sabato 3 giugno 2017

LA NASCITA DEGLI ORFANI DI LILIANA MARCHESI (recensione)

Ciao a tutti ho finito anche questo spin-off e devo dire che non sono pronta ad abbandonare gli Orfani e la loro storia, mentre leggevo sognavo di essere una di loro e sicuramente così la mia vita sarebbe stata più emozionante 😂, forse un po’ pericolosa, ma solo forse.

TITOLO: La nascita degli orfani
AUTORE: Liliana Marchesi
EDITORE: autopubblicato
Pagine: /
Costo: 0,99€ (eBook)
Valutazione: 4/5
TRAMA: "La storia narrata dalla Saga R.I.G. parla della guerra più antica che l'uomo abbia mai cercato di vincere.
Ma le guerre non si possono vincere, perché in ogni caso, vi è solo perdita.
Ciò che davvero può porre fine a una battaglia è la coesistenza.
Perciò lasciate che il cuore infonda passione alle vostre idee e che la mente guidi il cuore verso scelte giuste."

Con "Germoglio" siamo arrivati alla fine di un viaggio che trae ispirazione dalla credenza secondo la quale l'uomo conosce e utilizza solamente una minima parte delle proprie capacità cerebrali. Un viaggio ricco di colpi di scena, di passione, di coraggio e speranza.
"La nascita degli Orfani" ci farà rivivere alcuni momenti della storia, ma da un punto di vista inaspettato. Il solo capace di rispondere alle domande che ancora vagano nei cuori e nelle menti dei Lettori che hanno amato questa Saga.


Pertanto... SI SCONSIGLIA VIVAMENTE LA LETTURA DI QUESTO SPIN OFF A COLORO CHE ANCORA NON HANNO TERMINATO LA SAGA!


COMMENTO IMPIANTO: http://libriunapassione.blogspot.com/2017/06/impianto-di-liliana-marchesi-recensione.html
COMMENTO GERMOGLIO: http://libriunapassione.blogspot.com/2017/06/impianto-di-liliana-marchesi-recensione.html
COMMENTO: Questo Spin-off mi è piaciuto moltissimo ma allo stesso tempo mi ha lasciato ancora più domande di prima anche se qualche dubbio, pochi, li ha risolti come ad esempio la storia di Evan Russell, uno dei capi del Mind, ma soprattutto i dubbi su Matt e sul perché abbia fatto ciò che ha fatto. In Germoglio c’ero rimasta molto male per il suo tradimento ma dopo aver letto questo libro ho capito il perché lo ha fatto e mi sono sentita molto male per lui.
Il fatto che sia il diario di Elisabeth mi ha davvero sconvolta, perché nei tre libri si pensa che lei sia morta fino all’ultimo capitolo di Germoglio.
Essendo a diario alcune volte mi perdevo un poco perché non mi ricordavo la data del capitolo, o evento, precedente quindi facevo fatica a capire i collegamenti.
Come Kendall anche Elisabeth non aveva un grande pensiero di Sfinge, che devo dire non essermi mai piaciuta particolarmente.
Come nella trilogia Liliana Marchesi ha scelto di non concludere con un lieto fine ma lasciando all’immaginazione del lettore il finale.

Nessun commento:

Posta un commento