Anche a voi si è spezzato il cuore per Will?

TITOLO: Shadowhunters - Il principe (the infernal devices vol.2)
AUTORE: Cassandra Clare
EDITORE: Mondadori
Genere: Fantasy urbano, Romanzo paranormale, Fantasy storico
Pagine: 495
Costo: 13€ (cartaceo), 7,99€ (eBook)
Valutazione: 4/5
TRAMA: In una Londra vittoriana fosca e inquietante, e nel suo magico mondo nascosto, Tessa Gray crede di avere finalmente trovato tranquillità e sicurezza con gli Shadowhunters, i cacciatori di demoni, che proteggono lei e il suo terribile potere dalle mire del perfido Mortmain. Ma con lui e il suo esercito di automi ancora in azione, il Consiglio vuole spodestare Charlotte Fairchild, per affidare il comando a Benedict Lightwood, uomo senza scrupoli e affamato di potere. Nella speranza di salvare Charlotte, Will, Jem e Tessa decidono di svelare i segreti del passato di Mortmain e scoprono sconvolgenti legami fra gli Shadowhunters e la chiave del mistero dell'identità di Tessa. La ragazza, intrappolata nei sentimenti che prova per Will e Jem, si trova a dover compiere una scelta cruciale quando scopre in che modo gli Shadowhunters abbiano contribuito a fare di lei "un mostro". Sconvolta, Tessa è tentata di schierarsi con il fratello Nate dalla parte di Mortmain. Ma a chi è davvero fedele? E chi ama, nel profondo del suo cuore? Soltanto lei può scegliere se salvare gli Shadowhunters di Londra oppure distruggerli per sempre.
COMMENTO: 
Eccomi qui con il secondo volume di questa fantastica trilogia, qui trovate la recensione del primo, dove conosciamo per la prima volta Jem e Will, due cacciatori e Parabatai che non potrebbero essere più diversi, e Tessa, una mutaforma che scopre di esserlo perché viene rapita e costretta a usare il suo potere.
In questo volume entriamo nel pieno dell’azione contro Mortmain, che finalmente sappiamo essere il Magister colui che vuole distruggere i Nephilim.
La ricerca di Mortmain diventa più difficile quando l’autorità di Charlotte, il capo dell’istituto di Londra, viene messa in discussione da Benedict Lightwood che sembra odiarla tanto.
Le ricerche si complicano quando poi scoprono che tra di loro c’è una spia .

In questo secondo volume conosciamo meglio anche i personaggi.
Will lo incontriamo nel primo libro ed ha un carattere altalenante, l’unica persona con cui è dolce è Jem ma in alcuni casi lo è anche con Tessa, anche se poi la allontana facendosi, o cercando, di farsi odiare. Non si capisce il motivo per cui tenga lontane le persone fino a quando scopriamo che è stato maledetto ma grazie a Magnus Bane riesce a liberarsene.
Jem invece è un ragazzo dolcissimo che mette sempre le altre persone davanti a lui. Purtroppo è è “malato” e per questo è dipendente dallo “Yin fen”, ( di cui nella serie “The mortal instrument” non se ne parla ma se ne accenna nella serie tv).
Poi c’è Tessa che vuole scoprire chi è veramente ma questo non è facile visto che sembra che l’unico a sapere “cosa” sia è Mortmain e ovviamente non ha intenzione di svelarlo.

Tra i tre protagonisti c’è anche un triangolo amoroso, quindi Tessa è in qualche modo “costretta” a scegliere tra il dolce Jem e il misterioso Will.
Ci sono stati momenti in cui mi sarei risparmiata volentieri questo triangolo anche perché si sa che c’è sempre qualcuno che soffre e ne Will ne Jem se lo meritano.
"Il signorino Will è sempre stato la stella più brillante, quello che attirava l'attenzione... ma Jem è una fiamma costante e onesta, che non vacilla.”


Invece mi è piaciuto moltissimo Magnus Bane che ha sempre il suo carisma anche se è diverso da come lo abbiamo incontrato nella prima serie. Magnus con i suoi incontri con Will e il momento del ritorno di Camille crea situazioni all’altezza di un comic, per questo credo che rimarrà sempre il mio personaggio preferito.

Non vedo l’ora di leggere il seguito, anche se ho fatto una piccola pausa per staccare dopo il finale scoccante. Di certo non pensavo a un lieto fine ma non mi aspettavo che mi si sarebbe spezzato il cuore. Spero che ne “La principessa”, anche se già qualcosa si sa perché viene anticipato nella serie “The mortal instrument”, il mio cuore regga a ciò che ci riserva Cassandra Clare.


lunedì 15 luglio 2019

VIOLA DI NOTTE DI ILARIA BIANCHI (segnalazione+ breve commento)

Ciao a tutti, oggi vi segnalo questo libro.
Ho anche potuto leggerne una piccola anteprima per questo c’è anche un piccolo commento.

TITOLO: Viola di notte
AUTORE: Ilaria Bianchi
EDITORE: Bookabook edizioni
link di acquisto: https://bookabook.it/libri/viola-di-notte/
Genere: Young adult
Pagine: /
Costo: 14€ (cartaceo), 6,99€ (eBook)
TRAMA:
Due ragazzi. Un Luna Park. Un diario. Un amore capace di nascere solo con l’immaginazione.

Viola si sente diversa, i suoi occhi sono malati, la possibile perdita della vista la rende attenta a tutto quello che la circonda. È una solitudine vera la sua, così profonda da spingerla a scrivere i suoi pensieri dentro un diario per poi lasciarli in balia del destino sulla ruota panoramica di un Luna Park l’ultimo giorno d’estate.
Mattia ha una vita perfetta ma la morte improvvisa di Matteo, suo fratello gemello, apre una voragine nella sua ostentata calma, nel suo maniacale controllo.
È in una notte tra tante che salendo sulla ruota panoramica di un Luna Park trova un diario. “Viola di notte” c’è scritto sulla prima pagina. Leggendolo Mattia inizierà il suo primo viaggio dentro se stesso. Un viaggio intenso, sincero, tanto profondo da fargli scoprire che le cose importanti non vanno cercate lontano perché spesso sono proprio lì, a portata di mano.
Viola di notte è un percorso dentro le più intime riflessioni, dentro le debolezze e le paure che almeno una volta nella vita ognuno di noi deve aver vissuto. È un viaggio dentro un amore diverso dagli altri, un amore che non si dimentica, un amore in cui essere quello che si è diventa l’unica regola da seguire per non sbagliare mai.

Perché ho scritto questo libro?

Ho scritto questo libro per tutte le volte in cui ho dimenticato che è facile abituarsi alla bellezza che ci circonda, per tutte quelle volte in cui ho cercato le emozioni lontano senza accorgermi di averle vicino, l’ho scritto per quei momenti in cui non sono riuscita a raccontare la verità delle mie paure.
Ho scritto questo libro per tutte le volte in cui mi sono sentita un’estranea di fronte a me stessa, e per quelle in cui mi sono resa conto che per ritrovarsi bisogna prima perdersi.

COMMENTO:  In queste prime pagine conosciamo Mattia Adorni un ragazzo perfetto che però dopo aver perso il suo gemello inizia a capire che forse la sua vita non è così perfetta.
Un giorno si ritrova al luna park di notte e trova il diario di Viola. Lei negli ultimi tempi ha scritto i suoi pensieri perché sa che presto non potrà più vedere nulla.
Nel suo diario scrive i dubbi che la attanagliano e questo aiuta Mattia in un momento in cui non sa più chi è.
Queste poche pagine mi hanno permesso di capire che la vita va vissuta che non bisogna vivere per accontentare gli altri ma bisogna essere se stessi e capire veramente cosa ci rende felici.
Credo proprio che questo libro sarà una delle mie prossime letture per scoprire cosa ne sarà di Mattia e di Viola ma anche perché potrebbe essere un viaggio per scoprire più a fondo me stessa.

venerdì 12 luglio 2019

TRADITI E CONSEGNATI ALLA MORTE DI EMILIA ANZANELLO (segnalazione)

Ciao, eccoci con un’altra segnalazione :)

TITOLO: “Traditi e consegnati alla morte”
AUTORE: Emilia Anzanello
Editore: autopubblicato
Data di uscita: 10 luglio 2019
Genere: Romanzo storico
Pagine: 450
Formato: Ebook e Cartaceo
Prezzo:  24.99€ (cartaceo), 1.99€ (eBook)
Disponibile su Amazon https://amzn.to/2YL6Yfz
e altre librerie online

TRAMA:
Dopo l'8 maggio 1945 e la capitolazione della Germania, anche la 3. SSPanzer Division Totenkopf, ormai priva di mezzi, di armi e con gli effettivi ridotti a soli 6000 uomini, ricevette l'ordine di deporre le armi e si arrese: si consegnò agli americani, che avevano assicurato ai comandanti tedeschi che le truppe sarebbero state trattenute quali prigionieri di guerra.

Fu una delle più colossali menzogne degli statunitensi: dopo aver tenuto i soldati prigionieri in un campo provvisorio, senza cibo né acqua, li consegnarono tutti ai sovietici, consapevoli di mandarli a morte, ma del tutto indifferenti alla loro sorte.

Iniziò così, per quei valorosi, un'odissea di sofferenza, che li decimò lentamente, uno dopo l'altro, prima di far approdare i superstiti, meno della metà, ai campi di prigionia in Russia, e dai quali fece ritorno solo uno sparuto gruppo, più di dieci anni dopo.

Questo è il racconto di alcuni di loro: di Fabian, che qualche peccatuccio, sulla coscienza, ce l'aveva, ma che certamente lo scontò ben al di là delle sue colpe. Di Ulrich, che tenterà la fuga, per ricongiungersi con la donna amata e col loro bambino. E di altri, ai quali non è mai stata concessa voce per farsi ascoltare, ma che sicuramente meritano il rispetto dovuto a chi, anche dopo la fine della guerra, ha continuato a soffrire e a morire, colpevole solo di aver combattuto per la propria patria e per i propri ideali fino all'ultimo, e oltre...

L’AUTRICE: Emilia Anzanello – già autrice di “Erano Knochensturme” (autopubblicato, 2018), disponibile su numerose librerie online, tra cui Amazon.

PAROLE VOLANTI: Amami ancora un altro po’ di Federica Fasolini

Ciao a tutti, come state?
Dato che ieri è uscito il nuovo romance di Federica Fasolini ho deciso di dargli uno spazio oggi anche se in realtà il libro l’ho finito la scorsa settimana 😍
Non riuscendo a decidere solo un estratto ho fatto un’eccezione e ne ho messi due, più una frase che mi ha fatta molto ridere.


Le presi una mano e la obbligai a guardarmi negli occhi. «Non sei una ragazzina appiccicosa né tantomeno fastidiosa. Quella che vedo io è una donna forte, che è riuscita a crescere nonostante fosse da sola. È come se ti fossi fatta spuntare le ali e avessi imparato a volare, e tutto questo lo hai fatto con le tue sole forze. Sei una persona fantastica, Abby, la più bella che io conosca. Non lasciare che questi pensieri ti offuschino la mente né che prendano il sopravvento su di te. Tu vali molto di più e sei molto di più di ciò che ti ha sempre detto tua madre.» E se solo ne avessi il tempo, te lo dimostrerei.
Lei mi sorrise e mi abbracciò. «Grazie per esserci sempre» mi sussurrò.
Il mio cuore si strinse in una morsa mortale. «Se non mi sbaglio, la prima ad esserci sempre stata sei tu. Ti ricordi quel giorno in seconda media? Quando quasi tutti mi prendevano in giro perché indossavo degli strani vestiti e quell’orrendo cappellino di lana? Tu sei stata l’unica a non badare a tutti i preconcetti che la gente aveva sul mio conto e a sederti proprio accanto a me.»
Lei si scostò e mi guardò negli occhi, alzando le spalle. «Non ho mai dato molto peso a quello che dicevano i nostri compagni di scuola e onestamente non mi è mai importato che cosa pensassero di me perché non li ho mai reputati all’altezza dicapirmi. Ma tu, tu eri diverso. Sei diverso. E meritavi il beneficio del dubbio» mi rispose mentre si allontanava per controllare la pentola sui fornelli.
«E il tuo istinto aveva ragione?» le chiesi divertito.
«Diciamo che sono rare le occasioni in cui mi sbaglio» sentenziò, facendomi scoppiare a ridere.

«Tesoro, sono al mondo da molto prima di te, e poi io sono Evangeline. Io so sempre tutto. Ricordati che New York è la mia città, e i muri hanno occhi ed orecchie. Se vuoi tenere segreto qualcosa, credo proprio che tu debba espatriare in un altro continente oppure cambiare pianeta, ma sono certa che anche in quel caso verrei a sapere tutto subito.»

Sorrisi e mi incamminai, cercando di reprimere sia i battibecchi tra il mio cervello e il mio cuore, sia i ricordi che quella chitarra aveva riportato a galla: come quando, una serad’inverno, mentre fuori nevicava e mancava solamente qualchegiorno a Natale, Reed era venuto da me con la chitarra. Avevo appena saputo che mia madre non sarebbe tornata a casa per le vacanze, preferendo restare in Messico con il suo nuovo marito e i suoi figli, e di conseguenza non ero di ottimo umore, ma lui era riuscito a trasformare una serata schifosa in una indimenticabile. Aveva suonato per me qualsiasi pezzo io gli chiedessi, cercando gli accordi su internet, aveva portato la pizza, acceso il camino e dopo mi aveva preparato la cioccolata calda. Nessuno si era mai preso cura di me in quel modo. Nessuno aveva mai cercato di regalarmi un bel ricordo da sostituire ad uno brutto. Nessuno mi aveva permesso di stargli appiccicata tutta la sera, come se fossi la sua ombra, senza chiedere spiegazioni. Ma, dopotutto, nessuno era Reed, e quel ricordo era inciso nella mia memoria, incancellabile. Sarebbe restato per sempre lì, in modo indelebile.Un po’ come Reed, che era rimasto nel mio cuore, per tutti questi anni.

mercoledì 10 luglio 2019

SEGNALAZIONI DUNWICH EDIZIONI

Rieccomi con delle segnalazioni della casa editrice Dunwich, sono stati pubblicati a fine giugno ma mi ero dimenticata di pubblicare il post. Credo che ultimamente la mia memoria stia giocando brutti scherzi ahahah

TITOLO: Heart Strings (Il Fuorilegge della Magia Nera – Vol. III)
AUTORE: Domino Finn
GENERE: Urban Fantasy
Pagine: 240
Prezzo: ebook € 4,99 (in offerta lancio a € 1,99 fino al 30/6/2019) cartaceo € 12,90
DATA DI USCITA: 27/6/2019

LINK D’ACQUISTO: Amazon: https://amzn.to/2IGCsO6

TRAMA:
La magia nera ha una pessima reputazione. Fidatevi di me. Quando le persone mi vedono, non vedono Cisco Suarez, vedono un farabutto. Un incantatore di ombre. Un fuorilegge della magia nera.
Magari hanno ragione. Magari tutto quello che tocco appassisce e muore. Ma questo non dà il diritto a un team SWAT di entrare nel mio rifugio con le armi spianate.
Da non crederci. Qualche danno collaterale al municipio e di colpo ti ritrovi a essere il nemico pubblico numero uno.
Ma ora anch’io mi sono dato un po’ alla politica. Ho persino il mio poster da ricercato. Quiz a sorpresa: chi è più pericoloso? Un mago cospiratore, un elementale vulcanico o un politico corrotto di Miami?
La risposta potrebbe sorprendervi perché neanch’io me la aspettavo.

TITOLO: Storm at Keizer Manor
AUTRICE: Ramcy Diek
GENERE: Viaggi nel Tempo/Romance
Pagine: 330
Prezzo: ebook € 4,99 (in offerta lancio a € 1,99 fino al 30/6/2019) cartaceo € 14,90
DATA DI USCITA: 27/6/2019

LINK D’ACQUISTO: Amazon: https://amzn.to/2IHxlxh

TRAMA:
Mentre Forrest, appena laureato, cerca di trovare un impiego, Annet lavora al Keizer Manor, il museo in cui sono esposte le opere del pittore del diciannovesimo secolo Alexander Keizer.
Dopo una lite, la coppia si inoltra tra le dune per chiarirsi. Ma delle nubi oscurano il cielo e il beltempo si trasforma in un temporale così violento che i due si separano.
La mattina dopo, Forrest si ritrova da solo. Così come Annet.
Quando riprende conoscenza in un monastero, Annet è convinta che le suore le stiano giocando uno scherzo. Non può essere l’Ottocento! È una donna incinta del ventunesimo secolo e non dovrebbe trovarsi lì. Come farà a tornare nella sua epoca?
I lettori che amano storie d’amore e viaggi nel tempo – come Outlander, per esempio – si troveranno perfettamente a casa tra le pagine di Storm at Keizer Manor. (READERS FAVORITE)

L’AUTRICE:
Trent’anni fa, Ramcy Diek si è innamorata degli Stati Uniti e si è trasferita dai Paesi Bassi nel Pacific Northwest dove attualmente vive con suo marito.

Entrambi lavoratori autonomi, operano nel settore del turismo, dando a Ramcy ampie opportunità di dedicarsi al suo passatempo preferito: leggere e scrivere.

Scopri di più sul suo sito: https://www.ramcydiek.com

SERIE TV RECENSIONE: Il trono di spade 8ª stagione

Buon mercoledì lettori, ho deciso di parlarvi dell’ottava stagione del trono di spade dato che finalmente sono riuscita a finirla.
Non è tanto una recensione ma più un commento del fatto che a discapito di molti a me la stagione è piaciuta.
Mi piacerebbe poter discutere di questa ultima stagione con voi quindi se volete lasciare nei commenti il vostro parere sarei contenta di rispondervi 😉


TITOLO: Il trono di spade 
GENERE: fantastico, drammatico
EPISODI: 6
DURATA: 55-81 min (episodio)
ANNO: 2019
PAESE: USA
VALUTAZIONE: 4/5
TRAMA 1° episodio: Daenerys e Jon arrivano a Grande Inverno con tutto il loro esercito e i due draghi rimasti al seguito.
Bran rivela subito la grave situazione in cui versa la Barriera: l'esercito dei non-morti l'ha oltrepassata e ora possiede uno dei draghi di Daenerys.
Ben presto i signori del Nord, così come Sansa, esternano il loro disappunto circa il fatto che Jon abbia rinunciato al titolo di Re del Nord per sottomettersi alla giovane Targaryen; dopo aver tentato di spiegare le sue ragioni, Jon ritrova Arya, la quale gli ricorda a sua volta l'importanza della famiglia.
Cominciano quindi i preparativi per la guerra contro gli Estranei e la stessa Arya incontra nelle fucine del castello il Mastino e Gendry, a cui chiede di costruirle un'arma in particolare.
Nel frattempo Jon, incoraggiato da Daenerys, riesce a cavalcare uno dei draghi, Rhaegal.
Ad Approdo del Re giungono intanto Euron Greyjoy e il capitano Harry Strickland della Compagnia Dorata, composta da 20.000 uomini e 2.000 cavalli; nonostante ciò, l'assenza di elefanti delude molto la regina Cersei.
Il Re delle Isole di Ferro convince la regina a passare la notte con lui e nel frattempo Theon riesce a liberare la sorella Yara; questa gli permette di andare a combattere a Grande Inverno con gli Stark mentre lei farà ritorno a casa, per riprendersi il suo regno approfittando dell'assenza di Euron.
Sempre nella Capitale, Qyburn avvicina Bronn in un bordello e sembra convincerlo ad uccidere Jamie e Tyrion per conto della regina, che li considera ormai entrambi traditori.
Intanto Daenerys incontra Sam per ringraziarlo di aver curato Jorah ma, dopo aver scoperto che è un Tarly, gli rivela di aver giustiziato suo padre e suo fratello poiché essi si sono rifiutati di inchinarsi a lei. Sam se ne va visibilmente sconvolto e, su richiesta di Bran, rivela a Jon la verità sulle sue origini, sottolineando quindi il suo primato sulla regina straniera che nessuno sembra gradire.
Ad Ultimo Focolare il gruppo di Tormund e Beric Dondarrion incontra quello di Edd, trovandosi davanti ad un inquietante messaggio lasciato dal Re della Notte per mezzo del corpo smembrato del giovane lord Ned Umber.
Infine anche Jaime Lannister giunge a Grande Inverno e, una volta sceso da cavallo, incrocia subito lo sguardo di Bran, che lo attendeva: in tale istante, sembra riconoscere il bambino che spinse giù dalla torre tanti anni prima, all'inizio della serie.
COMMENTO:
Ho deciso di parlare solo dell’ultima stagione perché ho sentito molte persone parlarne negativamente.
Io non l’avevo ancora visto quando ho sentito tutti i commenti negativi o che alcuni fan avessero creato una petizione per rifare la stagione; ora che l’ho vista non capisco tutti queste lamentele.
Capisco che nelle altre stagioni ci sia stata molta più suspense e molti più intrecci ma era anche ovvio che questa stagione si sarebbe incentrata soprattutto sulla guerra contro l’esercito dei non-morti e che quindi ci sarebbero stati meno intrecci e molte più morti.
Per me questa stagione è stata all’altezza delle altre.
Mi è piaciuto vedere come i nostri personaggi siano cresciuti, soprattutto gli Stark, perché devo ammetterlo io sono team Stark.
Sansa, un personaggio che non ho mai amato particolarmente, in questa ultima stagione mi ha colpito per la sua forza e il suo coraggio. Certo non è stata una gran combattente come Aria però dimostra finalmente un po’ di carattere. Aria invece è la ragazza più tosta che abbia mai visto e la mia preferita e se l’avessero uccisa sarebbe stata la decisione peggiore.
Mi è dispiaciuto molto per John perché è il ragazzo dal mai una gioia. Si innamora della ragazza più sbagliata, soprattutto perché è una pazza che se subisce un torto brucia un’intera città, non dico altro per non fare spoiler.

AGGIORNAMENTO DI LETTURA (30-07-21)

 Buon venerdì leoncini.  Vi rendete conto che domenica sarà agosto? Io sinceramente non so come ci siamo arrivati. Mi sembra che il tempo st...