venerdì 21 aprile 2017

LA BESTIA DI J.R. WARD (recensione)

Ciao a tutti come state? Io bene anche se un po' triste perché domenica torno in Spagna e quindi devo salutare di nuovo tutti per due mesi 😭
Voi avete già letto questo libro? Che ne pensate? Avete letto qualcosa sulla confraternita?
E scusatemi per la recensione così lunga ma mi sono fatta prendere la mano ahahahah
TITOLO: La bestia
AUTORE: J.R. Ward
EDITORE: Rizzoli
Pagine: 544
Costo: 19€ (cartaceo)
Valutazione: 5/5
TRAMA: Niente è più come prima per la Confraternita del Pugnale Nero. Dopo aver evitato la guerra con le Ombre, le alleanze sono cambiate e sono stati tracciati nuovi confini. Gli assassini della Lessening Society sono più forti che mai e sfruttano la debolezza umana per acquisire denaro, armi e potere. Ma, mentre la Confraternita si prepara per un attacco su larga scala, uno dei suoi guerrieri, Rhage, combatte una battaglia interiore. Per lui, il Fratello dal cuore più grande, la vita doveva essere perfetta, o per lo meno felice. Mary, la sua amata shellan, è al suo fianco e il Re e i suoi fratelli prosperano. Eppure Rhage non riesce a capire, o controllare, il panico e l'insicurezza che lo affliggono. Tutto questo lo terrorizza e lo allontana dalla sua compagna. Dopo aver subito una ferita mortale in battaglia, Rhage deve riconsiderare le sue priorità, e quando trova la risposta, per lui e per Mary il mondo sarà stravolto. Ma Mary ha un proprio viaggio da portare a termine, un cammino che potrebbe riavvicinarli o aprire una distanza che nessuno dei due potrà colmare.
COMMENTO: Parto dicendo che adoro la saga della confraternita del pugnale nero 😍 in più la Ward qui non mi delude mai.
In questo libro si parla di una delle mie coppie preferite Mary e Rhage, nei primi libri dove tutti i fratelli incontrano le loro shellan si concludo con un lieto fine, per la maggior parte delle volte, e la vita di coppia sembra perfetta. Ma già con "Il re", dove si parla di Beth e Wrath, si nota già come la vita di coppia non sia tutta rosa e fiori ma che alcune volte ci sono delle incomprensioni anche con la persona che si ama.
In questo caso il problema è che Mary non può avere figli mentre a Rhage, guardando i suoi fratelli, ha notato di volerne uno, questo crea un certo distacco tra i due, che per fortuna si risolve grazie a Bitty, una bambina che nella vita ha sofferto moltissimo che dimostra di essere molto vivace e di riuscire a far sorridere tutti coloro che incontra.
L'autrice come al solito ha uno stile fantastico che tiene incollato il lettore fino all'ultima pagina. Ogni volta che finisco uno dei suoi libri vorrei rileggere dal primo all'ultimo i libri che per ora sono usciti di questa saga 😃
Anche se siamo già al quattordicesimo libro e quindi la saga si sta dilungando un po', soprattutto perché in ogni libro si aggiunge un nuovo personaggio, io continuo ad adorarla e spero che la saga continui all'infinito, anche se so che molti non ne sarebbero affatto felici.
Sono stata molto felice che si sia parlato anche di Assail perché mi piacerebbe un lieto fine anche per lui con la sua Marisol anche se non credo sia possibile.
Ma ho apprezzato ancora di più che si sia parlato di Layla e dei suoi gemelli.
Ora c'è un momento SPOILER quindi per coloro che non l'avessero ancora letto e che non voglio degli spoiler consiglio di concludere qui la lettura della recensione ahahah
Quando Rhage ha rischiato di morire stavo già avendo un infarto urlando contro il mondo perché non era possibile che morisse, ma il modo in cui è stato salvato dalla bestia, la sua maledizione, mi ha commosso perché mi ha fatto ricordare che ogni cosa ha due facce della stessa moneta. Per Rhage la bestia è una maledizione ma in questo caso lo ha salvato e lo ha riportato dalla sua Mary e poi da Bitty.
Una scena molto toccante è stata quando Bitty è arrivata alla confraternita dove ha incontrato tutti i fratelli e già sapeva tutto di loro perché Rhage le aveva già raccontato tutto. Ma ancora più bello è stato l'incontro con Zstadist perché tutti erano terrorizzati all'idea della reazione che avrebbe avuto la piccola mentre lei è stata molto gentile quasi non avesse fatto caso alla cicatrice del fratello.
Molto traumatico è stato il parto di Layla perché quando è nata la femminuccia e Qhuinn si è accorto che era morto ha urlato dal dolore per fortuna che c'era Payne con il suo tocco magico e tutto è andato  tutto bene. 
Spero in più che nel prossimo libro si parli di Jo Early perché la rivelazione che è la sorella di Manny mi ha davvero scioccata, non me la sarei mai aspettata, come nemmeno il fatto che Thor e Xcor siano fratelli 😱

Nessun commento:

Posta un commento