venerdì 17 settembre 2021

RECENSIONE: L’Abisso di Anime di Liliana Marchesi

 Ciao leoncini, ieri è proprio stata una giornata orribile, dopo aver pubblicato la recensione con ritardo per problemi al wifi  mi si è pure cancellata dopo averla scritta con tanto impegno.
Non so bene come sia potuto succedere sta di fatto che non c’è più e mi è toccato riscriverla.
Sappiate che mi sono disperata e le ho provate tutte, perché sinceramente dietro ad ogni recensione c’è un grande impegno. Il lato positivo di averla rivista ieri prima di pubblicarla mi ha permesso di riscriverla abbastanza "in fretta". 

Ma parliamo di questo fantastico libro. È una storia che non ho letto in un paio di giorni solo per il fatto di aver fatto una pausa proprio per paura di terminarlo troppo velocemente. Poi per un motivo e per un altro l’ho lasciato a metà fino alla scorsa domenica quando l’ho terminato in un paio d’ore. 
La storia creata dalla autrice mi ha davvero lasciata senza parole. 
Se ancora non avete letto i libri di Liliana Marchesi non so cosa stiate aspettando.

Titolo: “L’Abisso di Anime” (autoconclusivo)

Autore: Liliana Marchesi

GENERE: Paranormal Romance Distopico

Pagine: 360

Prezzo: ebook € 4,99  cartaceo € 14,90  (l’ebook in fase di preordine costerà € 2,99)

Valutazione: ★★★★


TRAMA:

Un disastro ambientale ha fatto sì che l'intero pianeta venisse sommerso dagli Oceani. E adesso la Terra, per come la conoscevamo, non esiste più. Qualcuno però, aveva previsto la catastrofe con largo anticipo, e ha costruito in gran segreto una piattaforma navale. Arcan, una città galleggiante che avrebbe garantito la salvezza a un'umanità accuratamente selezionata.
Ma cosa è accaduto alle anime di coloro che non sono stati accolti ad Arcan?
Vi siete mai chiesti perché il nostro corpo è composto in gran parte da acqua?
E se il motivo per cui non abbiamo mai scorto un segno divino nell'alto dei cieli, fosse perché in realtà stavamo guardando nella direzione sbagliata? Cosa si cela nelle profondità marine?
L'estinzione di una civiltà sopravvissuta grazie al proprio egoismo è vicina, e l'unica specie in grado di salvarla deve la sua nascita, o per meglio dire la sua condanna, ai fondatori di questa stessa civiltà.
Riuscirà l'amore a intrecciare questi due mondi così vicini, eppure così profondamente distanti?

COMMENTO:
Appena scoperto che Liliana Marchesi avrebbe pubblicato un nuovo romanzo non vedevo l’ora di leggerlo. Scoprendo poi che parlava di sirene ero ancora più curiosa, perché sono creature che mi hanno sempre affascinato. Se vi aspettate le classiche sirene però vi sbagliate, perché anche qui l’autrice riesce a sorprenderci.

“Si dice che le Sirene siano creature mostruose,
malvagie, incapaci di amare e quindi di
provare tristezza e di piangere.
Ma se è davvero così, allora,
perché il mare è salato?”

Questa storia parla di un mondo distrutto a causa del cambiamento climatico, argomento molto attuale infatti questo romanzo fa riflettere molto. 

“L’uomo, con la sua prepotenza
 ha preso ciò che la natura
 gli ha donato e l’ha distrutto,
 poco a poco, ma inesorabilmente.” 

Già dal capitolo 0 e dal prefazione questa storia mi aveva catturata e stregata e non vedevo l’ora di saperne di più. 
Se però io mi aspettavo una storia l’autrice è riuscita a sorprendermi un’altra volta con una storia molto più emozionante e ricca di colpi di scena. 
In questo libro troviamo un perfetto mix tra distopia, mitologia, suspense e paranormal romance.
È un mix che tiene incollato il lettore alle pagine e che fa sì che voglia saperne sempre di più.
Fino ad arrivare ad un finale che emoziona e che commuove. È anche un finale che non mi sarei mai aspettata, come in realtà la metà di ciò che succede durante la storia dato che è ricca di colpi di scena che lasciano a bocca aperta.

I protagonisti sono Oliver e Atlantide, due ragazzi molto diversi.
Oliver è un arcano di quinta generazione ma su Arcan, l’unico insediamento umano rimasto dopo il disastro ambientale, lui non si è mai sentito a casa. Per lui quella è una prigione e spera di poter trovare presto la terra emersa così da potersene andare da lì. Per lui le persone importanti sono poche ma farebbe qualunque cosa per salvarle. Allo stesso tempo è anche una persona giusta che vuole fare la cosa giusta. Combatte in ciò in cui crede e non si arrende davanti ai problemi.
Atlantide, di cui mi sono innamorata subito, è una ragazza splendida ma soprattutto forte e combattiva. Lei a differenza delle sue sorelle non si sente libera anche se casa sua è il grande oceano e per questo in alcuni casi, forse un po’ troppo spesso, infrange le regole della Corrente, colei che governa. 
Anche dopo tutto quello che ha sofferto riesce comunque ad avere speranza e a vedere del buono in alcune persone. Sa che per avere una nuova possibilità bisogna lottare e lei sarà in prima linea in questa lotta e non si arrende facilmente.
Ho amato anche gli altri personaggi soprattutto Noel e Loren, che sono in secondo piano ma che comunque conosciamo bene. Nereo invece l’ho un po’ detestato anche se alla fine l’ho amato perché sono riuscita a capirlo meglio.
Ho odiato fin da subito gli Arcani Maestri. Dal primo incontro con loro li ho trovati insopportabili, infatti loro sono la rappresentazione delle persone avere e meschine (usando proprio le parole dell’autrice) che pensano solo a loro stessi e che fanno di tutto per arricchirsi non pensando alle altre persone alle conseguenze e a quello che possono causare alla natura e a ciò che li circonda.

Non vedo l’ora di un nuovo romanzo di Liliana Marchesi. Il suo stile e ciò che crea sono qualcosa di stupendo. I suoi sono romanzi oltre ad intrattenere e far innamorare il lettore della storia fanno anche riflettere.

Nessun commento:

Posta un commento

Recensione Halloween: L’estate dei Fantasmi di Saundra Mitchell

Ciao leoncini, con questa recensione iniziano i post dedicati alle letture adatte ad Halloween.  Per questa idea ho preso spunto da Seli, de...